Articolo

Il seitan fatto in casa: la ricetta

Ecco la ricetta del seitan fatto in casa, alimento ultimamente tanto dibattuto per la questione dieta veg e intolleranze: vediamo come si prepara e i consigli d'uso

Il seitan fatto in casa: la ricetta

Una delle questioni più all'ordine del giorno, riguardanti la dieta vegana e vegetariana, è quella se il seitan faccia bene o male alla salute.

Il punto in questione è la connessione seitan-glutine-intolleranze. Per scongiurare il pericolo celiachia e intolleranze, il consiglio è, in breve, quello di non abusare di seitan, ovvero di consumarlo non più di due volte a settimana.

Leggendo queste righe, imparerete ad autoprodurrre il seitan sì, ma imparerete anche che lo si può utilizzare come ingrediente costituente del "muscolo di grano", che non è glutine al 100%, e che si può alternare, nel corso della settimana, anche ad altre fonti proteiche, come tofu, legumi, tempeh, senza cadere nel rischio di intolleranze o altro problemi di salute.

 

Ricetta del seitan fatto in casa

Ingredienti per 500 grammi di seitan:
> mezzo chilo di farina manitoba (si può anche provare con mezzo chilo di farina manitoba e mezzo integrale);
> sedano,
> carote,
> zucchine,
> salsa di soia,
> sale marino integrale e olio extravergine d'oliva.

Procedimento: formare un impasto con un pizzico di sale, farina e via via dell'acqua, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formate una palla e lasciatela a riposo per circa 20 minuti a temperatura ambiente. Ora si procede al lavaggio del composto ottenuto, utilizzando uno scolapasta: lavando la pasta, con acqua corrente alternata fredda e calda, la stessa pasta si scioglie in tutta la sua parte solubile, fino a che non diventa bianca; si procede ad ulteriori lavaggi fino a che l’acqua diventa quasi limpida.

Quello che rimane nel colapasta è un seitan "pulito", che si lascia asciugare per bene e che si può utilizzare come base da mescolare con altri ingredienti (come con i legumi, per ottenere il muscolo di grano, per esempio).

L'ultima fase è quella di cottura, per cu si mette il seitan così ottenuto e asciutto avvolto in un canovaccio come fosse una grande caramella, legata con spago alle estremità, poi immerso nel brodo vegetale precedentemente preparato con gli ingredienti indicati o con altre verdure di stagione, alghe o spezie.

Si lasciar cuocere per circa 50/60 minuti (o 30/40 minuti circa utilizzando una pentola a pressione). Si scola e si lascia raffreddare, conservandolo in frigo in contenitori ermetici per tre/quattro giorni.

 

Quando e come usare il seitan

Il seitan è un prodotto ottimo per la dieta vegana e vegetariana, versatile e comodo da usare; va considerato anche che nutrizionisti ed esperti consigliano generalmente di non abusare di seitan, consumandolo un paio di volte a settimana, preferendogli tofu e tempeh, oppure, come indicato, rendendolo parte di altre ricette, impastandolo insieme a verdure per le polpette veg, oppure con legumi e farine di legumi per il muscolo di grano.

Ricordate che un buon polpettone si può fare anche semplicemente con fagioli, noci, castagne, per esempio nel gustoso roast nut!

 

Le ricette con il seitan