Cane Razza Setter, caratteristiche

Cane da ferma e da riporto il Setter è un cane di taglia media molto affettuoso e socievole.

cane-razza-setter

Credit foto
©reddogs-123rf

Caratteristiche del Setter
Origini
Morfologia
Psicologia
Cure
Tipologie di Setter

 

Caratteristiche del Setter

Il Setter è considerato un cane da ferma e da riporto. Il termine "Setter" sta infatti ad indicare la posizione di parziale seduta all’avvistamento della preda.

Utilizzato per la caccia a volatili, come quaglie, fagiani e selvaggina di vario tipo, è diventato un cane da compagnia, per il suo carattere equilibrato e l’indole affettuosa. Il setter è un cane elegante, molto “British” sia per origini sia per presenza. Vi sono varie declinazioni di setter: quello inglese, il setter scozzese, il setter irlandese. 
 

Origini del Setter

Il Setter è una delle razze di cani da caccia con più storia alle spalle, tanto da risalire ai primi decenni del 1300. Arriva ai giorni odierni dopo un’accurata selezione, ma tra le sue origini vi sono progenitori appartenenti alla razza del Bracco Spagnolo e più in generale varietà di Spaniel. Agli inizi del 1800 il Setter viene introdotto in territorio britannico da Sir Laverack, che lo seleziona per ottenere un cane da caccia, il Setter Inglese. 


Morfologia del Setter

Il Setter è un cane di taglia media, il maschio può arrivare a pesare circa 35 kg, la femmina 30. L’altezza al garrese tra 66 e 68 cm, lo connota come un cane slanciato, magro, armonioso nelle forme, molto energico. Il suo mantello è caratterizzato da pelo lungo e liscio, il cui colore può variare dal bianco con moschettature arancioni, gialle, marroni, o blu/nere.

Alcuni esemplari possono essere tricolor nero/blu, bianco e marrone. Le orecchie, la coda e le zampe sono coperte da una lunga frangia. Caratteristica tipica dei setter sono le orecchie lunghe e pendenti e gli occhi grandi espressivi color nocciola.


Psicologia del Setter

Il Setter è un cane molto attivo, ma dal carattere estremamente equilibrato. E’ molto socievole e affettuoso. Legato a tutta la famiglia, ideale per i bambini, effonde spirito di protezione a tutti i suoi membri, ama giocare e stare all’aria aperta, ma si adatta facilmente anche ai luoghi chiusi, purché possa fare lunghe passeggiate almeno una volta al giorno.


Cure del Setter

Il pelo lungo necessita di cura: si raccomanda la spazzolatura settimanale per scongiurare la formazione di nodi. 
L’alimentazione deve essere curata, ben bilanciata in base al grado di attività fisica del setter, per il giusto apporto energetico e per evitare rischi di sovrappeso. 


Tipologie di Setter:

Oltre al tipico setter inglese esistono varianti più specifiche come il Setter Irlandese e il Setter Scozzese.

  • Setter irlandese: la sua caratteristica è il manto dal pelo fulvo lucido e frangiato su tutta la lunghezza, fatta eccezione per la testa. E’ molto elegante, con un muso allungato e le orecchie sottili triangolari. E’ molto resistente e può arrivare ai 15 anni di età. 
  • Setter scozzese o Setter Gordon: il nome si deve ai duchi di Richmond Gordon che sono stati i selezionatori di questa razza. La struttura fisica è più massiccia rispetto al setter inglese, perché è stato selezionato per la corsa. Il pelo è lungo e setoso di color nero antracite con focature rosso-castano. Di carattere docile, è facilmente addestrabile e viene utilizzato anche per attività di agility-dog.

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio