Massaggio ayurvedico: tecnica, benefici e controindicazioni

Oltre a favorire la circolazione periferica, una buona seduta di massaggio ayurvedico permette di distendere la mente e aprire i propri canali energetici per indirizzare risorse e tensione verso un percorso di benessere fisico e interiore. Vediamo come funziona.

massaggio-ayurvedico

Credit foto
© lightfieldstudios / 123rf.com

Il massaggio ayurvedico appartiene alla tradizione della “scienza della vita”, l’Ayurveda. Alla base di questa tradizione diffusa in India e nei paesi limitrofi sta la visione olistica dell’uomo: corpo e mente sono un’unità indissolubile.

 

 

 

Cos'è il massaggio ayurvedico

Le radici del massaggio ayurvedico sono millenarie, risalgono a più di 5000 anni or sono, in India e definirlo massaggio è sicuramente un limite. 

 

Si tratta di una vera e propria corrente culturale, l’Ayurveda (Ayu “longevità” Veda “scienza”), che considera l’uomo un tutt’uno fatto di corpo e mente nella natura. Questa concezione si estende a tutta la realtà visibile ed energetica, quindi anche all’organismo, carne, liquidi, ossa ed energie, simboleggiate dai chakra.

Il massaggio ayurvedico partendo da questi presupposti consta di manipolazioni e sfregamenti a pelle, coadiuvati da olii benefici che possono essere personalizzati in base alle biotipologie secondo la filosofia ayurvedica: Vata, Pita e Kapha.

 

A cosa serve il massaggio ayurvedico

Si tratta di un massaggio profondo, che porta ad un rilassamento psicofisico importante. In base al tipo di massaggio e all’obiettivo iniziale, la funzione del trattamento ayurvedico può essere semplicemente estetico per la bellezza della pelle, finalizzato alla cura del corpo per le sue capacità drenanti e purificanti, riequilibrante per una ri-armonizzazione interiore.

 

La tecnica del massaggio ayurvedico

Va da sé che il massaggio è una tecnica che conduce al benessere solo se unita ad un’alimentazione sana, una mente serena.

 

I testi base della medicina Ayurvedica – la Sushutra e la Charaka Samhita - individuano il massaggio terapeutico in un sistema di vita finalizzato a rafforzare l’essere umano di fronte ai cambiamenti naturali come le diverse fasi quotidiane, i passaggi di stagione, l’invecchiamento.

 

Le tecniche di massaggio ayurvedico si distinguono in due gruppi:

  • Apatarpana, tecnica di drenaggio;
  • Santarpana, tecnica nutritiva.

 

Il massaggio ayurvedico si differenzia in massaggio totale, solo della testa, solo della schiena, solo delle gambe... Le tecniche principali del massaggio ayurveda sono:

  • Pindasweda, antica forma terapeutica che nasce nella famosa regione del sud dell'India, il Kerala. Si tratta di una forma di massaggio che rimuove le tossine presenti nel corpo attraverso la pelle;
  • Pizhichil, ideale per trattare disturbi del cuore, artrite, sciatica, diabete, asma. Effettuato con olio di oliva a cui si aggiunge un decotto di piante medicamentose. 

 

Il massaggio ayurvedico viene effettuato con oli: l'olio di sesamo è il più indicato per la sua facile distribuzione e manualità ed è particolarmente adatto a essere vettore di oli essenziali e miscele di erbe ayurvediche per formulazioni specifiche in base ai 3 dosha

  • Kapha: olio con funzioni circolatorie
  • Pitta: olio dalle proprietà calmanti
  • Vata: olio delicato, dalle proprietà rassicuranti.

