Articolo

Amaranto soffiato, l'alternativa ai pop corn

Amaranto, nome stupendo che deriva dal greco e significa "che dura per sempre": se con questo cereale però preparate i pop corn, non dureranno a lungo nel piatto! Ecco come fare

Amaranto soffiato, l'alternativa ai pop corn

Senza glutine, senza grassi, gustosi e sfiziosi, divertenti piccole palline bianche, ideali anche per i bambini: sono i pop corn di amaranto!

Per prepararli bastano cinque minuti del vostro tempo, un sacchetto o 50 grammi di semi di amaranto, una padella antiaderente con il suo coperchio e un cucchiaio di legno. Ecco come fare.

 

La ricetta dei pop corno di amaranto

Ingredienti:
> un cucchiaio di semi di amaranto
> spezie a piacere

Preparazione: scaldare la padella per circa tre minuti a fuoco medio, coprendo con il coperchio. Quando la padella sarà davvero ben calda - questo è il segreto per una buona riuscita della ricetta - versare il cucchiaio di semi di amaranto, mantenendo la fiamma alta, coprendo e girando spesso per non bruciare i semini.

Non riuscirete neanche a contare fino a dieci che i semi inizieranno a scoppiettare allegramente, quindi rimuoverli immediatamente e trasferirli in una ciotola, condendoli a piacere con sale e spezie oppure dolcificandoli.

Si possono preparare così, soffiandoli, e poi conservare per quasi due settimane in un vaso a chiusura ermetica, utilizzabili come ingrediente per torte o dolci, nelle minestre e per farne barrette energetiche o da aggiungere ai cereali della prima colazione.

 

Amaranto, 3 ricette naturali e sfiziose

 

Barrette con amaranto soffiato

Ingredienti:
> amaranto soffiato
> 3/4 cucchiai di fiocchi di avena pestati
> frutta secca a piacere
> un cucchiaio di miele
> un cucchiaio di malto

Preparazione: una volta preparato l'amaranto soffiato, mescolatelo con i fiocchi di avena leggermente pestati o triturati, frutta secca a piacere ugualmente sminuzzata. Versatevi i cucchiai di miele e di malto, precedentemente sciolto a bagnomaria.

Mettete quindi il tutto in una teglia rivestita di carta forno, livellando la superficie e cuocere a 150° per circa 30 minuti. Una volta raffreddato il tutto si possono tagliare le barrette, conservandole per qualche giorno in una scatola di plastica o di latta.

 

Origini e proprietà dell'amaranto

Originario del Centro America, ultimamente apprezzato anche in Europa come ingrediente salutare in zuppe e minestre, ma anche per piatti unici e cous cous vegani o vegetariani, contorni, antipasti.

Un alimento un tempo molto usato dagli Aztechi e dagli Incas, è ricco di proteine di alta qualità e di lisina, un amminoacido essenziale fondamentale, soprattutto per le diete vegane e vegetariane.

Tra le ricette a base di amaranto si annoverano anche gli gnocchi di amaranto e il latte di amaranto.

 

Semi di amaranto, ecco altre proprietà e usi