Articolo

Cime di rapa, 3 ricette semplici e salutari

La pasta con le cime di rapa nella versione purista, salutari panzerotti al forno e uno sformatino veg delicato: la cima di rapa è la regina della cucina pugliese, ma non solo! Ecco qualche semplice ricetta

Cime di rapa, 3 ricette semplici e salutari

Passeggiando tra le bancarelle del mercato in una fredda mattina di novembre, non è possibile rimanere indifferenti davanti alle cassette di frutta e verdura.

Tra gli agrumi e le cipolle, eccole là, verdi, profumate, cariche di squisite infiorescenze carnose: le cime di rapa.

Chi è pugliese, certo, ce le ha nel sangue; ma anche per chi non lo è, è facile innamorarsi di questa stupenda e versatile verdura, tipica della cucina mediterranea.

E se credete di condirci solo la pasta, vi sbagliate di grosso. Ecco a seguire qualche semplice ricetta con le cime di rapa che arriva direttamente dalla terra dei trulli, rivisitata nella versione leggera e salutare.

 

1. Pasta con le cime di rapa

Ingredienti per 4 persone:
> 1 bel mazzetto di cime di rapa freschissime,
> 3 hg circa di pasta (qui potrete scegliere tra le classiche orecchiette o gli strascinati, meglio se freschi, o pasta dura tipo spaghetti trafilati al bronzo),
> ottimo olio extravergine d'oliva spremuto a freddo e pugliese.

Per chi desidera "inquinare" un po' la purezza della combinazione olio, pasta, cime di rapa, esiste la variante che prevede anche l'aglio e il peperoncino, quindi, nel caso, procurateveli.

Procedimento: pulire per bene le cime di rapa, utilizzando le cimette, le foglioline più fresche e tenere a pezzetti e i rametti più delicati incisi con una croce al centro per facilitare la cottura. Prendete una pentola capiente, riempitela di acqua e verstatevi le cime; portate a bollore e lasciate cuocere per circa cinque minuti.

A questo punto mettete il sale e la pasta scelta. Lasciate cuocere per il tempo indicato e scolare il tutto. Condire con l'olio extravergine d'oliva, come prevede la ricetta purista, e servite bollenti. Solo così si apprezzerà davverò il gusto di ingredienti semplici e il sapore unico di un'ottima pasta. Ma se piace aggiungete anche una fesa di aglio schiacciata, che poi andrete a togliere, e del peperoncino rosso fresco, secco o conservato sott'olio.

orecchiette cime rapa

 

2. Sformato con le cime di rapa

Ingredienti per uno sformato per 4/6 persone:
> 500 gr di cime di rapa già pulite,
> 200 gr di ricotta vaccina,
> 2 uova,
> 80 gr di parmigiano grattugiato,
> 1 spicchio d'aglio schiacciato,
> sale e pepe,
> pane grattugiato,
> peperoncino.

Procedimento: cuocere in acqua bollente leggermente salata le cime di rapa per una decina di minuti. Scolare quindi il tutto, sminuzzare i gambi e le foglie più grandi e saltare in padella con un goccio di olio, sale, pepe, peperoncino e l'aglio schiacciato, che andrete poi a togliere.

Mettere in una ciotola la ricotta, il parmigiano grattugiato, due tuorli d'uovo (nel frattempo avete sbattuto a neve gli albumi) salate leggermente e amalgamate il tutto. Aggiungete quindi le cime di rapa lasciate raffreddare e per finire gli albumi d'uovo montati a neve, mescolando molto delicatamente dall'alto verso il basso per non smontarli.

Prendete una teglia antiaderente, può andare benissimo quella usata per il plum cake, versarvi un goccio d'olio e ricopritela con del pane grattugiato; versatevi tutto il composto e fate cuocere per circa 20/30 minuti a 175°C.  Servire ben caldo, magari accompagnando con due patate al forno.

sformato cime rapa

 

3. Panzerotti al forno con le cime di rapa

Ingredienti per circa 10 panzerotti:
per la pasta servono:
> 1/2 Kg di farina 0,
> 1/2 cubetto di lievito di birra,
> 200 ml di acqua circa,
> 1 pizzico di zucchero integrale di canna o mezzo cucchiaino di miele,
> 2 bei pizzichi di sale;

per il ripieno servono:
> 200 gr di cime di rapa,
> 2 pomodorini,
> 1 cipolla bianca,
> olio extravergine d'oliva

se non volete fare la versione vegana utilizzate una mozzarella fior di latte.

Procedimento: intiepidire (non più di 40° C) l'acqua, versare il miele o il pizzico di zucchero e sciogliervi il mezzo cubetto di lievito. Nel frattempo versate la farina sulla spianatoia, formando un buco in centro, in cui andrete ad aggiungere il lievito disciolto e il sale. Impastare per circa 10 minuti, ottenendo una pasta morbida ed elastica, che lascerete lievitare in un luogo tiepido, dentro una ciotola, con sopra un cannovaccio.

Dopo le due ore, prendere l'impasto, formare un salsiccione grande da cui ricaverete una decina di palline; lasciatele lievitare infarinate ancora per un'ora circa, sulla spianatoia coperta con uno strofinaccio o della pellicola. Nel frattempo preparate il ripieno, stufando in una pentola capiente le rape con un goccio di olio, la cipolla tagliata a fettine sottili, i due pomodori a cubetti.

Lasciare raffreddare e unire la mozzarella a cubetti, se piace. Stendere quindi le palline con il mattarello, formando dei cerchi di pasta, al centro della quale metterete un cucchiaio abbondante di composto, chiudere a mezza luna, avendo l'accortezza di unire bene i due lembi di pasta spennellando con un goccio di acqua fredda. Adagiare i panzerotti su una teglia da forno rivestita di carta oleata, fare cuocere per circa 15 minuti a forno bollente, 250°C. Servire bollenti!

panzerotti

 

Scopri le rape tra le verdure di novembre

 

Per approfondire:

> Rapa: proprietà, valori nutrizionali, calorie

> Rapa: descrizione, proprietà, benefici

> Rapa, le varietà e i benefici