Articolo

Cime di rapa: proprietà e come mangiarle

Le cime di rapa sono una verdura a foglia verde che non viene molto utilizzata ma che ha ottime proprietà curative e nutrizionali. Ecco i benefici che apportano al corpo e come mangiarle

Cime di rapa: proprietà e come mangiarle

Le cime di rapa appartengono alla famiglia botanica delle brasicaceae o crucifere come la rucola, i cavoli e il rafano.

Con questo nome vengono classificate più di 30 varietà di rape, piante molto simili tra loro; alcuni generi però sono scelti e coltivati per la loro radice, altri invece per il loro fogliame.

Quelle raccolte nella loro parte aerea appena prima della fioritura sono chiamate appunto cime di rapa.

Il loro sapore è amaro e leggermente piccante e sono tipiche delle ricette tradizionali del Sud Italia; le regioni in cui sono maggiormente coltivate e utilizzate sono la Puglia, il Lazio e la Campania.

 

Proprietà delle cime di rapa

Questa verdura a foglia verde contiene molta acqua sino a superare il 95% del suo peso; inoltre è ricca di clorofilla, pigmento che le dona il suo colore verde intenso.

Le cime di rapa poi sono ricche di vitamine quali la A, la C, quelle del gruppo B, la K e l’acido folico; anche i sali minerali sono abbondanti, come calcio, fosforo, potassio, ferro e zolfo.

La presenza di sali minerali permette di scegliere le cime di rapa per equilibrare l’apporto elettrolitico nel corpo, dopo uno stato influenzale dove abbiamo sudato molto o dopo uno sforzo fisico in cui abbiamo perso liquidi, diventando così un ottimo integratore salino ad effetto rimineralizzante.

In particolare l’apporto di calcio che aiuta a fortificare l’apparato scheletrico, i denti e i tessuti in generale; anche il ferro è un altro minerale essenziale contenuto in questa verdura: se nel condimento aggiungiamo anche succo di limone otterremo un miglior assorbimento di questo minerale.

Inoltre sono disintossicanti e depurative anche grazie all’abbondanza di fibre che regolano il transito intestinale, aiutando la digestione e rendondo questa verdura poca calorica e quindi adatta a chi vuole perdere peso mangiando con gusto.

 

Cime di rapa: coltivazione e uso in cucina

 

Benefici delle cime di rapa

Le vitamine del gruppo B aiutano contro le malattie cardiovascolari e infatti sono protettive di tutto l’apparato cardiaco e dei vasi sanguigni.

La vitamina A aiuta a mantenere la pelle in salute e tonica grazie alla stimolazione della produzione di sebo che garantisce anche idratazione e morbidezza.

Anche la vitamina C aiuta la salute della pelle perché permette la produzione del collagene che crea la struttura stessa del tessuto epidermico; inoltre è un attivatore del sistema immunitario e viene in aiuto contro i malesseri stagionali quali influenza, raffreddore e tosse. 

La vitamina K associata al calcio diviene un abbinamento eccezionale per prevenire problemi alle ossa come l’osteoporosi.

La ricchezza di vitamine in generale rende le cime di rapa degli ottimi antiossidanti con proprietà attive contro i radicali liberi; hanno quindi un effetto benefico contro l’invecchiamento delle cellule e prevengono la formazione di cellule cancerogene, come la presenza di sostanze solforate all’interno delle cime di rapa che ha dato dimostrazione di azioni antitumorali soprattutto nei casi di cancro all’esofago, al colon, alla prostata, al pancreas e al polmone.

Infine la presenza di abbondante clorofilla nelle foglie permette di aiutare l’ossigenazione del corpo e quindi è un fortificante per tutto l’organismo, un antifatica utile nei casi di stanchezza e stress di vario genere.

Le fibre aiutano anche per chi soffre di problemi di glicemia alta grazie al fatto che abbassano l’indice glicemico; infine le fibre e le altre sostanze contenute favoriscono la riduzione del colesterolo e assorbono l’eccesso della bile favorendo così tutto il processo digestivo.

 

Cime di rapa in cucina: come mangiarle

All'ortofrutta le cime di rapa vengono vendute in mazzi e dovranno essere lavate e ripulite dei gambi più duri e fibrosi. Una volta preparate mantenendo le parti tenere e tutte le foglie verdi sarà possibile cucinarle. Solitamente vengono tagliate a pezzi e bollite in acqua.

Le cime di rapa vengono consumate cotte semplicemente a vapore o saltate in padella. Sono ottime nei risotti, negli stufati, nelle torte salate o con altre verdure come le patate.

Tra le ricette più conosciute ricordiamo le orecchiette alle cime di rapa Pugliesi che vedono la loro cottura nella stessa acqua in cui vengono bollite le orecchiette.

Le ricette a base di cime di rapa vedono l’uso abbinato di altri ingredienti tipici delle terre meridionali come i capperi, l’aglio, il peperoncino, le olive e le acciughe.

Ricordiamo di cucinarle soltanto per pochi minuti in modo da preservare le sostanze benefiche visto che le alte temperature eliminerebbero molte vitamine e antiossidanti: una semplice scottata in padella o una veloce scottatura in acqua saranno sufficienti. Come contorno vengono condite con succo di limone, olio di oliva extra vergine e sale: piatto semplice e gustoso.

 

Cime di rapa, ricette semplici e salutari