Articolo

Radicali liberi, cosa sono

Cosa sono i radicali liberi, cosa fanno e come possiamo difenderci dalla loro azione

Radicali liberi, cosa sono

I radicali liberi sono molecole instabili e altamente reattive che, quando in eccesso, possono danneggiare anche gravemente le cellule del nostro organismo.

Vediamo cosa sono i radicali liberi e come possiamo difenderci dalla loro azione dannosa.

 

Cosa sono i radicali liberi

I radicali liberi sono molecole molto reattive e ossidanti prodotte dal metabolismo dell'ossigeno, dunque dalla respirazione.
I radicali liberi hanno uno o più elettroni spaiati, quindi liberi, e questa caratteristica li rende altamente reattivi, poiché instabili.

Per raggiungere la stabilità, infatti, i radicali liberi sottraggono un elettrone da altre molecole, ossidandole. In questo modo il radicale ottiene un numero di elettroni pari e non più spaiati, il che lo rende stabile. Il problema è che la molecola da cui il radicale ha sottratto un elettrone, diventa a sua volta instabile, dunque il processo attivato dal radicale continua.

 

Leggi anche Ansia e invecchiamento >>

 

Che cos'è lo stress ossidativo

I radicali sono dunque molecole ossidanti. Gli ossidanti svolgono diverse funzioni nel nostro organismo: ad esempio aiutano a distruggere i batteri durante le infiammazioni.

Ovviamente il nostro organismo ha dei meccanismi per difendersi dall'azione nociva dei radicali, ma quando i radicali liberi sono superiori alla capacità antiossidante della cellula, questi possono reagire con molecole di vitale importanza per la cellula stessa, tra cui proteine, fosfolipidi e DNA.

Questa condizione è detta stress ossidativo e causa danni anche importanti per la cellula e, di conseguenza, per l'organismo.
Lo stress ossidativo è stato infatti associato a diverse patologie come le cardiopatie, l'artrite e malattie degenerative.

Per proteggere l'organismo dallo stress ossidativo è importante evitare azioni, comportamenti e l'assunzione di composti che causano un aumento di radicali liberi, come il fumo di sigaretta e l'eccessiva esposizione ai raggi solari. Per combattere lo stress ossidativo è utile anche l'assunzione di sostanze antiossidanti.


Cosa sono gli antiossidanti e dove si trovano

Gli antiossidanti sono molecole che reagiscono con i radicali liberi: in pratica, si ossidano, stabilizzando i radicali ed evitando così danni alle cellule.

Sono sostanze antiossidanti ad esempio la vitamina C, la vitamina E e i flavonoidi, molecole ampiamente presenti in frutta, verdura, semi oleosi e oli vegetali, ma anche nel cioccolato fondente e nel vino rosso.

Il modo migliore per assumere sostanze antiossidanti non è però quello di fare un uso indiscriminato di integratori alimentari che le contengono, bensì quello di seguire una dieta sana ed equilibrata.

In linea generale, una persona sana può fare il pieno di sostanze antiossidanti consumando cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, utilizzando olio extravergine di oliva per condire e inserendo nella dieta una porzione al giorno di semi oleosi o frutta secca.

Foto: guniita / 123RF Archivio Fotografico

 

Leggi anche Melograno e antiossidanti naturali >>