Articolo

Moringa oleifera per la cura del cavo orale

Salute del cavo orale: come supportarla con la Moringa oleifera.

Moringa oleifera per la cura del cavo orale

Avere cura del proprio cavo orale, ponendo attenzione al rispetto delle norme igieniche, è una buona abitudine da adottare nel quotidiano, per preservare al meglio la salute di denti e bocca. In aggiunta a ciò, è possibile trovare in natura degli alimenti che sostengono il benessere del cavo orale, uno di questi è la Moringa oleifera.

La Moringa oleifera ha un'azione antinfiammatoria grazie a sostanze contenute nei semi e nelle foglie, i quali, sottoposti a studi chimici, hanno confermato l’efficacia della pianta nel trattamento delle infiammazioni associate a patologie e disturbi dell’organismo.

Questi risultati indicano che l’attività antinfiammatoria dei composti biochimici presenti nella Moringa oleifera può contribuire a migliorare la patogenesi di malattie infiammatorie croniche associate, grazie alla massiccia presenza di isotiocianati, flavonoidi, terpenoidi, glicosidi, tannini, saponine, biofenoli, che hanno proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti, antiossidanti, antibatteriche e antivirali.

Moringa oleifera e vitamina C
La vitamina C contribuisce alla formazione di collagene favorendo ed accelerando la cicatrizzazione in caso di afte, ulcere e stomatiti dovute dall’utilizzo di apparecchi dentali o protesi dentarie.

Inoltre, offre un contributo significativo nel post-operatorio in quanto facilita la formazione del tessuto connettivo della cicatrice, aumenta la resistenza dell’organismo, rafforza la funzione dei fagociti ed aumenta la produzione di anticorpi.

Ad esempio, è stato osservato che il sanguinamento gengivale aumenta in corrispondenza di una dieta povera di vitamina C e che ritorna alla normalità con una dieta equilibrata. È determinante, pertanto, la vitamina C durante i processi di cicatrizzazione e di guarigione nei 15 giorni successivi a qualsiasi intervento orale.

Si potrebbe concludere che una somministrazione di elevati livelli di vitamina C favorisce la guarigione dei tessuti gengivali con riduzione della tendenza al sanguinamento.

Moringa oleifera e vitamina D
La resistenza dei denti e delle ossa dipende dalla loro mineralizzazione; la vitamina D regola l’assorbimento del calcio, i suoi livelli nel sangue e la mineralizzazione proprio di denti ed ossa. È stato inoltre dimostrato che la vitamina D può avere un impatto positivo sulla salute orale grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e che l’assunzione di vitamina D in associazione all'assunzione di calcio può proteggere contro la progressione della malattia parodontale.

Diversi autori riportano, infatti, l’importanza di una corretta integrazione con Vitamina D per aumentare la densità minerale ossea e diminuire il sanguinamento gengivale, con conseguenti infiammazioni orali.

Moringa e vitamina K
La vitamina K stimola il metabolismo dell’osso producendo l’osteocalcina, che svolge un ruolo fondamentale nei meccanismi di mineralizzazione dell’osso. Un maggiore apporto di Vitamina K sarebbe di aiuto in seguito all’osteo-integrazione della protesi dentaria in quanto faciliterebbe l’azione degli osteoblasti nella formazione dell’osso.

Moringa oleifera e zinco, ferro e calcio
Un apporto di zinco e ferro rafforza il sistema immunitario e soprattutto riduce l'incidenza di lesioni della mucosa orale, mentre il calcio evita la perdita di osso alveolare e di supporto intorno ai denti; una carenza di tali sali minerali espone il cavo orale a maggiori processi infiammatori ed infettivi a carico del tessuto gengivale.

In conclusione, oltre a un'adeguata igiene quotidiana e un'attenta cura del proprio cavo orale, può essere d'aiuto completare la propria alimentazione con integratori naturali che favoriscano la protezione della bocca, come gli integratori con Moringa oleifera, e le informazioni riportate e dimostrate ci portano a suggerire la Moringa oleifera.


Leggi anche Il colluttorio naturale fai-da-te >>