Cirmolo: proprietà e benefici

Il cirmolo è una conifera che cresce spontanea sulle Dolomiti e il cui legno è utilizzato per la costruzione di mobili e complementi d’arredo e per le sue proprietà benefiche per la salute del suo olio essenziale.

cirmolo

Credit foto
©Chalermchai Chaitaweep / 123rf.com

  1. Cirmolo, caratteristiche e utilizzo della pianta
  2. Le proprietà del circmolo per la salute

 

Cirmolo, caratteristiche e utilizzo della pianta

Il cirmolo, o pino cembro (Pinus cembra L), è un albero diffuso sulle nostre Alpi e zone montane dell’Europa centrale dove lo si può facilmente trovare intorno ai 1800 e i 2000 metri.

 

Si tratta di una conifera che può raggiungere i 25 metri di altezza e che può vivere fino a 1000 anni, resistendo a temperature molto rigide, fino a -40° C, -50° C.
Pianta longeva e resistente, il cirmolo ricopre diverse fasce boschive nelle foreste dell’Alto Adige, dove occupa il 5% delle aree verdi e il suo legno è ampiamente utilizzato per la produzione di mobili e complementi d’arredo delle Dolomiti.

 

Il legno del cirmolo è un legno tenero, leggero, di facile lavorazione e difficilmente attaccabile da parte delle tarme, caratteristiche che lo rendono adatto alla realizzazione di opere dell’artigianato.

 

Secondo le leggende, il legno di cirmolo andrebbe lavorato durante la fase calante della luna, poiché in questo modo non si piega e gli oggetti realizzati sarebbero più durevoli: per questo motivo, tradizionalmente il legno di cirmolo è chiamato legno lunare.

 

Oltre ad essere utilizzato per costruire letti, cassapanche, rivestimenti per le stube e alti oggetti, il legno di cirmolo è impiegato anche per le sue proprietà benefiche, poiché intriso di olio essenziali e resine balsamiche.

 

Gli estratti di cirmolo vengono inoltre usati per realizzare fitocosmetici e per aromatizzare ricette culinarie, tra cui lo strudel, dolce tipico delle Dolomiti.

 

Proprietà del cirmolo per il benessere e la salute

Il legno di cirmolo, o pino cembro, contiene un olio essenziale e resine balsamiche che gli conferiscono proprietà benefiche per la salute.

 

 

Come molti oli essenziali, anche quello estratto dal cirmolo possiede azione antibatterica e il suo uso può essere utile per purificare gli ambienti domestici se diffuso nelle stanze della casa.

 

Le proprietà antibatteriche, unite a quella espettorante e rilassante, fanno poi dell’olio essenziale di cirmolo un ottimo alleato in caso di tosse, raffreddore e disturbi respiratori.

 

Per lenire i sintomi influenzali grazie all’olio essenziale di cirmolo è sufficiente utilizzare qualche goccia di essenza per effettuare suffumigi, oppure da diluire in un cucchiaio di olio vegetale che verrà poi usato per massaggi al torace e sulla schiena.

 

I massaggi con olio essenziale di cirmolo sono utili anche nel caso in cui si faccia fatica a prendere sonno e a rilassarsi, o per trattare tensioni e crampi muscolari.

 

Per migliorare il sonno si possono anche versare un paio di gocce di olio essenziale di cirmolo sul cuscino: questa essenza sembra essere in grado di rallentare la frequenza cardiaca, calmando ansia e agitazione. 

 

In commercio esistono anche guanciali la cui imbottitura è arricchita con trucioli di legno di cirmolo, dall’azione calmante e rilassante. 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio