Articolo

Cervicale e dolore al petto: quale relazione

Che relazione può esistere tra i dolori cervicali e il dolore al petto, e perché?

Cervicale e dolore al petto: quale relazione

Dolore al petto: sintomi e cause

Il dolore al petto, specialmente se improvviso e senza traumi esterni, desta molta preoccupazione. La prima preoccupazione è quella di avere problemi al cuore o ai polmoni, che sono gli organi vitali che occupano questo distretto corporeo. In realtà il dolore al petto può avere molte cause.

Non ultima può essere legata a sofferenza della muscolatura. Il torace è interamente circondato da muscoli che hanno la loro sede solo sul torace, ma anche da altri muscoli che sono collegati o hanno origine presso altre parti del corpo.

 

I muscoli del petto, detti intrinseci, del torace hanno origine e si collocano solo nel torace: essi sono i muscoli elevatori della coste, intercostali, sottocostali e il muscolo traverso del torace. I muscoli detti invece estrinseci si estendono ad altre parti del corpo: essi sono i muscoli pettorali che uniscono le braccia al dorso e i muscoli che collegano il capo al petto.

In particolare i muscoli sternocleidomastoideo (sulla parte anteriore dal collo), il trapezio (il muscolo tra la spalla e il collo) e i muscoli del capo (che sostengono il capo nella parte posteriore del collo).

 

Cervicale: sintomi e cause

I dolori cervicali si caratterizzano per forte disagio nei movimenti del capo, mal di testa, rigidità del collo, e dolore diffuso nei muscoli di collo, spalle, parte alta delle braccia e parte alta della schiena. I dolori cervicali interessano, quindi, principalmente, la parte alta del collo, e la testa.

Benché la loro origine sia dovuta alla sofferenza di questi muscoli non è escluso, però, che i dolori cervicali si associno a dolori in altri distretti del corpo, spesso lontani o insospettabili. Mal di schiena nella fascia lombare, così come dolore alle ginocchia e alle gambe, oppure anche dolori al petto, possono essere concause o presentarsi in associazione con i dolori cervicali.

Le cause sono dovute a stress a carico dei muscoli doloranti o direttamente collegati, cattive posture e mancanza di adeguato esercizio fisico, nonché ad alimentazione e stile di vita errati.

 

Leggi anche Cervicalgia: i sintomi dell'infiammazione >>

 

Cervicale e dolore al petto: quale relazione

Il corpo umano può essere considerato, dal punto di vista muscolare, come una struttura interamente ricoperta da muscoli che si fissano sulle ossa e le collegano tra di loro, permettendo sostegno e movimento.

Se si riesce a considerare questa ottica olistica in cui ogni parte è collegata all'altra, è facile intuire come i dolori al petto si possano relazionare e collegare ai dolori cervicali.

Le strutture muscolari e ossee sono strettamente collegate per funzionalità e ubicazione: i muscoli che sono responsabili dell'insorgere dei dolori cervicali si collegano ai muscoli estrinseci del torace e ai muscoli delle braccia.

Anche le ossa si articolano le une sulle altre: la colonna vertebrale sostiene la struttura ossea di braccia e torace, ed ha origine proprio dalla testa nella zona cervicale.

Inoltre il corpo, nella sua intelligenza, lavora per l'economia del tutto, e quando una parte di esso non può espletare le proprie funzioni ecco che un'altra parte può andare a compensarne le normali attività.

Anche in questo caso la prossimità della zona cervicale e della zona del petto rende questa ultima diretta interessata da una eventuale sofferenza ed errato uso dei muscoli della zona cervicale.

Alleviare l'infiammazione che causa i dolori cervicali spesso allevia anche eventuali dolori al petto che siano ad essi collegati.

 

Leggi anche:

Antinfiammatori naturali per i dolori alla colonna cervicale
> Dolori al petto: possibili cause e principali rimedi 

> Cervicale, come curarla