Articolo

Disturbi della prostata, i semi di zucca in aiuto‏

Consigli per l'acquisto, dosaggi e proprietà dei semi di zucca, un ottimo rimedio contro i problemi della prostata e per tutta la funzionalità dell'apparato urinario anche femminile. Olio di semi di zucca e semi al naturale sono i migliori rimedi antichi per infiammazioni dell'apparato urinario e vengono confermati anche dai moderni studi scientifici.

Disturbi della prostata, i semi di zucca in aiuto‏

La prostata è un organo dell'apparato genitale maschile, adibito alla produzione ed emissione del liquido seminale.

La prostata può ingrossarsi e portare, soprattutto con l’avanzare dell’età, a problemi di minzione, bruciori dovuti a urina stagnante legati a stati di infiammazione, problemi a tutto l’apparato urinario con sensazione di svuotamento non completo, sgradevolezza nel momento della minzione e bisogno di urinare spesso anche di notte.

Un alleato dal mondo vegetale sono i semi della zucca.

Infatti è stato riscontrato che nelle popolazioni che fanno uso consueto dei semi di zucca vi è meno insorgenza di questo malessere e anche gli studi e le ricerche hanno confermato le proprietà benefiche per la prostata dei semi di zucca.

L’uso continuativo di semi e olio di zucca ha permesso di ridurre i sintomi dell’ipertrofia prostatica sino all’80% e i risultati si iniziano a percepire già dalle prime settimane di introduzione dei semi di zucca nella propria dieta.

 

Proprietà dei semi di zucca

La composizione dei semi di zucca è ad alto valore biologico perché ricca di acidi grassi essenziali monoinsaturi e polinsaturi. In particolare è ricco di acido linoleico e minerali come fosforo, magnesio, ferro, manganese, rame e zinco. Inoltre sono presenti vitamine: A, B1, B2 e B3.

Tra le sostanze specifiche troviamo gli steroli, la concurbitina e altri oligoelementi e fitosostanze che concorrono all’attività antinfiammatoria, soprattutto rivolta al tessuto prostatico. La concurbitina è in particolare un vermifugo e aiuta più in generale il benessere dell’apparato urinario, anche quello femminile.

I principi attivi dei semi di zucca sono indicati peri malesseri dell’apparato urinario che derivino da nervosismo, esposizione al freddo, astenia e debolezza come incontinenza, infiammazioni della vescica e cistiti.

 

Scopri i semi di zucca tra gli alimenti con potassio

 

Consigli di acquisto

I semi di zucca si ottengono proprio dalle zucche e quindi potenzialmente il miglior modo per procurarseli è coltivare zucche ed essiccarne i semi.

Sarà sufficiente estrarli dalla polpa, asciugarli e lasciarli all’aria per un paio di giorni per poi conservarli in un vaso di vetro protetti e ben chiusi. Alcuni tostano i semi leggermente in forno ma questo diminuisce parte dei nutrienti e dei principi attivi.

Se non riusciamo ad autoprodurre i semi allora potremo trovare in commercio (anche al supermercato) i semi di zucca già pronti ed imbustati. Va fatta attenzione alla preparazione dei semi di zucca: spesso sono tostati, salati o anche  arricchiti e lavorati con altri ingredienti. Leggere le etichette rimane il metodo migliore per valutare la qualità del prodotto.

La scelta ottimale ricade sui semi di zucca al naturale da agricoltura biologica senza nessun altro ingrediente. Inoltre potremo trovare i semi di zucca con o senza il rivestimento; questo “guscio” aiuta a preservare le sostanze nutritive ed espone meno alla luce i semi.

Comunque sono ottimi anche i semi di zucca sgusciati e possono essere poi preparati a casa sotto forma di granella, di polvere o si possono  sgranocchiarli così, al naturale.

 

Dosaggi per i semi di zucca

Le dosi efficaci di consumo dei semi di zucca sono di almeno 3 cucchiai da cucina al giorno da sgranocchiare o aggiungere alla consueta alimentazione. Possono essere gustati come spuntino, portandone sempre qualche manciata con se proprio come era di usanza in molti popoli antichi che li sgranocchiavano durante la giornata. 

Possiamo inserire i semi interi o sminuzzati alle insalate miste di verdure o nelle macedonie di frutta. Ancora possono essere preparati in forma grattugiata o di granella che verrà aggiunta sopra ai piatti come se fosse formaggio.

Nelle zuppe e minestre a cucchiaio o negli impasti possono essere inseriti sotto forma di farina preparata mettendo i semi del macina caffè o tritatutto e aggiungendo, dove è possibile, a fine cottura.

Ricordiamo che, essendo ricchi di oli e grassi vegetali, sono fonte calorica e la nostra dieta dovrà tenerne conto ed essere bilanciata in rapporto al nostro fabbisogno energetico per non eccedere con il rischio di aumentare di peso.

L’olio di semi di zucca è un olio vegetale che può essere affiancato all’olio di cucina per condire e insaporire i piatti, rigorosamente da consumare a crudo evitando la cottura che farebbe perdere alcuni nutrienti e quindi numerose proprietà benefiche.

Due cucchiai di olio di semi di zucca al giorno possono essere un quantitativo di riferimento accettabile se si vogliono ottenere tutti i benefici.

 

Prova la riceta del patè veg di semi di zucca

 

Per approfondire

> Prostata, disturbi e rimedi naturali

> I rimedi omeopatici per la prostatite

> Alimentazione per la prostatite