Ricetta

Lenticchie a Capodanno: ricette

Le lenticchie, uno degli ingredienti più classici della tavola di Capodanno. Tre ricette, tra tradizione e voglia di cambiare.

lenticchie-capodanno

Credit foto
©saquizeta - 123RF

Dosi per 4

Categoria contorni

Difficoltà facile

Costo basso

Cucina Etnica

Adatto a Dieta vegetariana

Le lenticchie sono un ingrediente tipico della tavola di Capodanno. La tradizione vuole che mangiarle durante il cenone di San Silvestro sia di buon augurio e porti fortuna e prosperità nell’anno nuovo.


L’usanza deriva dall’antica tradizione di origine romana di regalare una borsa piena di lenticchie, con l’augurio che si trasformassero in monete. La particolare forma delle lenticchie, infatti, ricorda quella delle monete.


Secondo la tradizione, le lenticchie andrebbero mangiate dopo il brindisi di mezzanotte, e si accompagnano solitamente a cotechino o zampone. I più superstiziosi ritengono che per essere veramente propizie, le lenticchie a Capodanno vadano mangiate con le mani.
 

Lenticchie al curry

Le lenticchie al curry sono un piatto dal sapore orientale, adatto a chi non voglia allontanarsi troppo dall’usanza di servire le lenticchie come contorno, a Capodanno.
 

Ingredienti (per 4 persone)

> 300 g di lenticchie secche grandi;
> 1 spicchio d’aglio;
> 1 foglia di alloro;
> 1 cipolla piccola;
> 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
> 2 cucchiai di passata di pomodoro;
> 1 cucchiaino di curry;
> sale e pepe.
 

Preparazione
Lessare le lenticchie in abbondante acqua a cui avrete aggiunto uno spicchio d’aglio e una foglia d’alloro. A cottura ultimata, togliere l’aglio e l’alloro e scolare l’acqua in eccesso. Tritare finissimamente una cipolla piccola e farla dorare nell’olio d’oliva, aggiungere le lenticchie, la passata di pomodoro, il curry, il sale e il pepe. Far cuocere per alcuni minuti mescolando accuratamente e servire come contorno.

 

Purè di lenticchie

Il purè di lenticchie è un’idea per servire le lenticchie a Capodanno in maniera un po’ diversa dal solito, ma rispettando la tradizione di farne un contorno.
 

Ingredienti (per 4 persone)
> 500 g di lenticchie decorticate;
> 1 carota;
> 1 foglia d’alloro;
> 1 spicchio d’aglio;
> 30 g di burro;
> sale e pepe.
 

Preparazione
Lessare le lenticchie decorticate, insieme alla carota intera, l’aglio e la foglia d’alloro. Attenzione a non aggiungere troppa acqua perché si deve consumare tutta. A cottura ultimata, togliere la carota, la foglia d’alloro e l’aglio dalla pentola, aggiungere il burro e farlo sciogliere, sempre mescolando.

A questo punto, avendo usato lenticchie decorticate, il risultato sarà già una purea ma, se la si vuole più liscia, togliere dal fuoco e lavorare con un frullatore a immersione fino a raggiungere la consistenza desiderata. Aggiustare di sale e pepe.
 

Polpette di lenticchie

In questa ricetta, le lenticchie diventano un secondo piatto e non più un contorno.

Nulla vieta però di servirle insieme alle lenticchie al curry, creando un piatto tutto a base di lenticchie e dunque doppiamente di buon augurio, oltre che vegetariano.


Ingredienti (per 4 persone)

Per le polpette
> 500 g di lenticchie cotte;
> 1 patata piccola;
> 50 g di mollica di pane raffermo;
> 2 cucchiai di pan grattato;
> 2 cucchiai di parmigiano;
> 1 uovo;
> prezzemolo;
> sale e pepe.


Per la panatura
> 2 uova;
> pan grattato,


Per la cottura
Olio extravergine d'oliva oppure olio di girasole alto oleico


Preparazione
Scolare benissimo le lenticchie cotte. Lessare la patata, schiacciarla con la forchetta e aggiungerla alle lenticchie. Aggiungere la mollica di pane, l’uovo e tutti gli altri ingredienti. Impastare fino a ottenere un composto omogeneo e non troppo umido. Creare le polpette.


Le polpette di lenticchie possono essere cotte in forno oppure fritte. Naturalmente, nella seconda versione sono più golose e adatte a un’occasione di festa.


Se si desidera cuocerle in forno, è sufficiente ungere leggermente d’olio d’oliva un foglio di carta da forno e farle cuocere a 180 gradi per 25 minuti.


Se, invece, si desidera la più golosa versione fritta, è consigliabile metterle a rassodare in frigorifero per una mezz’oretta prima di panarle e friggerle in abbondante olio di semi di girasole alto oleico oppure in olio extravergine d'oliva.