Articolo

Depurarsi con le tisane

Ecco le tisane depurative, utili per fare un po' di pulizie di primavera anche dal di dentro, ricominciare in bellezza e stare meglio

Depurarsi con le tisane

La primavera è arrivata e con lei un periodo di passaggio che è bello osservare nella natura attorno a noi, ma anche assecondare dal di dentro.

Dopo le grandi abbuffate o durante il cambio di stagione, ma anche quando si decide di intraprendere un percorso di depurazione totale, l'organismo sente la necessità di scegliere nuove strade da percorrere per la propria pulizia e per il proprio benessere, quindi anche la sua nuova tisana per ricominciare.

Ecco a seguire un paio di proposte e ricette di tisane depurative che vi aiuteranno, insieme a una dieta depurativa equilibrata e a del sano movimento, a spogliarvi dell'inverno e partire in forma, depurati e carichi di nuove energie per affrontare il cambio di stagione.

 

Tisana depurativa al carciofo, ma non solo!

Il carciofo è depurativo e rimineralizzante per eccellenza, fonte preziosa di potassio e sali di ferro, il principio attivo che favorisce la diuresi e la secrezione biliare è la cinarina. L'azione della sua tisana migliora grazie all'aggiunta di erbe carminative e sgonfianti.

Ingredienti e preparazione: la preparazione di una tisana depurativa a base di carciofo è piuttosto semplice. Se ne possono preparare di tre tipi:

  1. solo con foglie di carciofo, per chi non teme l’amaro;
  2. carciofo e finocchio (qualche frutto), per chi vuole aggiungere un’azione carminativa e sgonfiante; c
  3. carciofo (30 grammi), cicoria radice (15 grammi), un pezzetto di radice di liquirizia, poche foglie di menta piperita e melissa, per “addolcire” il sapore un po' sgradevole del carciofo.

Per la preparazione delle tre tisane sarà sufficiente far bollire una tazza d’acqua, spegnere il fuoco e lasciare in infusione per un quarto d'ora circa. Successivamente si dovrà provvedere al filtraggio e poi si potrà bere, a piccoli sorsi. Si consiglia di non aggiungere del dolcificante, ma se non riuscite a farne a meno perché troppo amara, un cucchiaio di miele d’acacia potrà venirvi in aiuto.

Utilizzo: bere la mattina a digiuno e la sera, prima di andare a dormire.

Proprietà: diuretiche, stimolanti, rimineralizzanti.

 

Leggi anche come depurarsi con acqua e sale

 

 

Tisana depurativa composita a base di curcuma e tarassaco

Grazie alle proprietà di tarassaco e curcuma, la tisana che risulta da una loro unione, può risultare ideale per favorire una naturale depurazione dell'organismo contribuire a eliminare le tossine accumulate nel tempo e a ridurre i processi di fermentazione.

Se si aggiunge del finocchio o del cumino, la tisana acquisisce anche un elevato potere sgonfiante.

Il cardo mariano è epaprotettore, cura le patologie del fegato, mentre la menta è in grado di svolgere un'azione benefica nei confronti dei problemi connessi allo stomaco e all'intestino.

Ingredienti e preparazione:

> tarassaco (erba): 30g,
> curcuma (rizoma): 20g,
> cumino (frutti): 10g,
> cardo mariano (semi): 20g,
> menta (foglie): 20g.

Mettere un cucchiaio raso da minestra di miscela erboristica in 200 ml d'acqua circa, lasciare in infusione per qualche minuto, fino al raffreddamento.

Utilizzo: Consumare la tisana depurativa al tarassaco e curcuma un paio di volte al dì.

Proprietà: sgonfianti, depurative, epaprotettrici.

Nb: le "pulizie di primavera" dell'organismo si completano con una dieta salutare per il fegato, movimento ed esercizi di yoga e respirazione mirati, pulizia profonda dell'intestino, della pelle e dei capelli, anche attraverso massaggi, esfoliazioni, bagni di vapore, inalazioni e sedute termali specifiche. Puoi provare anche specifiche tisane della primavera.

 

Prova anche questi 3 rimedi erboristici per depurare il fegato in primavera

 

Per approfondire:

> Intestino, disturbi e rimedi naturali

> Fegato, disturbi e cure naturali

> Stomaco, disturbi e cure naturali