Gatto Siamese, caratteristiche

Originario del Siam (odierna Thailandia), il gatto siamese è un gatto regale, molto vivace, che non ama essere lasciato solo. E' bene dedicargli cure assidue e visite frequenti dal veterinario per mantenerlo in salute.

gatto-siamese

Credit foto
©Mary Swift -123rf

Caratteristiche
Origini
Morfologia
Psicologia
Cura
 

Gatto Siamese, caratteristiche

Il Gatto Siamese è un esemplare facilmente riconoscibile anche dai non esperti.

Il suo manto sfumato, le zampe che sembrano coperte da un guanto, gli occhi chiari espressivi sono i suoi connotati spiccati e lo rendono uno tra i gatti più apprezzati dagli estimatori del mondo felino.

E' un gatto costoso, sia come prezzo d’acquisto, intorno agli 800€ o 1000€ sia come spese veterinarie.

 

Origini del Gatto Siamese

Il nome del Siamese deriva dal suo paese d’origine, il Siam, l’attuale Thailandia. Era un gatto caro alle famiglie nobili e considerato custode di vasellami preziosi.

Arrivò in Europa alla fine del 1800 grazie al re del Siam che fece dono di una coppia di gatti al console inglese. E’ considerata una razza molto pregiata ed ha subito un processo selettivo piuttosto elaborato, tanto che alcune caratteristiche originarie sono state mutate.

 

Morfologia del Gatto Siamese

Il gatto Siamese è di taglia media, gli esemplari maschili possono arrivare a 5/6 kg, le femmine a 4kg. E' un gatto sinuoso, elegante, dal fisico snello.

Le zampe sono lunghe e slanciate, il pelo è corto, setoso e fitto, dal manto color crema con zone più scure, come le zampe, la coda, le orecchie e il muso sfumato.  

La variazione del colore di queste aree, definite "points", dipende dalla temperatura ambientale in cui il gatto siamese vive: in climi più caldi i points risultano più chiari, a temperature più rigide invece sono scuri.

Nella nomenclatura standard della razza sono stati individuati 4 points relativi alla colorazione:

  1. Seal Point, quello generico con points scuri a contrasto con il manto chiaro;
  2. Chocolate Point, color cacao con un manto color avorio;
  3. Blue Point, color grigio/blu su un manto color ghiaccio;
  4. Lilac Point con points tendenti al rosa.
     

Gli occhi sono particolarmente azzurri, con un taglio orientale, che attribuiscono espressività allo sguardo, incorniciati da una testa triangolare e divisi da un naso lungo e armonioso.
 

Psicologia del Gatto Siamese

Il gatto Siamese è un gatto molto vivace, che ama giocare e fare attività di ogni tipo, è definito il “cane dei gatti”. Difficilmente lo si può sorprendere acciambellato e sornione, anzi ama giocare con i bambini e stare in compagnia degli umani.

Caratterialmente è un animale domestico molto selettivo e manifesta comportamenti possessivi nei confronti di colui che ha scelto come suo beniamino umano, dal quale cerca attenzioni e coccole.

Miagola molto per comunicare, modula anche il suo timbro nelle presunte conversazioni con il suo proprietario. Se lasciato in casa da solo, meglio dotarlo di giochi, palline, tiragraffi con i quali impegnare il tempo e non annoiarsi, a beneficio di mobili e tendaggi, perché non ama la solitudine.
 

Cura del Gatto Siamese

Il Siamese è un gatto che necessita di qualche attenzione in più: l’alimentazione deve essere ricca di proteine e povera di carboidrati, poiché è molto goloso e se la dieta non è bilanciata questa razza di gatti rischia il sovrappeso

Come tutte le razze molto selezionate, è necessario porre attenzione alla salute del gatto siamese, che richiede visite veterinarie frequenti, particolare cura delle orecchie, soggette ad otite.

Il pelo deve essere spazzolato quotidianamente per garantirne la lucentezza e per eliminare il sottopelo che impedisce la traspirazione della pelle.
​​​​​​​ 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio