Peonia, caratteristiche e coltivazione

Le peonie sono piante molto rustiche e poco esigenti, semplici da coltivare anche per chi è alle prime armi con il giardinaggio. 

peonia-caratteristiche-coltivazione

Credit foto
©TERESA KASPRZYCKA- 123RF

 

 

Peonie erbacce e peonie arbustive: caratteristiche e differenze

Scopriamo come coltivare la peonia in vaso o in giardino e come prendersi cura della peonia a seconda che si tratti di peonie erbacee o di peonie arbustive.


La peonia è una pianta originaria dei paesi asiatici, dove è considerata la regina dei fiori e simboleggia immortalità, prosperità e bontà d’animo. 

Il termine peonia comprende numerose varietà che possono essere suddivise in erbacee e arbustive, con caratteristiche colturali differenti.

La peonia erbacea è una pianta perenne a bulbo che, una volta piantato, in primavera emette steli alti 70-100 centimetri. Nei mesi di aprile e maggio, sugli steli si sviluppano fiori singoli colorati, gradevolmente profumati e vistosi, che possono raggiungere i 15 centimetri di diametro. 

A partire dall'autunno, la parte aerea della peonia si secca per poi emettere nuovi getti in primavera.  Le peonie erbacee sono impiegate soprattutto per decorare aiuole e bordure o per ottenere fiori da taglio. 

La peonia arbustiva o peonia arborea è invece una pianta resistente e longeva, che forma cespugli di rami legnosi, sui quali in primavera spuntano i getti che porteranno foglie e fiori. 

Le varietà di peonie arbustive si sviluppano in altezza e larghezza e possono raggiungere anche i due metri di altezza e diametro. 
La fioritura delle peonie arbustive avviene in primavera, quando la pianta produce fiori profumati e colorati. 

A partire dall’autunno, le peonie arboree perdono fiori e foglie, che si riformeranno la primavera successiva. 

A differenza delle peonie erbacee, le varietà arbustive di peonia sono usate come piante isolate o per creare siepi. 

La coltivazione delle peonie, sia erbacee che arbustive, non richiede particolari abilità o cure, poiché si tratta di piante molto rustiche, resistenti e adattabili.

 

Come coltivare le peonie erbacee in vaso o in giardino

Le peonie erbacee sono piante resistenti che possono essere coltivate facilmente in vaso e in giardino. 
Si tratta piante molto adattabili sia alle condizioni climatiche sia alle diverse caratteristiche del terreno, dunque non serve una particolare esperienza per curare le peonie.  

Le peonie erbacee sono vendute sotto forma di bulbi secchi che possono essere interrati nel periodo autunnale sia in piena terra che in vasi da collocare all'esterno.

Il terreno ideale per la peonia è ricco e ben drenato, con un pH di circa 6,5-7, e la posizione preferita della pianta è soleggiata. 

I bulbi vanno piantati sotto 3-5 centimetri di terra sistemando un bulbo per ogni vaso oppure distanziandoli di circa 10 centimetri se sistemati in piena terra. 

Le peonie erbacee possono essere coltivate anche vicino ad altre piante perenni come i gerani, per creare aiuole e bordure fiorite. 

Una volta piantate, le peonie erbacee non richiedono particolari cure: è sufficiente bagnare la pianta regolarmente, evitando i ristagni d’acqua. 

Quando la peonia emette fiori e foglie, occorre poi ricordarsi di eliminare le parti che mano a mano si seccano o appassiscono e, in autunno, andrà eliminato tutto il fogliame secco.

La fioritura delle peonie erbacee avviene in genere due anni dopo averle piantate, nel periodo primaverile.
 

Come coltivare le peonie arbustive in vaso e in giardino

La coltivazione delle peonie arbustive può avvenire partendo dai semi, ma è molto più semplice iniziare la coltivazione piantando piante già sviluppate.

Le peonie arbustive o arboree sono vendute in vaso e vanno collocate all'esterno nel loro contenitore oppure messe a dimora in piena terra durante i mesi autunnali. 

Il luogo ideale in cui far crescere un cespuglio di peonia è soleggiato o parzialmente all'ombra, in terreni ricchi e drenati con pH che vanno da 6,5 a 7.

Per piantare la peonia in giardino occorre scavare una buca di circa 50 centimetri di profondità e di diametro, dissodando bene la terra. Se il terreno è pesante e argilloso, meglio aggiungere sabbia e ghiaia per evitare il ristagno di acqua. La pianta andrà poi sistemata sotto circa 10 centimetri di terra e innaffiata abbondantemente per consentire alle radici di aderire al terreno. 

La coltivazione in vaso delle peonie non è diversa da quella in piena terra: occorre scegliere però contenitori di dimensioni medio-grandi per dare alla pianta spazio in cui svilupparsi e crescere e usare un terriccio specifico per piante fiorite o, in alternativa, preparare una miscela di sabbia e torba, arricchita con concime organico.

Le peonie arbustive crescono bene all'aperto, sia isolate che in gruppi poco numerosi per formare siepi. Durante i primi anni, la crescita delle peonie arbustive è piuttosto lenta, ma nel corso degli anni la pianta si svilupperà forte e rigogliosa regalando splendide e maestose fioriture. 

I fiori delle peonie arbustive sbocciano nei mesi di aprile e maggio, sono grandi e hanno una fragranza simile a quella delle rose. Il colore dei fiori delle peonie va dal bianco al rosso, passando per tutte le sfumature del rosa, a seconda della varietà.

A differenza delle peonie erbacee, le varietà arbustive possono presentare fiori raggruppati in grappoli e alcune varietà hanno fiori doppi una quantità tale di petali da aver guadagnato la denominazione di “bomb flowers”, fiori a bomba.
 

Fioritura delle peonie

Come abbiamo visto, le peonie fioriscono nei mesi di aprile e maggio producendo grandi fiori globosi profumati e molto vistosi. 

L’esplosiva fioritura della peonia è però molto effimera e fragile: i fiori si aprono per solo due mesi l’anno e basta un po’ di brutto tempo a far cadere i petali dagli splendidi fiori della peonia.  

Inoltre, se non si rispettano le esigenze della pianta, è possibile che la peonia non fiorisca affatto. 

Per garantire un’abbondante fioritura è preferibile non rinvasare la pianta poco prima della primavera e assicurare alla peonia il corretto apporto di azoto, fosforo e potassio.  

Se la peonia non fiorisce è necessario concimarla somministrando alla pianta un concime per gerani, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. La concimazione della peonia si effettua sia per le peonie coltivate in vaso sia per quelle che crescono in giardino.

Per le peonie coltivate in vaso si raccomanda inoltre di rinnovare periodicamente il terriccio eliminando i primi dieci centimetri di terreno superficiale e sostituendolo con nuovo terriccio fertile. 

Con queste poche e semplici cure, la peonia prospererà regalando bellissime fioriture a partire da aprile, annunciando l’inizio della bella stagione. 

 

 

Leggi anche

Ortensia: caratteristiche e coltivazione

Tulipano: caratteristiche e coltivazione

Iris: caratteristiche e coltivazione

Violetta: caratteristiche e coltivazione

Orchidea: caratteristiche e coltivazione

Ciclamino: caratteristiche e coltivazione 

Gerbera: caratteristiche e coltivazione