Sesta malattia, sintomi e cause

Definita anche esantema critico o febbre esantematica dei 3 giorni, la sesta malattia colpisce soprattutto i bambini fra i sei mesi e i due anni. Per trattarla bisogna sempre rivolgersi al pediatra, ma anche alcuni rimedi naturali possono aiutare ad alleviare i sintomi.

sesta-malattia

Credit foto
©Tatyana Tomsickova / 123rf.com

 

Cos’è la sesta malattia

La sesta malattia è una malattia esantematica di natura virale, che colpisce soprattutto in età infantile, tra i sei mesi e i due anni. Viene definita anche esantema critico o febbre esantematica dei 3 giorni, perché generalmente al terzo giorno regredisce. 

 

Essendo causata dall’Herpes Virus 6B (HHV-6B), una volta risoltasi potrebbe ricomparire a distanza di tempo quando il sistema immunitario è indebolito o sotto stress, ma con sintomi estremamente lievi. 

 

La sesta malattia è contagiosa, si trasmette per via respiratoria (attraverso le goccioline di saliva o le secrezioni nasali) e attacca anche i globuli bianchi. La sua incubazione prevede un periodo tra i 5 e i 10 giorni. 

 

I sintomi della sesta malattia

I sintomi si manifestano in due fasi distinte:

 

> la fase pre-esantematica è caratterizzata da febbre alta, generale malessere, mal di gola e raffreddore, faringe infiammata, ghiandole retro-auricolari ingrossate, inappetenza, possibile congiuntivite e talvolta vomito e diarrea;

 

> dopo 3-5 giorni si passa al periodo esantematico, in cui la febbre scende e compare l’esantema caratterizzato da macchie piatte e rosacee, che si presentano su collo e tronco per poi diffondersi sul resto del corpo. Le macchie sono circondate da un alone bianco, non causano prurito e non si desquamano. Dopo alcuni giorni si schiariscono fino a scomparire: in quel frangente possono manifestarsi dolori muscolari e articolari

 

La diagnosi avviene per osservazione clinica. Visto che è facile confondere la sesta malattia con altre malattie esantematiche, solo gli esami del sangue possono dare un esito certo. Spesso però si preferisce non eseguirli, dato il decorso benigno della patologia.

 

Come si cura la sesta malattia

Essendo di natura virale, questa patologia viene curata a livello sintomatologico e non causale. Il medico fornirà indicazioni in merito all’antipiretico più indicato per abbassare la febbre e sedare il bruciore in gola. 

 

Alcuni rimedi naturali possono essere affiancati alla terapia farmacologica, per accelerare i tempi di remissione e lenire le macchie della pelle:

 

> tisana ai fiori di sambuco: dalle proprietà antinfiammatorie e febbrifughe, è utile anche per idratare in caso di vomito e dissenteria;

 

> gel di aloe vera: per uso cutaneo, ha proprietà rinfrescanti, idratanti e lenitive, disinfiamma la pelle e la mantiene più elastica;

 

> probiotici: attivano il sistema immunitario, arricchiscono la flora intestinale, contrastano infezioni intestinali e aiutano a sedare fenomeni di dissenteria;

 

> curcuma e miele: per disinfiammare la gola è possibile creare uno “sciroppo” naturale con il miele caldo e un pizzico di curcuma in polvere, dalle proprietà antinfiammatorie e lenitive.

 

Per una totale remissione è importante stare a riposo, bevendo tanta acqua per idratare e rinfrescare l’organismo.

 

Leggi anche

Scarlattina, sintomi e cause

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio