Cane Razza Yorkshire, caratteristiche

Lo Yorkshire è un cane di piccola taglia a pelo lungo, molto docile e socievole con facilità all'abbaio e qualche fragilità da prevenire o curare tempestivamente.

cane-razza-yorkshire

Credit foto
©????? ????????? -123rf

Caratteristiche
Origini
Morfologia
Psicologia
Alimentazione e cura
Fragilità 

 

Cane Yorkshire Terrier, caratteristiche

Lo Yorkshire è un cane di piccola taglia, appartenente alla famiglia dei terrier, e rientra tra i cagnolini da compagnia. E’ originario del Regno Unito ma è diffuso un po’ ovunque, considerato razza pregiata.
 

Origini dello Yorkshire Terrier

Lo Yorkshire è stato selezionato nell’omonima regione inglese a metà del 1800. Questa razza era stata indicata per dare la caccia ai topi nelle miniere. Inizialmente il nome questo cagnolino era Scotch Terrier a pelo broken poiché l’antenato era di origini scozzesi.

Dopo 9 anni e l’affinazione della razza prende il nome di Yorkshire. Nel tempo la taglia si è ridotta fino ad arrivare ai giorni nostri. Ha perso anche la sua funzione di cane da caccia tipica dei terrier, divenendo semplice cane da compagnia.
 

 

Morfologia dello Yorkshire

Lo Yorkshire è un cagnolino che può raggiungere i 3 kg, e un’altezza fino ai 22 cm. Pur così piccolo, mantiene le caratteristiche di un terrier che ne fanno un cane agile, veloce e robusto.

Possiede un pelo medio lungo di colore mélange, acciaio scuro e marrone/rossiccio, ben suddiviso su entrambi i lati. Risulta morbido al tatto.

Anche il manto sul muso è lungo e spesso viene legato per lasciare gli occhi liberi. Il tartufo è nero. Il cranio è piccolo e piatto, il musetto allungato, gli occhi neri e vivaci. Particolari sono le orecchie a forma di V, ravvicinate e portate dritte sopra la testa. La morfologia del corpo è ben proporzionata tra schiena e zampe. La coda è portata alta. 
 

Psicologia dello Yorkshire

Lo Yorkshire è un cane vivace ed intelligente, che necessita di muoversi spesso durante la giornata. Ha un carattere docile e socievole, ma molto indipendente. È importante durante l’imprinting educarlo ai rumori e alla socializzazione, poiché tende ad abbaiare molto di fronte agli imprevisti. Possiede un carattere giocoso e si affeziona facilmente ai bambini.
 

Alimentazione e cura dello Yorkshire

L’alimentazione dello Yorkshire deve tenere conto della piccola taglia ma anche della sua energia, quindi deve essere ben bilanciata e variegata per stagionalità ed attività fisica. 

Il suo pelo e la sua pelle necessitano di idratazione, perché tendono ad inaridirsi.  Anche i lavaggi devono essere promossi con prodotti neutri e delicati.

Il manto deve essere spazzolato quotidianamente per prevenirne annodamenti e tagliato costantemente perché cresce progressivamente. Non presenta sottopelo, quindi è molto facile da gestire in casa. 
 

Fragilità dello Yorkshire

Lo Yorkshire risulta essere una razza molto delicata, soggetta a diverse patologie: malgrado la piccola taglia e il peso esiguo può manifestare problematiche all’anca che portano a zoppia. Può essere vittima di displasia retinica, fino ad arrivare alla cecità.

Un’altra malattia tipica degli Yorkshire è lo shunt portosistemico, caratterizzato da un’alterazione dell’afflusso di sangue al fegato, con difficoltà di filtraggio delle tossine, che porta ad inappetenza, ittero, debolezza muscolare.

Lo yorkshire può essere soggetto alla dislocazione della rotula, che ne prevede la rotazione fuori dall’articolazione e per la quale serve l’intervento chirurgico.

Nei soggetti molto piccoli può presentarsi il problema del collasso della trachea, dovuta alla debolezza della cartilagine e che può causare difficoltà respiratorie. Anche in questo caso si rende necessario l’intervento chirurgico, per migliorare le sue condizioni di vita.