Articolo

Il bergamotto per il colesterolo: benefici e uso

"Non solo cucina". Questo il motto del bergamotto, agrume versatile dal sapore amaro, ma anche dalle molteplici proprietà salutari, testate scientificamente, soprattutto contro il colesterolo elevato

Il bergamotto per il colesterolo: benefici e uso

Gli inglesi amano l'Earl Grey Tea e forse noi lo conosciamo solo per quello; invece il bergamotto è frutto dalle molteplici proprietà.

I suoi benefici sulla salute sono ora comprovati dalle ricerche scientifiche.

Soprattutto per combattere il colesterolo, è un vero campione. Esploriamo allora insieme i benefici e gli usi del bergamotto per il colesterolo.

 

Il bergamotto per il colesterolo: benefici

Il bergamotto è una pianta tipica calabrese, anche se ormai ne esistono coltivazioni in tutto il mondo.

Nel tempo, si sono accumulate tradizioni, ricette ma anche studi scientifici a dimostrare i molteplici effetti benefici del bergamotto, in forma di olio essenziale e di succo soprattutto, sulla salute umana.

L’efficacia provata è quella contro il colesterolo alto; infatti il succo di bergamotto contiene due sostanze della famiglia dei flavonoidi (esperetina e naringenina) che hanno gli stessi effetti anticolesterolo dei farmaci di sintesi (le statine, dagli svariati effetti collaterali), ma senza gli effetti collaterali di queste ultime.

Le molecole come le statine, all’interno dell’organismo inibiscono l’enzima reduttasi epatica che favorisce la sintesi del colesterolo nel fegato. Per questo motivo il bergamotto contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo totale.

Ma c’è di più. Per meccanismi ancora da studiare, la somministrazione di succo di bergamotto, oltre a far diminuire i livelli di colesterolo totale, contribuisce alla diminuzione dei livelli ematici di LDL (colesterolo “cattivo”) e all’aumento di quei di HDL (colesterolo “buono”). In tal modo concorre a mantenere in salute i vasi sanguigni, aiutando a prevenire i disturbi cardiovascolari.

 

Il bergamotto per il colesterolo: usi

Il bergamotto è stato ampiamente utilizzato nell’industria alimentare, in gastronomia e… nelle cucine di tante mamme italiane.

Gli usi del bergamotto per il controllo dei livelli di colesterolo invece sono soprattutto questi:

  • Estratto puro di bergamotto (essenza): usato sia come aromaterapia, in un diffusore, che per terapia interna, 1-2 gocce diluite in acqua, lontano dai pasti;
  • Il frutto: in dosi abbondanti e frequenti può essere efficace per un delicato controllo del colesterolo;
  • Il succo: è l’utilizzo migliore per ottenere il maggiore effetto anticolesterolo. Gli studi clinici sono stati effettuati somministrando nell’arco di una giornata 50 cc di succo di bergamotto, lontano dai pasti, per 60 giorni.

Attenzione al fai-da-te: in caso di terapie anticoagulanti o altre terapie farmacologiche in corso, sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico curante, per evitare effetti collaterali e interazioni negative.

 

Scopri gli usi fitoterapici del bergamotto

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio