Articolo

Mal di testa forte: pronto soccorso naturale casalingo

Alcune persone soffrono di cefalea o emicrania in modo molto più forte e più prolungato rispetto ad altre persone. Quali sono le tipologie di mal di testa e quali sono i rimedi più adatti per il mal di testa forte.

Mal di testa forte: pronto soccorso naturale casalingo

 

Cos'è il mal di testa

Il mal di testa viene definito come un dolore localizzato, all’interno del capo o della parte superiore del collo. Viene identificato con il termine cefalea ed è ascrivibile all’alterazione di processi che coinvolgono aree sensibili allo stimolo del dolore.

 

Tipi di mal di testa

Esistono diverse tipologie di mal di testa forte e in generale si distinguono in 3 categorie:

  1. Emicrania.
  2. Cefalea tensiva.
  3. Cefalea a grappolo.


Ognuna di queste risponde a cause scatenanti differenti e i rimedi naturali per far passare il mal di testa possono essere di diversa tipologia. Vediamo nel dettaglio le varie manifestazioni.

 

Emicrania

L’emicrania si manifesta come un dolore molto forte e pulsante in una parte della testa che poi si dirama coinvolgendo solitamente la zona delle tempie e degli occhi. Può avere frequenza saltuaria o presentarsi anche più volte alla settimana.

Le donne tra i 30 e i 40 anni sono i soggetti più colpiti, a volte viene indicato come mal di testa da ciclo, perché legato al ciclo mestruale.

All’emicrania possono anche aggiungersi:

Cefalea tensiva

La cefalea tensiva comporta dolori a tutta la testa con pulsazioni e sensazione di forte pressione in tutta la zona cranica e cervicale; infatti, viene descritta come "cerchio alla testa" che provoca dolore e fastidio.

La frequenza può essere saltuaria o ricorrente ma il vero problema è la sua durata: può persistere anche per qualche giorno consecutivo e comportare anche mal di testa e nausea.

Questa cefalea tensiva spesso è causata da contratture muscolari e da un'errata postura del corpo, a volte si parla di mal di testa da cervicale. Sono colpite maggiormente le persone che trascorrono tanto tempo sedute, per motivi di studio o lavoro.

 

Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo si presenta con la comparsa di dolore in una determinata zona della testa e solitamente coinvolge aree perimetrali agli occhi o agli zigomi.

La sua frequenza è molto particolare perché può ripetersi per più giorni nella stessa fascia oraria o nello stesso periodo dell’anno.
La sua durata è breve, da 30 minuti a un’ora, ma il dolore è molto intenso e fastidioso.
I soggetti più colpiti sono gli uomini dai 20 ai 30 anni anche se comunque questa forma di cefalea non è così comune.

 

Le cause del mal di testa forte

Solitamente la causa principale che scatena questi tipi di mal di testa forte è legata a tensioni muscolari in varie zone soprattutto contratture dei muscoli del collo, della testa o delle spalle.

I fattori che scatenano la contrazione e le tensioni muscolari possono derivare da affaticamento fisico o mentale, dalla mancanza di sonno, da un momento particolarmente stressante o un periodo di ansia.

Le cause possono essere riscontrate in maniera indiretta in altri disturbi come allergie, intossicazioni alimentari, cattiva digestione, disturbi ormonali o abuso di alcool e caffeina.

 

Come far passare il mal di testa in modo naturale

Primo rimedio: fermarsi e riposare

Il primo rimedio è quello di coricarsi a letto in una stanza buia senza rumori.
Questo permette di rallentare gli stimoli esterni quali luci, suoni, odori e movimenti corporei in modo da calmare la condizione stressogena e staccare dalla routine quotidiana.

Riuscire a prendere sonno allevia il forte mal di testa: una volta addormentati, il corpo modifica le sue frequenze cerebrali e spesso al risveglio il soggetto non presenta più dolore intenso.

 

Massaggi e aromaterapia contro il mal di testa forte

Considerando che una delle cause principali della cefalea sono le contratture, rilassare la muscolatura intorno alla zona colpita può aiutare ad alleviare il mal di testa.

Tra i rimedi casalinghi per il mal di testa sono ottimi i massaggi rilassanti con l’uso di essenze aromatiche specifiche per distendere e calmare; tra queste ricordiamo in particolare la lavanda e la menta che possono anche essere utilizzate per automassaggiare le tempie in modo circolare alleviando così il dolore.

Per alleviare il mal di testa gli oli essenziali sono indicati per essere dispersi nell’ambiente tramite diffusori o candele profumate che aiutano a rasserenare e rilassare.

Altri oli essenziali dal potere calmante e distensivo sono l’arancio dolce, la citronella, l’eucalipto e il sandalo; queste essenze possono anche essere aggiunte all’acqua del bagno, questo rientra tra i vari rimedi casalinghi utili.

Infatti il bagno caldo rilassante con l’uso di queste essenze aromatiche permette al corpo di rilassarsi ulteriormente e i muscoli del corpo rilasciano le loro tensioni.

 

L'olio essenziale di lavanda, l'olio rilassante per antonomasia

 

Tisane e rimedi erboristici rilassanti

Tra i metodi per far passare il mal di testa è possibile ricorrere a rimedi naturali a base di piante rilassanti e calmanti come:


Bere una tisana calda con una miscela di questi rimedi aiuta a distendersi e a rilassarsi alleviando così il mal di testa.

Ciascuna di queste piante possiede principi attivi e proprietà differenti e quindi per ogni singolo soggetto e tipologia di mal di testa possono funzionare in modo più specifico ed efficace.

Inoltre, chiedendo consiglio ad un esperto di fitoterapia, sarà possibile usare tinture madri o altri integratori naturali in sinergia, come il partenio per esempio.

 

Alimentazione corretta anti mal di testa

All’interno degli alimenti vi sono sostanze dalle proprietà calmanti come il triptofano che vengono in aiuto per alleviare le problematiche di cefalea ed emicrania.

I cibi che maggiormente contengono triptofano sono le banane, i datteri, il mango, i fagioli e i legumi in genere soprattutto la soia e i suoi derivati come tofu e tempeh; insieme al triptofano anche minerali quali il calcio ad effetto calmante che si trova nei semi oleaginosi: nocciole, arachidi, mandorle, sesamo, girasole, zucca, noci, alimenti ricchi di magnesio come gli spinaci, i fichi, le mandorle, l’avocado, semi di zucca e girasole sono indicati proprio per combattere la tensione: il magnesio è un minerale che viene coinvolto nel processo di rilassamento del sistema nervoso e quindi, nei casi di mal di testa dovuti all'irrigidimento dei muscoli infiammati.

Per contro sono da evitarsi tutti gli alcoolici e il caffè, stimolanti del sistema nervoso; i pasti dovrebbero essere leggeri e ricchi di alimenti vegetali proprio per non appesantire il corpo e creare problemi di digestione.

I metodi di cottura ad alte temperature, la brace e le fritture sono anch’essi da evitare sempre per non coinvolgere fegato e tratto gastrointestinale.

Una buona abitudine sarebbe quella di bere estratti e i centrifugati di frutta e di verdura aggiungendo anche semi oleaginosi per dare al corpo ogni singola sostanza nutritiva per il suo benessere.

 

Scopri di più sugli alimenti e il mal di testa, quali lo scatenano e quali lo placano 

 

 

Per approfondire

Mal di testa curato con la fitoterapia

Mal di testa e cervicale: relazione e terapie

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio