Natto: proprietà e benefici

La produzione del natto avviene dalla fermentazione dei fagiolini di soia e si adatta a condire le zuppe di miso. Le proprietà di questo alimento della tradizione giapponese sono molto apprezzate per favorire l'attività intestinale.

natto

Credit foto
©nutria3000 / 123rf.com

Il natto è un alimento tradizionale giapponese prodotto attraverso la fermentazione dei fagioli di soia, dal sapore molto forte. 

 

Grazie al processo di fermentazione, tipico di molti prodotti della tradizione culinaria giapponese, come salsa di soia, miso, aceto di riso, sake, tsukemono, il natto ha un’importante azione regolatrice sulla flora e sulle funzioni intestinali.   

Migliora il sistema immunitario, è ricco di proteine e fibre e riduce il colesterolo cattivo. 

 

Come si prepara il natto

Il natto è un alimento incredibilmente nutriente ed è collegato a vari benefici sulla salute, che vanno dalle ossa più forti a un cuore e un sistema immunitario più sani.

 

In Giappone, il natto è in genere condito con salsa di soia, senape, erba cipollina o altri condimenti e servito con riso cotto. Tradizionalmente, veniva prodotto avvolgendo la soia bollita nella paglia di riso, che presenta naturalmente sulla sua superficie i batteri del genere Bacillus subtilis. Ciò permette ai batteri di fermentare gli zuccheri presenti nei fagioli, producendo infine il natto. 

 

Tuttavia, all'inizio del XX secolo, i batteri B. subtilis sono stati identificati e isolati dai ricercatori, portando alla modernizzazione di questo metodo di preparazione. Oggi la paglia di riso è stata sostituita con scatole di polistirolo in cui B. subtilis può essere aggiunto direttamente ai semi di soia bolliti per iniziare il processo di fermentazione. 

 

Le proprietà del natto

Il natto è super nutriente. Contiene buoni livelli di molte sostanze che sono importanti per una salute ottimale. Una porzione da 100 g fornisce quanto segue (qui la Fonte): 


Calorie: 212
Grassi: 11 g
Carboidrati: 14 g
Fibra: 5 g
Proteine: 18 g
Manganese: 76% della RDI
Ferro: 48% della RDI
Rame: 33% della RDI
Vitamina K1: 29% della RDI
Magnesio: 29% della RDI
Calcio: 22% della RDI
Vitamina C: 22% della RDI
Potassio: 21% della RDI
Zinco: 20% della RDI
Selenio: 13% della RDI

Il natto contiene inoltre piccole quantità di vitamina B6, acido folico e acido pantotenico, nonché antiossidanti e altri composti vegetali benefici.

 

Grazie alla fermentazione, il natto è inoltre in grado di fornire un pool di probiotici in grado di agire come prima linea di difesa del tuo intestino contro tossine e batteri dannosi. 

ricercatori riferiscono che i probiotici possono aiutare a ridurre gas, costipazione, diarrea e gonfiore associati agli antibiotici, oltre ai sintomi della malattia infiammatoria intestinale (IBD), morbo di Crohn e colite ulcerosa

 

Il consumo di natto è generalmente sicuro per la maggior parte delle persone. Tuttavia, esso contiene vitamina K1, che ha proprietà fluidificanti per il sangue.  Per questo motivo, le persone che già assumono farmaci per fluidificare il sangue dovrebbero consultare il proprio medico prima di aggiungere questo alimento alla loro alimentazione. 

 

Inoltre, il natto è composto da semi di soia, che sono considerati alimenti ad alto potere gozzigeno. Ciò si traduce in un’elevata probabilità di interferire con il normale funzionamento della ghiandola tiroidea, specialmente in soggetti con una tiroide già compromessa. 

 

È improbabile che ciò costituisca un problema per gli individui sani. Tuttavia, quelli con ridotta funzionalità tiroidea dovrebbero limitarne l'assunzione.