Articolo

Stanchezza primaverile? Ecco alcuni suggerimenti

I cambi di stagione possono portare a stanchezza e affaticamento fisico e mentale: ecco qualche consiglio per combattere la stanchezza primaverile.

stanchezza-primaverile

Credit foto
©Aekkarak Thongjiew / 123rf.com

La stanchezza che si accusa nel periodo primaverile è dovuta principalmente al cambio di stagione che rappresenta uno stress per il nostro organismo, che deve adattarsi a nuove condizioni. Le temperature si modificano, i ritmi cambiano, le lancette dell'orologio si spostano un'ora in avanti: ecco perché in primavera ci sentiamo stanchi.

 

L'eccessiva stanchezza si traduce in una minore energia quotidiana, sonnolenza diurna, nervosismo, difficoltà a riposare in modo adeguato e a rimanere attivi e concentrati. I sintomi della stanchezza primaverile possono poi peggiorare in alcune condizioni; non è raro in primavera accusare ancora più stanchezza pre-ciclo, ad esempio, oppure sentirsi debilitati dalle allergie primaverili.

 

Per contrastare la stanchezza primaverile possiamo però contare sull'alimentazione, oltre che sui rimedi naturali e su alcuni miglioramenti nel nostro stile di vita.

 

Gli alimenti più utili contro la stanchezza

L'alimentazione gioca un ruolo fondamentale per combattere la stanchezza e ritrovare la giusta energia durante il cambio di stagione. Una dieta bilanciata e leggera è sicuramente d'aiuto in questo senso perché fornisce al corpo e alla mente tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Inoltre, un regime alimentare equilibrato e sano facilita la digestione, riducendo la stanchezza dopo i pasti.

 

La dieta per la primavera dovrebbe includere almeno due porzioni di verdura cruda e cotta e tre di frutta fresca. Questa stagione offre una grande varietà di prodotti colorati che, oltre a mettere di buon umore, forniscono all'organismo quantità considerevoli di vitamine, minerali, flavonoidi e sostanze antiossidanti, indispensabili per il benessere dell'organismo. 

 

La frutta fresca può essere consumata a colazione e durante gli spuntini accompagnata da una porzione di frutta secca e semi oleosi come i semi di zucca, di girasole o di lino, in grado di apportare al nostro organismo proteine di alta qualità e i preziosissimi acidi grassi omega-3. A seconda delle varietà consumate, tanto la frutta secca quanto i semi possono concorrere nell'arricchire la nostra dieta di elementi essenziali quali manganese, ferro, rame, magnesio, fosforo e vitamine del gruppo B.

 

La verdura cruda o cotta andrebbe consumata a pranzo e a cena insieme a cereali integrali in chicco come orzo, farro, riso, legumi o fonti proteiche animali, come pesce e carni bianche.

 

I metodi di cottura ideali sono a vapore, al cartoccio e alla piastra. I condimenti migliori invece sono olio extravergine di oliva, succo di limone o aceto di mele, erbe aromatiche a volontà e spezie.

 

Stanchezza primaverile, integratori per combatterla

Tra gli integratori utili per contrastare la stanchezza primaverile troviamo l'eleuterococco, il Panax ginseng e la Rhodiola rosea. Si tratta di rimedi chiamati adattogeni, proprio perché aiutano l'organismo a fronteggiare al meglio lo stress che caratterizza i cambi di stagione. Gli integratori a base di piante adattogene consentono di avere più energia, combattere l'eccessivo affaticamento fisico e mentale e migliorare il tono dell'umore.

 

Per favorire il sonno si può ricorrere a una tisana rilassante da assumere prima di andare a dormire, preparata ad esempio con tiglio, melissa o passiflora. Per un'azione sedativa più marcata si consigliano invece luppolo e valeriana, mentre per regolare i ritmi circadiani si assumono spesso integratori di melatonina.

 

Rivolgendosi al medico, al farmacista o all'erborista si potrà trovare il rimedio migliore per le proprie esigenze.

 

Consigli contro la stanchezza primaverile

Uno stile di vita sano contribuisce sicuramente a sentirsi meno stanchi e più energici. Oltre a curare la propria alimentazione è bene svolgere una costante attività fisica: è sufficiente una passeggiata a passo veloce per trenta minuti per ritrovare la carica.

 

Gli esercizi di respirazione e le tecniche di meditazione sembrano poi essere molto utili per ridurre i livelli di stress e contrastare la stanchezza.

 

Infine, dedicarsi ai propri interessi e ad attività coinvolgenti e stimolanti, può dare uno slancio alle proprie giornate facendo sentire meno stanchi, svogliati e apatici.

 

Leggi anche

I funghi medicinali per la stanchezza fisica e mentale: scopri quali sono

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio