Articolo

Sindrome premestruale e Fiori di Bach

Vediamo insieme cosa accade con l’arrivo del ciclo mestruale e come migliorare lo stato fisico nella fase premestruale, anche con l'aiuto dei Fiori di Bach.

Sindrome premestruale e Fiori di Bach

Il termine "mestruazione" deriva dal latino menstruatio ("mensilità") e l'uso plurale indica una data ciclicamente ricorrente. Le mestruazioni sono un fatto naturale nella donna, il primo ciclo può arrivare intorno ai 9 anni mentre altre magari arriverà più tardi addirittura alcune intorno ai 16 anni.

 

Cosa avviene nel nostro organismo con la presenza del ciclo mestruale?

Il ciclo mestruale comporta una serie cambiamenti ormonali e fisiologici periodici, si potrebbe suddividere in due fasi “ovarico” e “ uterino”, in queste fasi entrano in gioco diverse strutture “ sistema nervoso, ipotalamo, ipofisi e ovaio”.

Il ciclo mestruale in genere si presenta ogni ventotto giorni calcolando dal primo giorno al successivo inizio del ciclo mestruale, in questo periodo avvengono una serie di modificazioni a carico dell’endometrio che passa da una fase proliferativa ad una secretiva. La prima fase rigenera lo strato superficiale dell’ endometrio che si era sfaldato appunto con la mestruazione precedente, la seconda è necessaria per creare un ambiente ottimale per la fecondazione. In genere il ciclo mestruale dura dai 4 ai 6 giorni. Quindi il ciclo mestruale non è altro che lo sfaldamento delle cellule dell’endometrio, che avviene per una diminuzione dei livelli di estrogeni e progesterone.

La presenza del ciclo mestruale segnala l’inizio della fertilità, quindi si affaccia anche l’ipotesi di una fecondazione e quindi di una maternità. Direi un passaggio importantissimo per un adolescente, ed un attenzione per evitare gravidanze non desiderate.

Oserei dire che il ciclo mestruale è una componente normale del genere femminile, ma molto spesso vengono vissuti con uno stato d’ansia e malessere “come qualcosa che disturba i nostri progetti”, una serie di sensazioni ci avvolge in quei giorni, il senso di sporco anche se ci siamo lavati un momento prima, la paura che gli altri possano sentire quell’odore che al nostro olfatto è sgradevole, il nervosismo che ci assale per ogni piccola cosa senza una vera motivazione e qualche volta ci sentiamo depresse, la presenza di quel fastidiosissimo mal di testa, malessere generale.

Ci sono ancora intorno a loro un serie di tabù, sicuramente le nostre mamme ci hanno spiegato che con la loro presenza delle mestruazioni siamo diventate “donne adulte”, ma non ci hanno spiegato il perché di quei cambiamenti. Parliamone un po’ in questo articolo.

La settimana precedente al ciclo generalmente tendiamo a chiuderci un po’ in noi stesse. Finito l’ovulazione che in genere avviene tra il 12° e il 16° giorno del ciclo c’è un abbassamento degli estrogeni e testosterone ed un aumento del progesterone, che comporteranno questa chiusura verso noi stesse con un calo energetico. Durante il ciclo mestruale nel giro di poche ore dall’inizio del ciclo c’è un aumento degli estrogeni, quindi cominceremo a sentirci più sollevate e più leggere rispetto ai giorni precedenti. La presenza di estrogeni che durerà sino al 12° giorno comporterà più entusiasmo ed energia.

Mentre nei giorni dell’ovulazione, termine con cui si intende infatti il rilascio di un piccolo uovo da parte di un ovaia (si alternano ad ogni ciclo),  si presenta la possibilità di avere una maternità; in genere ci sentiamo più attratte verso gli altri ed è molto probabile che gli altri ci trovino in realtà più attraenti in quei giorni. Negli ultimi giorni precedenti al ciclo invece estrogeni, progesterone e testosterone precipitano tutti a livelli molto bassi, quindi avvertiamo in noi un atteggiamento di risentimento, rabbia, stanchezza.

 

Puoi approfondire le proprietà e l'uso dei fiori di Bach

 

Come possiamo ovviare queste problematiche mestruali?

1) Innanzitutto un'attenzione all’alimentazione che deve essere sana e bilanciata. Sostengo fermamente che la nostra buona salute nasce a tavola e attraverso di essa possiamo ridurre al minimo le problematiche di salute.

2) Possiamo prendere del magnesio che in caso di insonnia e agitazione aiuta molto, un cucchiaino la sera in un bicchiere di acqua tiepida, se invece abbiamo spossatezza 1 cucchiaino in una bottiglietta da ½ l. di acqua da bere durante la mattinata.

3) vitamina B6 e rosa canina aiutano molto, diminuiscono quella sensazione di spossatezza, nervosismo, dolorabilità generale. In questo caso possono aiutarci anche i fiori di Bach, crab apple se abbiamo in quei giorni la sensazione di sentirci sporche, o comunque siamo infastidite dal ciclo, impatiens, vervain in caso di agitazione e ansia, poi ovviamente c’è ne sono altri per ogni situazione ed è sempre meglio parlare prima con un floriterapeuta per usare i Fiori giusti e risolvere quei malesseri temporanei di cui abbiamo parlato sopra.

Non viviamo i giorni del ciclo come un malessere, o qualcosa di sporco ma semplicemente come delle giornate comuni senza rinunciare a progetti, week end, cinema con gli amici, una nuotata al mare o in piscina ecc, il ciclo mestruale fa parte di noi è salutare che ci sia ma soprattutto fa parte della nostra femminilità.

Per chi non ne fosse ancora a conoscenza, da qualche anno sono in commercio le coppette mestruali, sono molto utili a mio parere, risolvono una serie di preoccupazioni di quei giorni, e comportano anche un bel risparmio visto che non è più necessario comprare pacchetti di assorbenti.

Si trovano abbastanza facilmente in internet, sono di 2 misure, di vari colori, sono anallergici, di silicone, fatte proprio a forma di coppetta da cui deriva il nome, facili da mettere, durano 3 anni circa, sono facili da sterilizzare, si svuotano 3 o 4 volte al giorno e non avremo più la sensazione che gli altri possono sentire quell'odore particolare. Oserei dire che è stata una bella invenzione.