Articolo

Bergamotto: come si usa in cucina?

Il bergamotto non è solo uno speciale ingrediente di profumi, essenze o tè aromatizzati: si usa anche in cucina, per dare fragranza a piatti originali, scopriamo come

Bergamotto: come si usa in cucina?

Nulla di più interessante che ripercorrere ciò che dice l'Accademia Italiana delle Cucina a riguardo: il bergamotto si consumava già nel '500, essendo addirittura offerto all'Imperatore Carlo V di passaggio a Roma, confettato e zuccherino.

Nonostante ciò, per molti secoli è stato addirittura cacciato dalle cucine, considerato tossico e velenoso, relegato all'uso in profumeria, per poi essere riscoperto di recente.

L'arte culinaria e le conscenze scientifiche hanno infatti ribaltato la situazione, facendo diventare il bergamotto non solo un frutto commestibile, ma addirittura ricco di benefici, nutrienti e preziose proprietà dietetiche.

Si pensa infatti che il succo di bergamotto, consumato prima dei pasti, possa essere un potente alleato per sconfiggere il colesterolo cattivo, aumentando i livelli di quello buono.

Inoltre, avrebbe proprietà antisettiche e balsamiche e stimola l'appetito. Ma attenzione: prima di assumerlo è importante rivolgersi a un medico perché può entrare in conflitto con alcuni medicinali.

 

L'uso del bergamotto in cucina

Appartenente alla famiglia delle Rutacee, originario dell'est, Cina, Grecia e Asia Minore e usato in genere come olio essenziale per purificare l'ambiente e alleviare disturbi respiratori, portando note di allegria in tutta la casa, il bergamotto viene coltivato in Italia nella provincia di Reggio Calabria.

Si tratta di un agrume dal sapore unico, penetrante, intenso, riscoperto oggi dagli chef della cucina creativa e innovativa e inserito in numerosi piatti, dai primi ai dolci.

Noto e apprezzato è il tè al bergamotto, una bevanda dal gusto tutto particolare, ottima sia calda che fredda. Ma vediamolo in alcune semplici ricette.

Dissetante come il succo al bergamotto: spremere in una brocca mezzo bergamotto, aggiungervi acqua fresca e un cucchiaino di miele. Disseta e rinfresca l'organismo! Per i più golosi si può utilizzare anche per preparare una granita casalinga.

 

Leggi anche Bergamotto, origini, proprietà e coltivazione >>

 

Olio al bergamotto

Preparazione: con il pelapatate o con un coltellino affilato sbucciare il bergamotto, avendo cura di non tagliare la parte bianca; mettere a macerare la buccia con un quarto di litro d’olio extra vergine d’oliva per un mese in un barattolo di vetro chiuso, conservare al buio e poi filtrare.

Usi: si usa per condire la pasta, ma anche per il pesce o per aromatizzare risotti in bianco e insalate. Con un meccanismo simile a quello del limoncello, si può fare persino il liquore!


Risotto al bergamotto

Preparazione: si può fare un semplice riso bianco, facendo un soffritto di scalogno, utilizzando il succo per sfumare al posto del vino e poi spolverizzando alla fine con una grattata di buccia di bergamotto.

 

Dolci al bergamotto

Il bergamotto si usa anche per i dolci, grattugiandone la buccia nelle torte al posto del limone, nei biscotti oppure in una fresca e golosa crema al latte a base di latte intero, panna fresca, amido di mais e miele: si fa bollire lievemente il latte, con la buccia per insaporire, si aggiungono poi l'amido di mais e il miele e si mette in frigo per un paio d'ore e solo alla fine si aggiunge la panna fresca ben montata. Una vera delizia!

 

Dove si acquista il bergamotto?

In genere si prenota presso fruttivendoli ben forniti e, considerando che riesce a fruttificare solo nell’area jonica reggina della Calabria, si segue una precisa stagionalità con costi non indifferenti.

Attenzione: utilizzate solo bergamotto fresco biologico.

 

Scopri benefici e uso del bergamotto per il colesterolo

 

Per approfondire:

> Il bergamotto in cucina: articolo dell'Accademia italiana cucina