Articolo

Curare la candida vaginale: i 10 rimedi più efficaci

La candida vaginale è tanto frequente quanto sgradevole, ecco i 10 rimedi più efficaci per curarla.

Curare la candida vaginale: i 10 rimedi più efficaci

La candida non è sinonimo di trascuratezza o di scarsa igiene sessuale, ha piuttosto a che fare con lo stato di salute dell'intestino!

Già, perché il lievito Candida Albicans è un normale residente della nostra flora batterica che abitualmente non dà alcun fastidio.

Quando però lo stress, oppure un'alimentazione non corretta o una terapia antibiotica distruggono la flora batterica naturale, la candida prende il sopravvento e si manifesta, nelle donne, soprattutto in forma di candida vaginale.

La candida vaginale si può curare, con accorgimenti e rimedi naturali: primo fra tutti la prevenzione. Il consiglio, ovviamente, è di affidarsi sempre al parere del medico specialista.

Ma anche alcuni rimedi naturali potranno essere molto efficaci: ecco i 10 rimedi più efficaci per curare la candida vaginale.

 

1. Candida vaginale: cosa mangiare

Possiamo curare la candida nutrendo i microorganismi della flora batterica che sono in grado di sconfiggerla e rendendo più forte il nostro sistema immunitario, per esempio possiamo curare la candida con la giusta alimentazione.

Non facciamoci mai mancare sulla tavola:

> Frutta e verdura colorate, in quanto ricche di antiossidanti (vitamina C ed E);

> alimenti ricchi in fibre quali legumi e cereali integrali;

> alimenti fermentati quali yogurt bianco non zuccherato, miso e kefir;

> carne magra, uova, pesce, olio d'oliva, olio di semi di girasole o di zucca, alghe;

> l’aglio, poiché è un ‘antibiotico naturale‘: basta uno spicchio crudo al giorno – magari tritato finemente in un'insalata - per assicurarsi una barriera naturale portentosa.


Leggi anche Come prevenire la candida >>

 

2. Candida vaginale: cosa non mangiare

Possiamo iniziare a curare la candida a tavola, eliminando gli alimenti che indeboliscono le nostre difese immunitarie e quelli dei quali la candida stessa si nutre (lo zucchero in primis).

 Evitiamo quindi di mangiare:

> Alimenti di difficile digestione, come intingoli, fritture ed alimenti ricchi di grassi che indeboliscono il sistema gastrointestinale;

> carne rossa grassa (limitarne il consumo), che aumenta l'infiammazione;

> saccarosio, frutta altamente zuccherina, bibite zuccherate, cioccolato, dolci da forno;

> alimenti lievitati quali pane lievitato, formaggi stagionati, birra e aceto.

 

3. Candida vaginale: probiotici

Sarà indispensabile ripristinare il corretto equilibrio della flora batterica intestinale attraverso l'assunzione di probiotici mediante cibi "rinforzati" per esempio yogurt con probiotici aggiunti, oppure mediante integratori probiotici adeguati (chiedete sempre consiglio al medico)

 

4. Candida vaginale: Tea tree oil

Si è molto parlato dell'olio di tea tree, poiché è uno dei rimedi naturali più efficaci nella cura delle infezioni, batteriche e fungine. Si potranno fare dei lavaggi quotidiani (fino a due al giorno) mescolando 1 cucchiaino di olio essenziale di tea tree puro in 1 tazza di acqua calda, usandola dopo aver lasciato raffreddare.

 

5. Candida vaginale: aceto di mele

Nel caso in cui si il Tea tre oil risultasse troppo irritante, l’alternativa naturale è l’aceto di mele. Si utilizza 1/4 di bicchiere di aceto di mele diluito in 2 tazze d’acqua: la dose ideale per preparare una lavanda che renderà le mucose vaginali ostili all’insediamento dei batteri. Si effettueranno fino a due lavaggi al giorno.

 

6. Candida vaginale: yogurt

Si  possono preparare anche delle lavande vaginali interne semplici ma efficaci con 2 cucchiai di yogurt (contente lattobacilli del genere acidophilus vivi) in una siringa da utilizzare direttamente nella zona interessata, una volta al giorno.

I batteri contenuti nello yogurt contrastano in maniera naturale la proliferazione dei lieviti della candida.

 

7. Candida vaginale: bicarbonato

Per detergere correttamente la zona è creare un ambiente chimico ostile alla candida, effettuate lavaggi quotidiani con acqua tiepida e bicarbonato di sodio: un cucchiaio di bicarbonato nell'acqua del bidèt.

 

8. Candida vaginale: olio di chiodi di garofano

Efficace come disinfettante e per lenire il prurito, l’olio essenziale di chiodi di garofano può essere utilizzato al posto del Tea tree oil : mescolando 1 cucchiaio e mezzo di olio essenziale di chiodi di garofano in 1 tazza di acqua calda, da lasciar raffreddare ed utilizzare per un lavaggio al giorno.

 

9. Candida vaginale: pomate lenitive

Si possono fare o comperare delle pomate a base di camomilla, salvia e calendula che hanno un potere lenitivo e calmante per il bruciore e il prurito intimo.

 

10. Candida vaginale: buone abitudini

Ecco infine alcune abitudini "virtuose" e salutari che aiuteranno a curare la candida vaginale e a prevenire le recidive:

> Non usate indumenti sintetici, come per esempio la microfibra, per gli slip perché aderisce eccessivamente alla zona e alza la temperatura, favorendo la proliferazione di lieviti;

> preferite l’intimo in fibre naturali come seta o cotone;

> non usate pantaloni aderenti, non portate sempre i pantaloni, soprattutto passate alle gonne al primo segno di fastidio;

> non vi detergete troppo energicamente, non usate detergenti troppo aggressivi;

> per il lavaggio della biancheria intima optate per del semplice sapone di Marsiglia.

 

Leggi anche Candida i rimedi omeopatici >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio