West Highland White Terrier, caratteristiche

Si tratta di un cane di taglia piccola, della famiglia dei terrierr, creata per la caccia in tana con una forte tendenza a scavare buche. Col tempo e la selezione il Westie, così indicato per comodità, è diventato un affettuoso cane da compagnia, amichevole e affettuoso.

west-highland-white-terrier

Credit foto
©vitcom- 123rf


Origini
Morfologia
Psicologia
Cura
 

Origini del Westhighland Terrier

Forza, coraggio, spavalderia, simpatia, vivacità, intelligenza, ma anche testardaggine, il tutto racchiuso in un batuffolo ispido bianco di 7 o 8 kg.

Questo piccolo terrier vanta origini britanniche, vi sono testimonianze della loro presenza alla corte di Re Giacomo I ai primi del 1600 in Scozia.

La selezione di questa razza come arrivata ai giorni nostri è stata elaborata dal Colonnello Malcolm di Poltalloch nel XIX secolo, a partire da altre razze terrier quali gli Scottish, e i Cairn con i quali condivide una comune origine e la funzione di cane da caccia di roditori.  

Per un certo periodo il Westie è stato indicato come Poltalloch in onore del suo allevatore.
 

Morfologia del Westhighland Terrier

La razza dei Westie così selezionata mostra un piccolo cane a zampe corte, con un struttura ben costruita e possente, ma armoniosa nel rispetto delle sue dimensioni. Può raggiungere 25 o 28 cm di altezza al garrese e dai 6 ai 9 kg di peso.

Presenta un torace profondo e un dorso dritto, le zampe posteriori sono ben strutturate e muscolose. Il pelo è bianco, con doppio mantello, semilungo dalla consistenza dura, ispida. Il muso è tondeggiante, gli occhi vispi e scuri spuntano ben definiti, le orecchie dritte triangolari e la coda è mediamente lunga e robusta.
 

Psicologia del Westhighland Terrier

Il Westhighland Terrier è una razza molto coriacea non solo fisicamente ma anche caratterialmente. E’ un cane sveglio, intelligente, attivo, ma anche testardo ed indipendente. L’addestramento di questa razza può quindi risultare impegnativo.

E’ consigliato iniziare fin da subito la socializzazione anche con altri animali domestici e con i bambini, per semplificare il suo adattamento alla famiglia e all’interazione in senso ampio. 

I Westie tendono ad abbaiare facilmente perché sono cani sempre all’erta, sul “chi va là” che proteggono dal basso della loro taglia, la loro casa e tutti i suoi componenti, ma sono anche molto tolleranti con tutte le novità, compresi gli sconosciuti se in presenza del proprietario. 
Si adatta molto facilmente allo stile di vita della sua famiglia: attivo se necessario, con corse e salti, sornione e ozioso se è una fase della giornata tranquilla.
 

Cura del Westhighland Terrier

Il Westie è una razza di facile gestione e necessita di cure ordinarie. Il suo pelo per ben strippato con regolarità rimane in ordine senza creare particolari difficoltà nel periodo di muta. Una spazzolata settimanale con un cardatore serve a ravvivare il mantello. 

Il Westie è geneticamente forte, che significa una razza che gode di buona salute. La sua aspettativa di vita è piuttosto lunga, anche fino a 16 anni. Vi sono alcune patologie in cui può incorrere come molti cani di piccola taglia come la lussazione della rotula, o la necrosi della testa del femore.

E’ fondamentale curarne l’alimentazione perché questi cani tendono ad ingrassare se non sottoposti ad esercizio fisico. Quindi piccole dosi due volte al giorno ad orari regolari.
 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio