Articolo

Equiseto, l’alleato contro la ritenzione idrica

Con l'estate che arriva questa buffa piantina, nota anche come "coda cavallina", può risultare più che utile: ecco perché l'equiseto può rivelarsi un buon alleato contro la ritenzione idrica

 Equiseto, l’alleato contro la ritenzione idrica

L’equiseto per prevenire la cellulite

Diverse sono le piante utilizzate nelle varie terapie naturali per la prevenzione e cura della ritenzione idrica e cellulite, l’equiseto - horsetail in inglese, proprio perchè ricordano un po' la coda del cavallo - è una di queste, assieme appunto a edera, amamelide, centella, echinacea, lavanda, rusco, calendula, fucus e non solo. 

L’equiseto, scientificamente noto come Equisetum arvense, è una pianta spontanea che si diffonde tra prati umidi e luoghi incolti e che si può anche facilmente coltivare a casa propria, nell'orto o in un mini-giardino.

Si raccoglie da giugno a settembre e si fa essiccare al sole, conservandolo poi in un barattolo a chiusura ermetica e utilizzandolo sia per preparati ad uso interno che esterno.

Vediamo come si può utilizzare.

 

Uso dell’equiseto contro la ritenzione idrica

> Uso interno. L’equiseto si impiega internamente per infusi, decotti o tintura madre; viene venduto in vari preparati erboristici, spesso anche sotto forma di polvere o estratto secco.

Per un semplice e blando uso interno, si consiglia per esempio, di preparare un infuso o tisana di equiseto usando un paio di cucchiaini scarsi di erba secca per una tazza di acqua, lasciandolo in infusione almeno 7-8 minuti. 

> Uso esternoEsternamente il decotto si può usare per farne bagni e impacchi, ma non solo.

Per quanto riguarda l’uso specificamente topico, per ottenere risultati visibili, si consiglia l’applicazione di creme, oli, pomate a base di equiseto almeno una volta al giorno, per 30 giorni, accompagnando l’applicazione con un massaggio contro la ritenzione idrica o automassaggio di almeno 15 minuti. 


Leggi anche Caduta dei capelli, i rimedi erboristici >>

 

Proprietà dell’equiseto

Le proprietà dell’equiseto strettamente connesse alla bellezza e salute dell’organismo si possono riassumere in diuretiche e depurative; per questo l’equiseto è considerato un buon alleato per sconfiggere la ritenzione idrica, che può essere causa di uno dei pi odiati e temuti inestetismi femminili, la cellulite. 

Come spiegato dalla letteratura erboristica e fitoterapica, l’equiseto è in grado di espletare una blanda azione diuretica grazie al fatto che contiene equisetonina, un costituente che lo porta tradizionalmente ad essere utilizzato per regolarizzare il funzionamento della vescica, stimolare la diuresi e nelle infezioni urinarie. 

Ne viene sconsigliato l’uso ai bambini e particolare attenzione va riservata anche agli anziani. 

Si consiglia, in ogni caso, di sentire il parere di un medico o di un esperto in materia prima di iniziare ad assumere qualsiasi erba o preparato. 

Per approfondire, ecco i libri che ne parlano: "Le erbe curative", di Michael Castleman; "Sovrappeso e cellulite. Prevenzione e cura con le terapie naturali" a cura di E. Campanini. 


Leggi anche Equiseto, gli usi cosmetici per capelli e unghie >>