Raucedine, cause e rimedi

La raucedine è un abbassamento o un’alterazione della voce improvviso o progressivo, sintomo di diversi disturbi, dall’influenza al reflusso gastroesofageo, fino a patologie complesse.

raucedine-cause-e-rimedi

Credit foto
©stockbakery- 123RF

Cos’è la raucedine

La raucedine è un abbassamento o perdita momentanea della voce che comporta dunque difficoltà o impossibilità a parlare.

Si tratta di un sintomo che può comparire all’improvviso o progressivamente e che può essere spia di numerosi disturbi, generalmente non gravi.


La raucedine può comparire da sola oppure essere associata ad altri sintomi, che possono aiutare a valutare la causa dell’abbassamento della voce.

L’alterazione della voce può essere infatti accompagnata da mal di gola, tosse, raffreddore e altri sintomi influenzali più o meno gravi, oppure a bruciore di stomaco se si tratta di raucedine da reflusso.

Normalmente si tratta comunque di un sintomo benigno e passeggero che si risolve spontaneamente agendo sulla causa e per il quale non è necessario allarmarsi. 
Se invece la raucedine è cronica e persiste a lungo, è opportuno rivolgersi al medico per escludere patologie più serie.
 

Rimedi per la raucedine

I rimedi per la raucedine sono ovviamente diversi, a seconda della causa del sintomo. Quando la raucedine è provocata da un eccessivo uso della voce, è sufficiente riposare le corde vocali per qualche giorno per recuperare la capacità di emettere suoni.

Chi per lavoro è costretto a parlare a lungo o cantare dovrebbe eseguire dei semplici esercizi di riscaldamento per le corde vocali per evitare la raucedine ricorrente dopo un lungo discorso o dopo aver cantato. 

Di grande utilità in questo caso è l'erisimo, pianta nota anche come erba dei cantanti, da assumere sotto forma di tisana o tintura madre per recuperare la voce in tempi brevi.

Se invece la causa della raucedine è un’infezione virale, il trattamento dell’infezione porterà a un recupero totale della voce in una o due settimane.

Nel caso in cui la raucedine sia una conseguenza del reflusso gastroesofageo, occorrerà invece trattare questo disturbo, anche con rimedi naturali come la liquirizia, piante ricche di mucillagini come la malva o prodotti a base di alginati estratti dalle alghe.

Qualunque sia la causa della raucedine è importante non sforzare le corde vocali cercando di parlare, evitare il fumo e l’alcool e l’esposizione ad altre sostanze irritanti come vernici, solventi, detergenti.

L’idratazione attraverso il consumo di acqua e tisane e l’uso di un umidificatore in casa, può invece aiutare a contrastare la raucedine, mantenendo umida e lubrificata la gola. Eventualmente si possono effettuare anche suffumigi idratanti, addizionando all’acqua oli essenziali di cipresso, eucalipto e timo.

È inoltre utile cercare di resistere dal tossire di continuo o raschiare la gola: in questo, può essere d’aiuto l’azione di piante bechiche come la piantaggine, la malva, l'altea o il lichene d'Islanda.

Se la raucedine persiste a lungo, per settimane o addirittura mesi, e non si riesca a determinarne la causa, è preferibile rivolgersi al proprio medico per un controllo approfondito e individuare il trattamento.  
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio