Articolo

Le piante contro il mal di testa

La vostra testa sta per scoppiare? Niente paura, mettetela al riposo con le piante che aiutano a sconfiggere l'emicrania! Sono tante, ognuna connessa all'origine del disturbo: scopriamole insieme!

Le piante contro il mal di testa

Già dall'anitchità erano note le proprietà delle piante officinali per curare disturbi legati al mal di testa, cefalee, emicranie.

Si trattava di rimedi naturali efficaci e a portata di mano. Il biologo e scrittore svedese del ‘700 Carl Nilsson Linnaeus, noto semplicemente come Linneo, beveva l’infuso di foglie di fragola selvatica per curare l’emicrania. In effetti, basta staccare qualche foglia a fine estate, farle seccare, per poi avere foglie secche di fragole disponibili per preparare tisane anti-emicrania.

 

Le piante contro il mal di testa e le loro proprietà

Le piante cefaliche sono piante calmanti che guariscono emicranie e mal di testa di origine nervosa; tra queste vi sono la lavanda, i fiori d’arancio, il serpillo, il tiglio, il timo, la pulsatilla, il limone e la valeriana.

Per esempio, un rimedio veloce ed efficace può essere quello di mescolare insieme 10 grammi di essenza di menta e 10 grammi di tintura di radice di valeriana, prelevare 20 gocce circa e metterle su una zolletta di zucchero da sciogliere in bocca. Anche bere un bicchiere di acqua e limone può aiutare in caso di mal di testa, specie se questo è collegato ad una cattiva digestione.

La lavanda possiede notevoli proprietà antiemicraniche. Si può usare sia l’olio essenziale che i fiori per farne una tisana. Mettere due gocce di olio essenziale di lavanda assieme a dell’olio di mandorle. Immergere un batuffolo di cotone e tamponare delicatamente le tempie. Oppure fare dei fumeggi con un paio di gocce di olio essenziale in acqua bollente. La lavanda è ottima anche in tisana, ne basta un cucchiaino, mettendo il composto a base di erbe in un infusore, versare una tazza di acqua bollente, lasciare in infusione per cinque minuti circa.

Oltre a queste piante, se il mal di testa deriva da cattiva digestione, le sostanze contenute in tè o caffè, ovvero teobromina e teofillina, possono venire in aiuto, basta non abusarne, per evitare l’effetto opposto. Oltre a questo sono consigliati anche la dulcamara, il rosmarino e l’iperico, efficace persino contro il mal di testa da sbornia. La melissa e il tiglio sono efficaci nel combattere il mal di testa da stress.

Esistono anche mal di testa che derivano da tensione e dolore al collo, dovuti alla contrazione di muscoli. Per questo disturbo l’artiglio del diavolo può essere un rimedio efficace. Il ginkgolide, presente nel ginkgo biloba, agirebbe su più fronti e in modo efficace contro l’emicrania, interrompendo l’onda di trasmissione nervosa che ne determinano l'attacco.

Come usare le erbe contro il mal di testa

Il segreto è semplicemente far bollire l’acqua e lasciare in infusione un paio di cucchiaini di foglie di fragola per 10 minuti circa. Versate la tisana in una tazza filtrando con un colino e aggiungere miele se si desidera.

Per una versione ancora più gustosa del rimedio anti cefalee basta mettere qualche foglia di menta o un paio di gocce di fiori d’arancio, ugualmente efficaci contro il mal di testa, e della scorza di limone.

Oltre alle piante, ecco altri metodi per far passare il mal di testa

Per approfondire:

> I rimedi naturali per il mal di testa

> I rimedi omeopatici contro il mal di testa

> Il mal di testa curato con la fitoterapia

> Le piante per purificare l'aria in ufficio

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio