Articolo

I rimedi erboristici contro l’eritema solare

La pelle deve sempre essere protetta quando ci si espone al sole. Se il fototipo è di quelli chiari e soggetto ad eritema è bene sollecitare per tempo la melanina. In caso contrario alcuni rimedi erboristici decongestionanti possono aiutare a lenire gli effetti della comparsa dell'eritema.

I rimedi erboristici contro l’eritema solare

In caso di eritema solare il primo consiglio è: meglio prevenire che curare, anche perché ci si rovina un po’ la vacanza con l’eritema. 

Il secondo consiglio è: meglio ricorrere a rimedi naturali che a cortisonici, antistaminici durante la vacanza perché poi bisogna stare attenti a non esporsi più al sole, per il rischio di macchie da fotosensibilizzazione e esacerbazione dell’eritema.

Vediamo quali rimedi erboristici possono essere utili per affrontare un eventuale eritema che ci colpisce mentre siamo in vacanza al mare e non abbiamo attuato una profilassi per prevenirne la comparsa.

 

Olio di Iperico

In caso di scottature ed eritema possiamo ricorrere all’olio di iperico per calmare il rossore, il bruciore e il prurito. L’olio di iperico è ricco di flavonoidi, di tannini, di ipericina, che ne caratterizzano l’azione cicatrizzante, analgesica e decongestionante.

Lenisce la pelle quando è molto arrossata e particolarmente irritata dall’eritema. Bastano due o tre applicazioni di iperico per vedere già i risultati. Può essere un ottimo doposole da utilizzarsi anche normalmente. L’unica avvertenza è quella di non utilizzarlo prima dell’esposizione al sole perché è fotosensiblizzante.

 

Leggi anche Gli integratori naturali per prepararsi all'abbronzatura >>


Gel d’Aloe

Il gel di aloe è il nostro toccasana per la pelle in genere. In caso di ustioni da esposizione solare ed eritema con papule pruriginose il gel d’aloe rappresenta una fonte di idratazione, rinfrescante e decongestionante.

E’ ricca di polisaccaridi e sostanze mucillaginose che servono a ricostruire il film idrolipidico della pelle messo a dura prova dall’esposizione solare.

Può capitare che dopo l’applicazione la pelle si arrossi ancora di più, ma è un effetto che passa nel giro di pochi minuti ed è dato dal lavoro di ripristino della temperatura della pelle in profondità, che porta in superficie “il fuoco” che abbiamo assorbito.

Quando avviene questo fenomeno lasciamo lavorare il gel d’aloe per 5/10 minuti e poi risciacquiamo con acqua fresca. L’effetto sarà molto piacevole, la pelle risulterà idratata, decongestionata e fresca. Per un effetto ancora più piacevole teniamo il nostro gel d’aloe in frigorifero.

 

Farina d’Avena

La farina di avena è un rimedio lenitivo famoso per le pelli ipersensibili e ormai un componente irrinunciabile in alcune creme viso. In caso di eritema solare e scottature la farina d’avena riduce il rossore, toglie il bruciore e decongestiona. Si stempera la farina con l’acqua e si effettuano degli impacchi con una spugna naturale o con del lino. La farina d’avena può essere utilizzata anche nell’acqua della vasca per un bagno rinfrescante e lenitivo.

 

Oleolito di Elicriso

L’elicriso è un fiore dalle molteplici proprietà: espettorante, calmante, e può essere impiegato per sedare l’eritema solare. Applicato sulla pelle ridona elasticità, attenua il rossore e il prurito. L’elicriso è utile per tutte le pelle sensibili, che si infiammano facilmente e dopo l’esposizione solare.

 

Crema di Calendula

La calendula svolge un’attività antinfiammatoria su l’eritema. Smorza rossore, bruciore e prurito e grazie alle sue proprietà antibiotiche consente una protezione contro quei batteri che si possono contrarre d’estate al mare e che insidiano la nostra pelle.

In commercio possiamo trovare la calendula in crema, di facile uso, leggera e spalmabile su ustioni e eritema, ma da utilizzare anche come doposole restitutivo dopo una giornata trascorsa al sole.

 

Prevenire l’eritema solare

Se giochiamo d’anticipo però possiamo evitare la comparsa dell’eritema e rafforzare la pelle al sole. Come? Con semplici rimedi naturali che stimolano la risalita della melanina, la nostra protezione ai raggi UV.

I betacaroteni sono principi utili da mettere in campo iniziando qualche mese prima di partire per le vacanze e comunque prima dell’arrivo dell’estate. In erboristeria o in farmacia possiamo trovare integratori con licopene, olio di carota, estratti di tagete, coenzima Q10 che preparano la pelle al sole, la rafforzano e la proteggono, grazie anche alla loro azione antiossidante.
Una buona crema con protezione solare 30 o addirittura 50 per i primi giorni è un “must” se si è soggetti ad eritema.

Quelle di nuova generazione riparano dai danni dei raggi UV pur consentendo di abbronzarsi.

 

Leggi anche Vitamina D ed esposizione al sole >>