Chihuahua, caratteristiche

Cane da compagnia molto amato, il Chihuahua si distingue per accostare piccole dimensioni e temerarietà. Estremamente coraggioso, non risparmia il proprio sospetto agli estranei, riservando invece ai propri compagni umani il suo lato più devoto, allegro e affettuoso.

chihuahua

Credit foto
©tselykh / 123rf.com


 

Chihuahua, origini e storia

La storia del Chihuahua ha radici antichissime, che si perdono nel tempo. Sembra che suoi progenitori siano infatti i Techichi, cani allevati dai Toltechi, antica popolazione del Messico risalente a circa 3000 anni fa. 

Il nome di questo cane trae origine dalla regione messicana omonima, dove gli indigeni iniziarono ad addestrarlo e tenerlo con sé. L’attuale Chihuahua sarebbe frutto di accoppiamenti tra i discendenti degli esemplari appartenenti ai Techichi e il cane importato in quella zona dai conquistadores spagnoli, il Perro Chihuahueno. 

Un'altra teoria sostiene, invece, che sia nato da una serie di incroci con il cane cinese e che la sua stessa importazione in America - dove in poco tempo diventò una delle razze più diffuse - si debba, appunto, al popolo cinese. 

In ogni caso, l'Europa dovrà attendere la fine del 1800 per iniziare a vedere sul suo territorio i primi esemplari di questa razza. Da quel momento, il Chihuahua ha vissuto una rapida e capillare diffusione, tanto da diventare uno dei cani da compagnia prediletti in tutto il mondo.

Lo standard di razza - che lo tutela con il nome, appunto, di Chihuahua - è stato revisionato ultimamente, nel 2019, stabilendone con precisione i parametri e le caratteristiche di riferimento.



 

Morfologia del Chihuahua

Il Chihuahua si presenta anche nella sua più minuta variante, il Chihuahua toy, ed è la razza di cane più piccola esistente al mondo. La sua altezza varia dai 16 ai 22 centimetri, mentre il suo peso oscilla fra 1,5 e 2,5 kg.

Il corpo è compatto, muscoloso, armonico e ben proporzionato. La testa è definita “a forma di mela”, con il muso corto e gli occhi leggermente sporgenti. 

Le orecchie sono sempre dritte, aperte e molto mobili, rivelatrici di un udito attento e di un passato da cacciatore. 

Per quanto riguarda il mantello, esistono due varianti di Chihuahua, a pelo lungo e a pelo corto, di cui sono ammessi qualunque colore e sfumatura: dal cioccolato, al fulvo, al bianco, al crema, al nero, al grigio.

Le sue zampe sono dritte, la sua coda è portata curva, a formare un cerchio o semicerchio rivolto verso la regione lombare.



 

Carattere e psicologia del Chihuahua

Cane di grande temperamento, a dispetto delle sue dimensioni il Chihuahua è temerario e coraggioso. Sempre vigile e attento, è un valido guardiano, capace di avvertire  immediatamente della presenza di un estraneo con un insistente abbaiare. 

A lato di ciò, è un cane molto affettuoso, che adora il proprio compagno umano, con il quale sa stabilire un rapporto molto profondo. Ama le coccole e, proprio per via della  sua assoluta devozione nei confronti del padrone, è molto propenso a seguire le regole che gli vengono dettate

Verso i bambini è naturalmente diffidente ma, se viene rispettato e abituato al contatto, finisce col mostrare il suo lato più allegro e giocherellone. Sa instaurare ottimi rapporti con esemplari della sua stessa razza, con i quali vigono le regole del branco, e convive egregiamente persino con gatti domestici.



 

Salute del Chihuahua

Il Chihuahua è un cane molto longevo, che può superare facilmente i 15 anni di età giungendo, in alcuni casi, addirittura a 20 anni. Estremamente robusto, non ha predisposizione a particolari problemi di salute. I disturbi riscontrati con maggiore frequenza sono:

  • tendenza all'ipoglicemia, che può portare a un arresto della crescita;
  • lussazione della rotula;
  • malattie della pelle;
  • irritazioni oculari, se gli occhi non vengono curati con regolarità;
  • cardiopatie congenite;
  • malattie neurologiche.



 

Come prendersi cura di un Chihuahua

Prendersi cura di un Chihuahua è relativamente semplice. Sarà sufficiente una breve serie di buone pratiche, che tengano conto delle sue caratteristiche e necessità peculiari. 

  • Toelettatura e igiene: il Chihuahua è un cane molto pulito, non richiede cure troppo complesse o impegnative. E' consigliato spazzolare il suo mantello una volta alla settimana, con una spazzola a setole naturali corte per quanto riguarda la variante a pelo corto, con una spazzola a setole rigide per la variante a pelo lungo. Se si rispetta questa buona abitudine, basterà fargli un bagno una volta ogni due mesi. E', inoltre, importante occuparsi dell'igiene delle orecchie – da pulire regolarmente con un batuffolo di cotone imbevuto di detergente apposito – degli occhi e procedere, quando necessario, al taglio delle unghie.
  • Alimentazione: viste le sue piccole dimensioni, occorre prestare la massima attenzione a non eccedere nella quantità di cibo che gli viene offerta, in modo da non alterare il suo sistema digestivo e provocare inconsapevolmente problemi di salute. La sua dieta deve essere pensata, con l'aiuto del veterinario, in base all’età e allo stile di vita. Se alimentato con crocchette, basterà seguire scrupolosamente le indicazioni riportate nella confezione.
  • Attività fisica: il Chihuahua è un cane energico che ha bisogno di essere portato a spasso un paio di volte al giorno per sfogarsi e auspicabilmente giocare con i suoi simili. Allo stesso tempo, è necessario tenere in considerazione che non possiede la stessa resistenza di cani di dimensioni maggiori e, in caso attività fisica prolungata, occorre lasciarlo riposare quando ne ha bisogno, assecondando i suoi ritmi.


 

Come educare un Chihuahua

Il Chihuahua è un cane da compagnia, che ben si presta a essere educato a seguire semplici regole di convivenza. Intelligente e devoto, non presenta grosse difficoltà di addestramento, a patto che - come con ogni cane dal carattere forte e testardo - si inizi sin dai primi mesi.

Con dolcezza, fermezza e perseveranza si otterranno ottimi risultati in termini di pulizia e docilità. 

Propenso alla socializzazione ma diffidente nei confronti degli estranei, se abituato da cucciolo può convivere serenamente con bambini, altri cani e animali, riservando il proprio sospetto esclusivamente a chi lo merita.