Metabolismo acido-base, perché è importante

Anche lievi alterazioni dell’equilibrio acido-base possono comportare disturbi alla salute come affaticamento, dolori muscolari e confusione; ma cos’è l’equilibrio acido-base? Cosa possiamo fare per mantenerlo? Scopriamolo insieme!

omeostasi

Credit foto
©dolgachov -123rf

Garantire l’omeostasi di alcuni parametri corporei è fondamentale per mantenersi in salute. A questo aspetto è imputato un raffinato sistema di controllo interno, che, tuttavia, possiamo migliorare attraverso le nostre scelte alimentari e il nostro stile di vita. Vediamo come.

 

Cos’è l’omeostasi

L’omeostasi è il mantenimento costante di alcune condizioni interne dell’organismo, necessarie per la sopravvivenza e per una corretta funzionalità del corpo umano.

Ne sono un esempio:

  • la temperatura corporea;
  • la pressione arteriosa;
  • i livelli di zucchero nel sangue;
  • i livelli di ossigeno;
  • i livelli ormonali e i livelli di acido


i cui valori vengono costantemente e strettamente monitorati al fine di garantire la sopravvivenza e la salute.


Quando uno di questi si alza o abbassa eccessivamente, il sistema di controllo interno, che coinvolge principalmente ormoni e sistema nervoso, interviene per riportare l’omeostasi.

 

Cos’è l’equilibrio acido-base e perché è importante

Tra i fattori fondamentali per il mantenimento di un buon stato di salute vi è l’equilibrio acido-base: il sangue necessita di livelli adeguati di composti acidi e basici (alcalini) per funzionare in maniera efficiente e i reni e i polmoni sono gli organi principalmente coinvolti nel mantenimento di questo equilibrio.

Un aumento dei composti acidi provoca una riduzione eccessiva del pH, al contrario, un aumento dei composti alcalini ne provoca un eccessivo aumento, causando rispettivamente acidosi (eccessiva acidità) o alcalosi (eccessiva basicità) del sangue.

Anche lievi alterazioni dell’equilibrio acido-base possono comportare disturbi alla salute più o meno significativi, come affaticamento, dolori muscolari, intorpidimento, confusione, respiro accelerato, nausea e vertigini.
Come possiamo fare per mantenerlo?

 

Come mantenere l’equilibrio acido-base

Uno stile di vita sano e un’alimentazione varia, equilibrata e nutriente sono alla base di un buon stato di salute e molto utili anche per garantire l’equilibrio acido-base.

Infatti, ogni alimento presenta caratteristiche acide, basiche o neutre e alternarli regolarmente nella propria dieta risulta la strategia migliore affinchè il pH del nostro organismo non venga sbilanciato.

Tra gli alimenti prevalentemente acidi troviamo:

  • Carne;
  • salumi;
  • pesce;
  • uova;
  • formaggi;
  • cereali raffinati;
  • zucchero;
  • caffè;
  • alcol.


Mentre tra gli alimenti di natura basica troviamo:

  • Frutta;
  • verdura;
  • cereali integrali.

 

Integratori utili per l’equilibrio acido-base

Sebbene praticare regolarmente attività fisica, riposare a sufficienza ed alimentarsi in maniera adeguata siano la principale forma di prevenzione e, quindi, fondamentali anche per il mantenimento dell’equilibrio acido-base, in alcuni casi potrebbero non essere sufficienti.

Infatti, ad oggi, molti alimenti come frutta e verdura, a causa dei processi di produzione, risultano notevolmente impoveriti di importanti nutrienti, che si riducono ulteriormente in seguito ad alcune modalità di raccolta, conservazione e cottura.

In questo senso, l’assunzione di specifici integratori sotto il consiglio del proprio medico e affiancati sempre ad un’alimentazione sana ed equilibrata, potrebbe scongiurare il rischio di deficit nutrizionali e migliorare l’equilibrio acido-base, fondamentale per il mantenimento di un buon stato di salute.

Gunabasic di GUNA, ad esempio, è un integratore ricco di minerali come lo zinco, il magnesio e il potassio, coinvolti proprio nel metabolismo acido-base.

Inoltre, contiene estratti vegetali di carota, finocchio ed ortica, che favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso ed estratto di tarassaco che contribuisce alle funzioni depurative dell’organismo.

È privo di glutine, quindi, adatto anche in caso di sensibilità al glutine o celiachia e dolcificato con stevia ​​​​​​​che, rispetto alla maggior parte degli edulcoranti in commercio, non comporta effetti collaterali gastrointestinali.
 

Credit video
Montaggio: Claudio Lucca

Bibliografia e fonti

Acid-Base Homeostasis, Clinical Journal of the American Society of Nephrology

Understanding Acid-Base Disorders, The Ulster medical journal

Physiology, Metabolic Alkalosis - Joshua E. Brinkman; Sandeep Sharma

Clinical manifestations and evaluation of metabolic alkalosis - Michael Emmett
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio