Impetigine, cause e rimedi

L'impetigine è un’infezione della pelle di origine batterica molto contagiosa, che si presenta soprattutto sul viso e sul collo di bambini e neonati. Può riguardare anche altre parti come le mani e i piedi.

impetigine

Credit foto
©arbobii / 123rf.com

 

Cos'è l'impetigine

L’impetigine è un’infezione della pelle, ad alta contagiosità e colpisce
particolarmente i bambini in età infantile e scolare. Si manifesta con bolle sierose localizzate principalmente attorno a naso e bocca, se lesionate formano delle crosticine giallastre scure. 

 

I bambini colpiti devono essere isolati dagli altri coetanei e tenuti a casa, considerata la facile trasmissibilità e sottoposti a cura a base di gel al cloruro d’alluminio e antibiotica.

 

I sintomi dell’impetigine

L’impetigine si manifesta attraverso sintomi tipici facilmente diagnosticabili attraverso una visita dermatologica:

 

  • bolle arrossate colme di siero a volte associate ad eritema
  • prurito
  • infiammazione nelle aree attorno bocca, naso, ombelico (nei neonati)
  • complicazioni renali in caso di impetigine trascurata e aggravata, con riduzione della minzione e rigonfiamento da liquidi di gambe e viso ed è definita glomerulonefrite streptococcica
  • complicazioni cutanee, con ulcerazioni molto profonde con lesioni cicatriziali e conseguenti alterazioni della pigmentazione della pelle
  • complicazioni infettive, dovute a Staffilococco con pustole ed eritema diffuse, febbre, definita Malattia di Ritter.

 

Cause dell’impetigine

L’impetigine è un’infezione di natura batterica dovuta a Stafilococco Aureo e Streptococco Pyogenes, batteri Gram-positivi. Si tratta di batteri facilmente presenti in ambienti di uso comune come le aule delle scuole, dove possono trovarsi superfici non sempre pulite, e i bambini spesso non si lavano le mani e si toccano fra loro. 

 

 

In ogni caso l’impetigine pari si manifesti maggiormente in estate o comunque con un clima caldo umido. I batteri possono avere una presa di questo tenore se si presenta un’alterazione della normale flora cutanea, o alterazioni del sistema immunitario.

 

Rimedi per l’impetigine

Accanto agli antibiotici è possibile associare alcuni rimedi naturali per accelerare i tempi di remissione.

 

  • Amido di riso: ad uso topico, l’amido di riso sciolto in acqua esercita potere assorbente, decongestionante, antinfiammatorio e lenitivo del prurito e dell’irritazione. Lo si può applicare sulla pelle con delle spugnature e lasciar agire per qualche minuto, possibilmente coperto con tessuto di lino.
  • Gel di Aloe Vera: ad uso topico il gel d’aloe esercita azione rinfrescante, lenitiva, idratante, antinfiammatoria. Lenisce le lesioni della pelle, idrata, attenua il prurito.
  • Unguento di Propoli e Iperico: un rimedio da applicare sulle parti lesionate, la propoli svolge azione antibatterica, disinfetta la pelle, assorbe il siero; l’iperico calma il rossore e il prurito, ammorbidisce la pelle, cicatrizza le lesioni.
  • Argento colloidale: per uso interno, l’argento colloidale esercita azione detossinante, che si riverbera sui tessuti, è un antinfiammatorio, un antibatterico. Per uso esterno può essere aggiunto all’amido di riso per impacchi, per potenziarne l’effetto.

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio