Tulipano: caratteristiche e coltivazione

I tulipani sono bulbi molto semplici da coltivare sia in giardino che in vaso e regalano splendide fioriture a partire dalla primavera. Vediamo quali sono le caratteristiche dei tulipani e come coltivarli con successo.

tulipani-coltivazione

Credit foto
©Maksim Shebeko (/ 123rf.com

 

Caratteristiche dei tulipani

I tulipani sono splendidi e colorati fiori appartenenti al genere Tulipa, della famiglia delle Liliaceae. Si tratta di specie bulbose e perenni ampiamente utilizzate per abbellire giardini, aiuole, terrazzi e balconi.

 

Il nome tulipano deriva da “dulband”, cioè turbante, e richiama la forma del fiore, una sorta di coppa composta da tre petali e tre sepali che può avere qualunque sfumatura di colore, dal giallo al rosso.

 

La pianta del tulipano è formata da un bulbo sotterraneo a cui si sviluppa uno stelo verde che porta un numero esiguo di foglie. In alcune specie, come la Tulipa turkestanica gli steli portano più fiori, ma generalmente su ogni stelo si sviluppa un solo fiore.

 

I tulipani, simbolo dei Paesi Bassi, crescono in tutta l’Europa Meridionale, ma sono originari delle regioni orientali. Furono gli Ottomani a importare i tulipani in Europa nel 1500 e oggi questa pianta si è diffusa anche in Nord Africa, a Nord Ovest della Cina e in molte altre zone del mondo, sebbene l’Olanda sia il maggior produttore ed esportatore di questi bellissimi bulbi 

 

Esistono tantissime specie di tulipani e diversi ibridi e la coltivazione di questi bulbi può avvenire in giardino in piena terra oppure in vaso.

 

Tulipani, quando piantarli e come coltivarli

Coltivare i tulipani è davvero semplice poiché questi fiori non hanno bisogno di cure particolari. La coltivazione dei tulipani può avvenire in giardino, in piena terra, oppure in vasi da collocare sul balcone o in terrazzo, è sufficiente che scegliere un luogo all’aperto, abbastanza soleggiato e non troppo ventoso.

 

Per poter godere della meravigliosa fioritura dei tulipani in primavera, è necessario interrare i bulbi tra ottobre e dicembre e in ogni caso prima delle gelate e del freddo intenso.

 

Il terreno più adatto in cui coltivare i tulipani è di tipo sabbioso, arricchito con compost e ben drenato. I bulbi vanno interrati a circa 10-20 centimetri di profondità e distanti tra loro 15-20 centimetri. 

 

I bulbi vanno poi annaffiati ogni due o tre giorni nei periodi in cui non si verificano piogge, evitando sempre la formazione di ristagni d’acqua. Se si decide di coltivare i tulipani in vaso, meglio collocare dei sassolini d’argilla sul fondo del contenitore, per drenare l’acqua in eccesso. 

 

Le piante di tulipani non hanno infatti bisogno di particolari cure e non vengono facilmente attaccate da parassiti, ma temono le muffe, che possono farle marcire.

 

I tulipani fioriranno a partire dalla primavera e la fioritura si conclude quando la parte aerea della pianta ingiallisce e secca. A quel punto si può rimuovere la parte ormai morta della pianta, lasciano i bulbi nel terreno in attesa della fioritura, che avverrà la primavera successiva. 

 

Leggi anche

Ciclamino: caratteristiche e coltivazione

Ortensia: caratteristiche e coltivazione

Iris: caratteristiche e coltivazione