Articolo

Candida, curarsi in coppia

"Due cuori e una capanna" potrebbe trasformarsi in "due cuori e una Candida". Scherzi a parte, in presenza di infezione da candida, è bene che a curarsi siano entrambi i partners perché la cura sia efficace e duratura.

Candida, curarsi in coppia

C’è un vecchio pregiudizio da sfatare, in merito alla candidosi, ovvero che si tratti di un problema esclusivamente femminile: la Candida Albicans è un fungo che risiede nella flora batterica umana, senza distinzioni di genere.

Cambiamenti della flora batterica - dovuti a cattiva alimentazione, uso di antibiotici, stress o altri fattori – possono indebolire le difese e favorire il proliferare della Candida, che dà luogo all' infezione.

È però vero che le coppie devono fare attenzione alla prevenzione e alla cura per entrambi, poiché l’infezione può trasmettersi coi rapporti sessuali.

Vediamo come e perché curarsi in coppia in caso di Candida.

 

Candida, curarsi in coppia: perché?

Se uno dei due partners ha una infezione da candida in fase acuta, la trasmissione per via sessuale può avvenire senza inizialmente rendersene conto: l’infezione rimane silente fino al primo episodio di abbassamento delle difese, quando si manifesta con tutti i sintomi e rischia di proseguire il contagio.

Si potrebbe quindi creare una sorta di circolo vizioso in cui il partner appena guarito viene di nuovo contagiato:

per evitare l'instaurarsi di questo un ciclo continuo e ripetuto di infezioni (che può essere notevolmente impegnativo ed avere impatto negativo sulla coppia) è consigliabile che entrambi i partner si sottopongano contemporaneamente alla terapia, soprattutto nelle situazioni in cui per la donna il disturbo si verifica in modo ricorrente.

Inoltre, finché la cura non è stata portata a termine da entrambi, è consigliabile avere rapporti solo con preservativo per ridurre il rischio di infettarsi di nuovo vicendevolmente.

In caso i sintomi persistessero e le infezioni fossero ricorrenti, non esitate a contattare il vostro medico.

 

Leggi anche Come prevenire la candida >>

 

Candida, curarsi in coppia: lei

Candida vaginale: ben tre donne su quattro ne soffrono almeno una volta nella vita.

Non si tratta di scarsa igiene, ma di corretta cura della salute intestinale. In sintesi, i rimedi naturali migliori per curare la candida vaginale sono:

> Fermenti probiotici: sia cibi "rinforzati" per esempio yogurt con probiotici aggiunti, oppure integratori probiotici adeguati (chiedete sempre consiglio al medico) e contemporaneamente fermenti per uso locale

> Lavaggi con acqua e bicarbonato, acqua e aceto di mele, oppure acqua e qualche goccia di Tea Tree Oil oppure direttamente applicazioni locali con yogurt bianco. 

 

Candida, curarsi in coppia: lui

L’infezione da candida non è un problema solo femminile.

Negli uomini questo microrganismo può causare la balanite (infezione del glande) e la balanopostite (infezione di glande e prepuzio), entrambe caratterizzate dalla formazione di vescicole e pustole, rossore, prurito, bruciore e, a volte, perdite biancastre.

Se non vengono adeguatamente trattate queste patologie possono aggravarsi con gravi complicanze: la balanopostite può invece causare una fimosi (cioè un restringimento del prepuzio). Spesso, però, l'uomo è un portatore asintomatico della malattia.

Ecco una breve rassegna dei rimedi naturali più adatti per curare la candida maschile:

> Utilizzate yogurt come alimento ma anche come applicazione diretta sulla parte.

> Bevete parecchia acqua, almeno 2,5 litri di acqua al giorno, aiuta l'idratazione del corpo e favorisce la disintossicazione.

> Fate sciacqui con acqua e sale: assicuratevi che il sale sia sale da cucina puro, e scioglietene un cucchiaio da tavola in acqua. Andrà bene anche del bicarbonato.

> Applicazioni di Aloe vera gel: applicate direttamente sulla cute infiammata, per sfruttare le sue proprietà lenitive ma anche antifungine.

> Impacchi con aceto di mele: fate impacchi di acqua e aceto di mele intorno al pene, lasciando agire per circa 15 minuti.

 

Candida, curarsi in coppia: consigli per entrambi

Ecco infine alcune abitudini "virtuose" da applicare in coppia, che aiuteranno a curare la candida maschile e femminile e a prevenire le recidive:

> Correggere l’alimentazione: privilegiare frutta e verdura colorate e fresche, legumi e cereali integrali, yogurt bianco non zuccherato, kefir, carne magra, uova, pesce, olio d'oliva, olio di semi di girasole o di zucca, alghe, aglio e cipolle. Abolire dalla tavola gli zuccheri, le farine raffinate, le bevande zuccherate.

> No agli indumenti intimi troppo aderenti e di tessuti sintetici, per esempio la microfibra, perché aderiscono eccessivamente alla zona e alzano la temperatura, favorendo la proliferazione dei microorganismi; 

> Si all’intimo in fibre naturali come seta o cotone.

> Non vi detergete troppo energicamente.

> Non usate detergenti intimi troppo aggressivi.

> Per il lavaggio della biancheria intima utilizzate sapone di Marsiglia.

> Non indossate a lungo costumi bagnati (l’ambiente caldo e umido favorisce la proliferazione del fungo).

 

Leggi anche Candida, rimedi naturali e omeopatici >>