Articolo

La dieta contro le emorroidi

Le emorroidi si combattono anche a tavola: una dieta corretta può aiutare a contrastarne la congestione. Ecco alcune semplici regole alimentari e qualche consiglio pratico.

La dieta contro le emorroidi

Le emorroidi sono normali dilatazioni di vasi sanguigni arteriosi e venosi presenti sin dalla nascita. Se sono asintomatiche vanno considerate normali.

I casi di alterazione patologica delle emorroidi, per esempio quelli conseguenti alla loro fuoriuscita verso l’esterno o alla formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni, andrebbero denominati più propriamente malattia emorroidaria e non emorroidi.

Le cause precise della malattia emorroidaria non sono ben chiare ma sappiamo che contribuiscono fattori ereditari e stile di vita.

Stitichezza e sedentarietà sono tra i principali fattori predisponenti. Altre condizioni che influiscono sulla comparsa del disturbo sono: utilizzo cronico di lassativi, gravidanza e parto, obesità e abitudine al consumo di alimenti che irritano la mucosa gastrica.

 

Leggi anche Emorroidi esterne: sintomi, diagnosi e rimedi naturali >>

 

Regole alimentari per combattere le emorroidi

Per combattere le emorroidi è necessario soprattutto regolarizzare la funzionalità intestinale e, dunque, combattere la stitichezza e mantenere le feci morbide.
È, inoltre, importante il controllo del peso corporeo.

Ecco alcune semplici abitudini alimentari che possono aiutare a combattere l'infiammazione delle emorroidi.

> Consumare un quantitativo adeguato di alimenti ricchi di fibre alimentari.
In particolare, per stimolare il transito intestinale possono aiutare alimenti quali kiwi, fragole, pere, zucchine, spinaci e cereali integrali.
> Bere a sufficienza, quindi almeno 1-2 litri di acqua naturale al giorno.
> Se si è in sovrappeso, seguire una dieta adeguata al recupero del proprio peso forma, preferibilmente rivolgendosi a un nutrizionista.
> Consumare alimenti che favoriscono la circolazione, per esempio frutti rossi, e alimenti ricchi di zinco, che aiutano a preservare l’integrità delle pareti venose.

 

Oltre a seguire una dieta corretta è molto importante una costante e regolare attività fisica.


Alimenti da evitare in caso di emorroidi

> È consigliabile ridurre il consumo di alimenti e bevande che possono irritare l’intestino, in particolare alcolici, caffè e spezie.
> È inoltre preferibile limitare i cibi che tendono a irritare la mucosa gastrica, per esempio cioccolato, fritture e preparazioni molto piccanti.

 

Un esempio di una dieta giornaliera per combattere le emorroidi?

Una dieta precisa può essere consigliata solo da un esperto e quindi il seguente esempio si limita a fornire semplici informazioni generali sulla dieta contro le emorroidi.

 

Colazione:

> 1 yogurt con cereali integrali e frutto.
Lo yogurt può contribuire alla regolarità dell’intestino grazie alla presenza di fermenti lattici.

Spuntino di metà mattina:

> 1 frutto rosso, per esempio fragole o ciliegie, se la stagione è quella giusta. 
Ma vanno bene anche altri tipi di frutta: kiwi, mandarini, arance, mele, pere.

Pranzo:

> 1 piatto unico a base di pasta, per esempio pasta e zucchine, pasta con le melanzane, pasta con ragù di verdure miste eccetera.
> Oppure 1 secondo di carne e/o pesce cucinato in modo semplice e accompagnato da un contorno a base di verdure, e una fetta di pane o un piccolo panino di semola di grano duro e integrale.

Spuntino di metà pomeriggio:

> 1 frutto, magari cotto. Per esempio una mela cotta.

Cena:

> 1 minestra brodosa, per esempio pastina in brodo vegetale o un minestrone di stagione
> Oppure 1 secondo semplice e leggero, per esempio filetto di sogliola con contorno di spinaci cotti al vapore e conditi con poco sale e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

 

Leggi anche Yoga per le emorroidi >>