American bully, caratteristiche

Caratteristiche del cane American bully, razza relativamente recente, dotata di estrema dolcezza e di gran coraggio.

cane-american-bully

Credit foto
©albertoclemares / 123rf.com


 

American bully, origini e razza

Apparso per la prima volta negli Stati Uniti tra il 1980 e il 1990, l'American bully (o, più semplicemente, Bully) è un cane dalla storia relativamente recente.

Nato dall'incrocio tra l’American Pit Bull Terrier e l’American Staffordshire Terrier come animale da compagnia, venne utilizzato originariamente anche per la cattura e la guida del bestiame. Forte e vigoroso, possiede inoltre caratteristiche che lo hanno distinto come cane da guardia.

La razza venne riconosciuta per la prima volta dall’American Bully kennel Club nel 2004 e, successivamente nel 2013, dallo United kennel Club. Oltre che sul suolo natio, oggi l'American bully è diffuso  e apprezzato anche in Europa e in Asia.

 

Morfologia dell'American bully

L'American bully appartiene alla categoria dei cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri. Generalmente considerato di taglia media, esistono in realtà diverse varietà, identificate per le diverse dimensioni: pocket, standard, classic, XL, extreme.

Compatto e muscoloso, è un cane dall'aspetto forte e possente che- a dispetto di una struttura imponente- mantiene un'andatura fluida e piacevole alla vista.

Gli arti anteriori sono forti e potenti, con una lieve curva all’avambraccio. Risultano perpendicolari al suolo, ma molto distanti tra di loro. I gomiti sono attaccati al corpo. Gli arti posteriori sono molto sviluppati, con muscoli in evidenza. I piedi sono piccoli, di forma rotonda, con unghie di colore scuro.

La testa è molto grande, a mattone, ma proporzionata rispetto al corpo. Il muso è corto, gli occhi sono piuttosto piccoli e distanti, di diverse colorazioni, depositari di uno sguardo attento e acuto. Il tartufo, dalle narici molto ampie, può essere di diversi colori. Le orecchie sono piccole, dalla forma triangolare. 

Il pelo è corto, folto, duro al tatto e lucido. Per quanto riguarda il mantello, sono ammessi tutti i colori tranne il merle. Non è esclusa la presenza di macchie.

 

Carattere e psicologia dell'American bully

Compagno fedele, socievole e leale, l'American bully è una razza dotata di estrema dolcezza. Molto affettuoso nei confronti della sua famiglia di adozione, non esiterà a difenderla con coraggio di fronte a qualsiasi pericolo. 

Vitale ed energico, ha bisogno di una buona dose di movimento all'aria aperta. Ama giocare con adulti e bambini ed è particolarmente dotato nelle prove di agility e di obedience

Se abituato a socializzare sin da piccolo, dimostra un carattere amichevole tanto con gli esseri umani, quanto con gli altri animali. 


 

Salute dell'American bully

L'American bully ha un'aspettativa media di vita di circa 10 anni. Dall'aspetto sano e forte, può tuttavia essere predisposto ad alcune patologie:

  • cataratta;
  • displasia dell’anca;
  • problemi cardiaci;
  • displasia del gomito;
  • allergie;
  • ipotiroidismo;
  • sordità.


 

Come prendersi cura di un American bully

L'American bully è una razza che non richiede particolari cure. Tuttavia, è opportuno conoscerne caratteristiche peculiari e specifiche necessità, per far sì che viva felice, in salute e a lungo.

 

  • Toelettatura e igiene: il pelo cortissimo dell’American bully non necessita di toelettatura. Spazzolare il mantello una volta la settimana sarà sufficiente a mantenerlo lucido e in buona salute.
  • Alimentazione: l'American bully è un cane molto vorace e goloso. Per tale ragione, è particolarmente importante che segua una dieta alimentare equilibrata, prescritta da un veterinario, evitando gli spuntini fuori pasto e fuori programma.
  • Attività fisica e stile di vita: a fronte di un dinamismo e di una carica vitale fuori dal comune, l'American bully ha bisogno di muoversi e giocare all'aperto ogni giorno. Assicurargli la giusta quantità di attività fisica e divertimento farà sì che il cane resti a lungo in forma, adattandosi persino alla vita in appartamento.


 

Come educare un American bully

L'American Bully è un cane estremamente intelligente che, per naturale propensione, ama compiacere il proprio compagno umano. Per questo connubio di ragioni, la sua educazione può dare risultati molto lusinghieri.

D'altro canto, possiede un'ostinazione che può, a volte, essere d'ostacolo a un percorso che manca di costanza o coerenza. Per essere efficace, l'educazione dovrà dunque essere ferma, senza prevedere mai alcuna forma di violenza. 

Fondamentale è abituarlo sin da cucciolo alla socializzazione, in modo da evitare, da adulto, qualunque incidente o scontro con altri cani.