Articolo

Succo di bergamotto: proprietà e usi

Lo conosciamo forse per l'aroma dell'Earl Gray Tea. In realtà il bergamotto è una pianta preziosa non solo in cucina ma anche per il nostro organismo. Il succo del suo frutto infatti ha proprietà salutari documentate scientificamente

Succo di bergamotto: proprietà e usi

Dal carattere fiero, forte, amaro, da bravo calabrese, il bergamotto è un agrume da molto tempo utilizzato in vari modi.

Se ne estrae il prezioso olio essenziale, oppure gli spicchi, in pezzetti, danno sapore nelle nostre insalate estive.

Il succo, poi, viene utilizzato in vari modi, primo fra tutti per dare una “punta” di amaro ai succhi di altri frutti.

Molteplici sono le proprietà benefiche e gli usi del succo di bergamotto. Esploriamoli insieme.

 

Succo di bergamotto: proprietà

Vi sono ormai parecchi studi scientifici che confermano quanto la tradizione aveva già intuito: il bergamotto ha parecchie proprietà benefiche e contiene molte sostanze dai comprovati effetti salutari sull’organismo umano. Ecco i principali.

Anticolesterolo. Nel 2009 il Journal of Natural Products ha pubblicato una ricerca scientifica che dimostra come i flavonoidi contenuti nel bergamotto abbiano un’azione molto simile a quella delle statine di sintesi, ovvero bloccare gli enzimi della sintesi del colesterolo.

Altri studi effettuati su pazienti con colesterolo alto dimostrano come l’utilizzo di succo di bergamotto contribuisca anche a ridurre i livelli di LDL, colesterolo “cattivo”, e ad alzare i livelli di HDL, colesterolo “buono”.

Ipoglicemizzante. La Naringenina, polifenolo contenuto nel succo di bergamotto, oltre all’attività “anticolesterolo” appena vista, aumenta l’assimilazione di glucosio nei muscoli e nel fegato, pertanto contribuisce a diminuire i livelli di glucosio nel sangue e a migliorare l’attività dell’insulina.

Anti radicali liberi. Le proprietà antiossidanti del succo di bergamotto si devono ai flavonoidi in esso contenuti, che aumentano l’attività degli enzimi con azione antiossidante, limitano la produzione di radicali liberi sulle pareti dei vasi sanguigni e contrastano i meccanismi infiammatori.

Vitaminizzante. Dato l’elevato contenuto in vitamina C, B1, B2,  chemigliorano l’assorbimento del ferro, il succo di bergamotto è utile nel supporto alle terapie per le anemie.

Stimolante per l’appetito, anti parassiti intestinali. Queste proprietà sono da attribuire alle elevate concentrazioni di acido citrico.

 

Bergamotto: come usarlo in cucina?

 

Succo di bergamotto: usi

Sono ben noti gli usi del succo di bergamotto in gastronomia:

  • Si usa il succo di bergamotto per aromatizzare il tè (è merito suo il retrogusto particolare dell’Earl Grey tea)
  • Per fare un’ottima vinaigrette, insieme a olio, sale ed aceto balsamico, con la quale condire le insalate
  • Per aromatizzare risotti e piatti di pesce
  • Aggiunto a ghiaccio e (poco) zucchero, è ottimo per fare una granita fresca e dissetante

Per sfruttare le proprietà benefiche sull’organismo, si consiglia di assumere 10-20 m di succo di bergamotto diluito in poca acqua circa 20 minuti prima dei pasti.

Se si assumono farmaci o si soffre di patologie acute in atto, è sempre meglio chiedere il parere del medico prima di iniziare ad assumerlo.

 

Il bergamotto: un fitoterapico interessante

Per approfondire:

> Bergamotto, come si mangia

> Bergamotto calabrese, proprietà e benefici

> Bergamotto, origini, proprietà, coltivaizone