Articolo

Pinguini a rischio per il cambiamento climatico

Persino animali come i punguini risentono del surriscaldamento globale e dell'inquinamento. BirdLife International ha stilato un elenco delle specie a serio rischio.

pinguini-a-rischio

Credit foto
©Vladimir Seliverstov -123RF

Pinguini e inquinamento

La pressione esercitata sul clima dal surriscaldamento globale non colpisce solo gli umani. Purtroppo sono continue le evidenze di quanto ogni tipo di ecosistema e bioma, finanche in Antardide, subisca gli effetti di tale pressione.

Secondo i risultati di due prestigiose Università, quella di Siena e quella di Playmouth, in Inghilterra, a farne le spese sono anche i pinguini antartici.

Dopo un anno di studi mirati su 19 campioni, è stato verificato in quale misura l’inquinamento ambientale, l’alterazione dell’habitat e la presenza umana, abbiano un forte impatto sull'instabilità genomica e le alterazioni del sistema immunitario, entrambe condizioni in grado di favorire l’insorgere di potenziali forme mutagene cancerose.

Questo studio preliminare aspira a raccogliere quante più informazioni possibili sulle reali cause di tali alterazioni in modo da poter agire preventivamente ed evitare di amplificare il rischio di estinzione dei pinguini per via cancerosa come ad esempio sta succedendo per il diavolo della Tasmania, severamente minacciato da una forma di tumore facciale. 
 

Quali sono i pinguini minacciati?

BirdLife International è un network di organizzazioni per la tutela degli uccelli e dei loro abitat. Secondo BirdLife, dieci specie di pinguini su diciotto presenti sul nostro pianeta sono a richio di estinzione.

Può sembrare paradossale che una creatura così forte come il pinguino, che nei millenni è riuscita ad adattarsi a condizioni tanto estreme per la quasi totalità delle altre forme di vita, sia adesso a rischio estinzione.

I pinguini a rischio sono:

> Il pinguino degli antipodi neozelandese (in pericolo di estinzione);
> il pinguino delle Snares (vulnerabile);
>  il pinguino reale (pericolo di estinzione);
> il pinguino dal becco grosso (vulnerabile);
> il pinguino fronte dorata (vulnerabile);
> il pinguino saltarocce (vulnerabile);
> il pinguino crestato di Moseley (in pericolo di estinzione);
> il pinguino dai piedi neri (in pericolo di estinzione);
> il pinguino imperatore (quasi minacciato);
> il pinguino di Magellano (quasi minacciato);
> il pinguino di Humboldt (vulnerabile);
> il pinguino delle Galapagos (minacciato di estinzione).
 

Cosa minaccia i pinguini?

Quali sono le cause primarie di questo aumento del rischio di estinzione per così tante specie di pinguino al mondo?

Proviamo a fare un elenco.

Primo fra tutti il riscaldamento globale che altera i meccanismi delle correnti e delle maree, e ciò significa che molte specie sedentarie di pinguino non ricevono più il nutrimento che arriva con le correnti, dal quale sono strettamente dipendenti.

Altre cause sono la pesca intensiva con le reti, che spesso cattura anche i pinguini, e l’introduzione di specie predatrici o in competizione con i pinguini.

L’inquinamento marino, specie causato da petrolio, è,  una delle maggiori cause dell’aumento del rischio di estinzione.

Aggiungiamo il turismo che disturba le colonie durante il periodo di nidificazione. Anche l’assottigliamento delle superfici antartiche compromette la nidificazione.