 

Tipi di massaggio aiurvedico


Ci sono davvero molte tipologie di massaggio, anzi, di massaggi ayurvedici

  • Massaggio ayurvedico completo: Sarvanga abhyanga, è il massaggio ayurvedico total body che coinvolge viso, corpo e cuoio capelluto. I movimenti della manipolazione sono intensi e focalizzati soprattutto sulle aree del corpo maggiormente sofferenti e sui chakra.
  • Massaggio ayurvedico della testa: Shirodhara si effettua su testa e fronte, indicato per affaticamento mentale, senso di pensatezza. Shiroabhyanga: lavora sul cuoio capelluto, indicato per prevenire la caduta dei capelli e la formazione di forfora. Massaggio ayurvedico Abhyanga su testa e nuca. Griva abhyanga: indicato per i dolori cervicali.
  • Massaggio ayurvedico della schiena: Tandabhyanga, lavora su tensioni di schiena e spalle.
  • Massaggio ayurvedico del viso: Mukhabhyanga, il massaggio ayurvedico al viso che stimola in rilascio i punti dello stress e coadiuva il riposo e il sonno.
  • Massaggio ayurvedico linfodrenante: Phenakam, adatto ad eliminare le tossine dall’organismo. Vi sono varie declinazione di trattamenti ayurvedici drenanti, come Udvartana con l’impiego di erbe specifiche, Antikapha e Gamathi massaggi ayurvedici localizzati sulle gambe contro gonfiore e adiposità localizzate.

 

Scopri gli altri tipi di massaggi

 

Benefici del massaggio ayurvedico

Il massaggio Ayurvedico migliora la circolazione sanguigna e linfatica, svolge un’azione benefica sulla colonna vertebrale, tonifica i muscoli, influenza positivamente lo stato psichico della persona. 

 

Agisce sui livelli ormonali, agevola l’eliminazione delle tossine, allenta la tensione e i disturbi a essa collegati: ansia, nervosismo, insonnia, emicrania, stanchezza, digestione difficile. 

 

Come si fa un massaggio ayurvedico

Il massaggio ayurvedico può essere effettuato su un normale lettino o, se con colata di olii caldi come da tradizione, su un tavolo di legno, scavato di 30 cm al suo interno e diviso in due parti, una per il corpo e l’altra per la testa. 

 

Prima di lavorare, attraverso pressioni, sui marma (punti anatomici costituiti dall’incrocio di muscoli, nervi, vasi sanguigni, ossa, legamenti e articolazioni), il massaggiatore rivolge domande fondamentali al paziente circa le sue condizioni fisiche: questi deve informarlo su eventuali disturbi cronici o interventi recenti.  

 

Pressioni, impastamenti, manipolazioni coinvolgono anche i chakra, aree specifiche dove convergono e dipartono le energie vitali. I cosiddetti massaggi chakra hanno origine proprio dal massaggio ayurvedico dei chakra.

 

Il massaggio ayurvedico viene eseguito in un ambiente caldo, calmo, illuminato da una luce tenue; il massaggiatore può provvedere alla diffusione di incensi ed essenze profumate. Talvolta si usano musiche rilassanti e mantra indiani che distendono la mente. 

 

Quanto dura il massaggio ayurvedico

Una seduta di massaggio ayurvedico può durare dai 60 ai 90 minuti. Il setting è coadiuvato da musica rilassante, essenze profumate per potenziare l’effetto rilassante.

 

Quanto costa un massaggio ayurvedico

E’ sempre a discrezione dell’operatore, ma il prezzo oscilla tra 80 € e 150 € se il trattamento è completo e viene inscritto nei 90 minuti di manipolazione. 

 

Controindicazioni

Meglio evitare il massaggio ayurvedico in presenza di infiammazioni o dolori acuti, se si soffre di ipertensione o di problemi di cuore, flebiti o disturbi circolatori gravi.  E’ sconsigliato effettuare il massaggio in caso di febbre, diarrea, durante il ciclo mestruale, se abbondante.

 

Curiosità

Alcuni massaggiatori esperti eseguono massaggi speciali solo con i piedi. Camminando per tutto il corpo, arrivano anche al viso. La medicina Ayurvedica prevede anche un massaggio con l’urina dalle notevoli proprietà terapeutiche, ma di difficile attuazione nella nostra cultura.

 

I benefici del massaggio ayurvedico abhyanga

 

Altri articoli sul massaggio ayurvedico: