Articolo

Peperoni e digeribilità

I peperoni sono una classica verdura estiva ben conosciuta e apprezzata. Putroppo però molte persone fanno fatica a digerire i peperoni. Andiamo a conoscere più da vicino le ragioni di perchè risultano indigesti e come possiamo renderli invece più digeribili ...

Peperoni e digeribilità

Li troviamo in tantissime ricette estive, amiamo il loro sapore e apprezziamo anche le proprietà benefiche che i peperoni portano all'organismo: ad esempio, mangiare peperoni aiuta a ridurre i livelli di colesterolo, a sostenere il fegato, aiuta contro la stipsi, è un diuretico naturale e un eccellente antiossidante utile per combattere l’invecchiamento del nostro corpo. 

Purtroppo però molte persone non digeriscono il peperone. Andiamo a conoscere perché i peperoni sono poco digeribili e come possiamo fare per mangiarli senza troppe complicazioni.

 

Peperoni, seguire la stagionalità

Il peperone è una verdura estiva e quindi seguendo la natura è bene mangiarla soltanto nella stagione calda. Questo perché il peperone appartiene alla famiglia delle solanaceae come il pomodoro, le patate e le melanzane tutte piante che producono i loro frutti in estate.

Questa famiglia di ortaggi contiene al loro interno una sostanza chiamata solanina che ad alte dosi è tossica. I peperoni verdi contengono molta solanina mentre quelli che raggiungono il colore rosso o giallo di maturazione ne contengono molta meno.

Questa sostanza è presente maggiormente, quindi, nei peperoni non maturi e anche in quelli che compriamo fuori stagione perché coltivati in serra e quindi con meno sole. Proprio il sole e il clima estivo permette durante la maturazione una discesa dei livelli di solanina nei frutti.

Molte persone scoprono di avere intolleranze proprio alle solanacee e in particolare ai pomodori e alle patate perché sono molto consumati e nel arco di tutto l’anno anche fuori stagione. Tornando ai peperoni, la scelta del colore rosso e giallo e del giusto punto di maturazione permette quindi una migliore digeribilità del peperone stesso.

 

Leggi anche Digestione in estate, 3 regole per favorirla >>

 

Come pulire correttamente i peperoni

I peperoni contengono nella parte centrale dei filamenti, dei semi e altre parti di colore bianco. Queste parti vanno tutte eliminate perché appunto sono non digeribile dal nostro intestino. Con un coltello sarà quindi necessario tagliare il peperone a metà e togliere queste parti bianche che si trovano lungo le linee centrali dell'interno del peperone. 

 

Come tagliare i peperoni

Sembrerà incredibile ma anche il modo in cui tagliamo i peperoni sembra possa influenzare la loro digeribilità. Infatti il taglio orizzontale e con spessore di pochi centimetri è il miglior modo per preparare il peperone.

Sembra infatti che questo orientamento del taglio aiuti a spezzare la fibra della polpa del peperone e quindi le molecole interne sono già più facilmente digeribili dal nostro corpo perché i legami sono già spezzati. Anche usare un frullatore per preparare il peperone in creme e salse è un altro modo per rompere il tessuto del peperone e renderlo digeribile.

 

Peperoni, meglio togliere la buccia

Anche la pelle del peperone è un altra parte poco digeribile perché è fatta principalmente di fibra e il nostro corpo non può elaborarla e digerirla.

Gli animali hanno speciali enzimi per poter trasformare e utilizzare la fibra dei vegetali. L’uomo, invece, non può farlo e queste fibre servono nell'intestino per pulire il tratto e far funzionare meglio la motilità intestinale.

Comunque, la fibra della buccia del peperone è cellulosa e soprattutto quella del peperone non maturo è veramente pesante per la digestione.

Solitamente è possibile toglierla sbucciando il peperone o in modo ancora più semplice possiamo cuocere a fuoco vivo su una piastra o alla griglia in modo che la buccia venga separata dalla polpa. Molte ricette vedono infatti la cottura del peperone in modo da togliere la buccia.

 

Peperone e altri alimenti

Anche le combinazione con gli altri ingredienti influenza la digeribilità del peperone: se associamo nello stesso piatto carne e peperoni o formaggio e peperone la nostra digestione potrebbe impiegare ore prima di poter elaborare questi cibi.

Buone combinazioni alimentari con i peperoni possono essere altri tipi di verdure o con una modesta porzione di legumi. Anche con i cereali integrali è consigliato associare il peperone anche se comunque mangiato da solo è sempre più facile da digerire.

La frittura del peperone è anche essa "indigesta" sia a causa di quanto si è detto sul peperone, sia per l’olio utilizzato che si trasforma in sostanze poco digeribili. Meglio prepararlo al forno o in padella ma la migliore scelta rimane il tagliarlo orizzontalmente e mangiarlo crudo con sale ed olio.

Sembra inoltre che aggiungere un po’ di succo di limone nelle insalate dove sono presenti i peperoni a fette renda il tutto più digeribile.
Alcuni consigliano persino di cucinare i peperoni non spicchi di mela dato che quest'ultima porta zucchero all’interno della ricetta e ciò facilitala digestione del peperone.

 

Leggi anche Come digerire le fibre, ecco qualche suggerimento >>

 

Foto: Ornella Bonomini / 123rf.com