Articolo

5 ricette con le cime di rapa

Buone, nutrienti, preziose e versatili, non se ne può fare a meno! Ecco qui cinque ricette vegetariane, trasformabili anche in ricette vegane, per gustare questa verdura al meglio!

5 ricette con le cime di rapa

Buone e sane come le cime di rapa

Ecco cinque ricette a base di cime di rapa, ottime e salutari. Ricordatevi: contengono vitamine come la vitamina A, la B2 e la C e sono ricche di minerali preziosi, calcio, fosforo e ferro; verdure a foglia verde insostituibili per certi piatti tipici, le cime di rapa fanno bene, sono disintossicanti e antiossidanti naturali.

 

Bruschette con cime di rapa e mozzarella

Ingredienti:

> 6 fette di pane di semola di grano duro;
> cime di rapa fresche scottate;
> una mozzarella ( di bufala, di latte vaccino, oppure anche la stracciatella o burrata);
> olio evo pugliese;
> sale, peperoncino, una fesa di aglio.

Preparazione
Passare le fette di pane in una padella o al forno per farle lievemente tostate
; quindi passare le cime di rapa in una padella con un cucchiaio di olio evo, una fesa di aglio schacciata, olio e peperoncino a piacere.

Saltare per qualche minuto a fiamma vivace, togliere l'aglio quindi mettere le cime di rapa sulle fette di pane ancora caldo. Terminare con la mozzarella scelta a pezzetti, ben fredda e servire subito. 

 

Leggi anche Cime di rapa, come pulirle e cuocerle >>

 

Pesto con le cime di rapa, noci e pistacchi

Ingredienti per 4 persone: 

> un mazzo di cime di rapa ricche di infiorescenza;
> una manciata di pistacchi senza buccia;
> una manciati di gherigli di noce;
> un paio di scaglie di pecorino stagionato;
> sale, pepe, olio evo;
> mezzo spicchio di aglio.

Preparazione
Pulire e lavare bene le cime di rapa, metterle in un mixer o frullatore i pistacchi sbucciati, le noci, le cime di rapa, l'aglio, une un paio di cucchiai di olio evo, le scaglie di pecorino e frullare tutto insieme formando una crema corposa e densa.

Quindi aggiustare di sale e pepe. Fare cuocere la pasta e, qualche minuto prima di scolarla molto al dente, fare cuocere per tre/quattro minuti il pesto così ottenuto in una padella capiente. Versarvi quindi la pasta scolata, fare saltare ancora un paio di minuti e servire bollente con altro olio a crudo se piace.

 

Risotto alle cime di rapa

Ingredienti per 4 persone: 

> cime di rapa fresche, le infiorescenze e le foglioline più tenere;
> 8 pugni di riso a chicco grosso, come Arborio o Carnaroli;
> uno scalogno;
> brodo vegetale preparato con gli scarti delle cime di rapa, una carota, una cipolla;
> sale, pepe, olio evo;
> formaggio grana grattugiato.

Preparazione
Soffriggere in poco olio lo scalogno tritato con le cime di rapa pulite, ben lavate e sminuzzate; unire il riso e fare soffriggere per qualche minuto, quindi sfumare a piacere con mezzo bicchiere di vino bianco (facoltativo).

Aggiungere via via brodo vegetale bollente, aggiustare di sale e lasciare cuocere a fuco vivace per il tempo indicato. Scolare al dente, mantecare con un cucchiaio di olio e una manciata di grana grattugiato, aggiungere pepe nero macinato fresco e servire ben caldo. 

 

Vellutata di cime di rapa

Ingredienti per 4 persone: 

> un mazzetto di cime di rapa (solo i gambi, le foglie e le infiorescenze usatele per altre ricette!);
> una patata, una carota, una cipolla, una piccola gamba di sedano;
> brodo vegetale;
> olio evo;
> formaggio grattugiato, crostini, pepe e sale.

Preparazione
Lavare bene i gambi delle cime di rapa e tagliarli a rondelle. Fare soffriggere in una pentola capiente un paio di cucchiai di olio con la cipolla, la carota e il sedano tritati, quindi unire la patata e i gambi di cime di rapa.

Aggiungere brodo vegetale bollente fino a coprire bene il tutto, lasciare cuocere semicoperto per circa mezz'ora. Frullare quindi con il frullatore a immersione e servire con il formaggio grattugiato preferito, crostini e un filo di buon olio pugliese.

 

Focaccia con i friarielli o cime di rapa

Ingredienti per la pasta:

> mezzo chilo di farina 0;
> mezzo cubetto di lievito di birra
> 200 ml di acqua circa;
> un pizzico di zucchero integrale di canna o mezzo cucchiaino di miele;
> 2 bei pizzichi di sale.

Per guarnire: 

> Un bel mazzo di friarielli puliti, scottati e ben scolati; se non li trovate usate pure le cime di rapa;
> sale rosa dell'Himalaya, olio evo;
> peperoncino secco ( facoltativo).

Preparazione dell'impasto
Intiepidire (non più di 40° C) l'acqua, versare il miele o il pizzico di zucchero e sciogliervi il mezzo cubetto di lievito. Nel frattempo versate la farina sulla spianatoia, formando un buco in centro, in cui andrete ad aggiungere il lievito disciolto e il sale. Impastare per circa 10 minuti, ottenendo una pasta morbida ed elastica, che lascerete lievitare in un luogo tiepido, dentro una ciotola, con sopra un cannovaccio.

Dopo le due ore, prendere l'impasto, schiacciarlo, piegarlo in quattro e lasciarlo a riposo ancora un'ora almeno. Quindi, accendere il forno a 250°C e stendere la focaccia in una bella teglia capiente rivestita di carta da forno. Ungerla leggermente con olio evo formando i classici buchi e ricoprirla di friarielli; a piacere terminare con un paio di pizzichi di sale e del peperoncino secco a rondelle. Cuocere per circa 20 minuti o fino a doratura, controllando di tanto in tanto. Servire ben calda.

I friarielli (Brassica rapa sylvestris) sono una verdura tipica campana, di fatto le piccole infiorescenze stesse delle cime di rapa, accompagnate dalle prime quattro, cinque foglie più tenere. 

 

Leggi anche Cime di rapa, coltivazione e uso in cucina >>