Articolo

Menu vegetariani nei ristoranti: si può migliorare

Non andiamo a ricercare polpettoni elaborati, fiori edibili tra le portate o piatti vegetariani stratosferici: per fare felice chi di carne non ne vuole sapere basta davvero poco. Ecco come il menu dei semplici ristoranti all'italiana si può migliorare e, con poche e semplici mosse, trasformare in veg-friendly!

Menu vegetariani nei ristoranti: si può migliorare

L’opzione veg del ristorante all’italiana

Quando i vegetariani vanno nei ristoranti “normali”, classici, all’italiana, quelli della tradizione e senza troppe pretese per intenderci, spesso si mettono le mani nei capelli o sorridono in modo rassegnato.

 

Sì, perché tranne in rari casi illuminati - che solitamente annoverano ristori del centro-sud d’Italia - la situazione, o meglio il panorama che si presenta sotto i denti è il seguente: 

> Nel menu italiano c’è sempre un primo piatto vegetariano, una pasta al pomodoro, un risotto con verdure, ravioli o zuppe senza carne. Certo, verissimo e lodevole. Ma attenzione ai ravioli alla borragine, non sempre sono senza carne!

> Il cameriere, già terrorizzato e visibilmente impacciato sulla domanda “e i secondi?” risponde senza convinzione “possiamo farle un’insalatina verde con due pomodori e una mozzarella” oppure “abbiamo un tagliere di formaggi ben fornito” (con mieli e marmellate quando va bene!). 

> "Le preparo io qualcosa di speciale". Questa è solitamente l’opzione da evitare come la peste: può infatti arrivare un piattone con dentro un non meglio identificato mix di verdure semi fritte, semi stufate o lessate, passate in forno a gratinare con una colata lavica di formaggio fuso, sale pepe o spezie a caso, per ben mascherare il tutto.

> E infine: “Due verdurine grigliate o una giardiniera vanno bene?” Da scappare a gambe levate!!!

Ma non bisogna disperarsi, per fare felice un vegetariano basta davvero poco.

Ecco qualche consiglio per ristoratori, chef o esperti del settore che desiderano pensare un poco più in grande, pur rimanendo semplici semplici.

 

Leggi anche 12 alimenti vegetali ricchi di ferro >>

 

Menu per fare felici i vegetariani

Se il ristorante fosse mio cosa cucinerei? Saper presentare all’interno del menu qualche piatto veg friendly avvalora un ristorante.

Ma non c’è da preoccuparsi e chiedere all’iridologo di turno quale possa essere la soluzione ideale, quali le connessioni astrali o il cereale all'ultima moda da scoprire nella rivista fashion. Il segreto sta semplicemente negli abbinamenti, ecco qualche esempio.

 

 > Proporre antipasti leggeri e salutari, ma al tempo stesso originali: bastoncini di carote con maionese veg; zucchine marinate con sale, pepe, Castelmagno e limone; spiedini di involtini di melanzane con mozzarella e pomodorini; o salse vegetariane, come la salsa tonnata con ceci, olive taggiasche e grana, solo per fare qualche esempio.

> Tra i primi piatti, fare comparire un risotto con le lenticchie, piuttosto che una pasta integrale con pesto, patate e fagiolini. Una carbonara versione veg con il tofu affumicato, accanto a quella classica.

Un orzotto con i fagioli. O ancora un’insalata di cereali (riso integrale, miglio, avena) e quinoa arricchita con verdure fresche di stagione (broccoli, cavolfiori, erbette, pomodori, cipollotto, zucchine, melanzane, etc), legumi (come ceci, fave o piselli) o cubetti di tofu al naturale saltati insieme alle verdure. Questa potrebbe essere anche un fantastico piatto unico.

> Per quanto riguarda i secondi piatti, oltre a carne e pesce, farebbe piacere leggere una bella lista di omelette o frittate preparate al momento, tralasciando più elaborate torte di verdure.

Oppure avere a disposizione insalatone particolari, il piatto unico estivo più desiderato: una bella base di foglie di insalata fresche e di stagione, pomodori, ravanelli, carote, barbabietole, spinacino o cavolo bianco; arricchendole anche di frutta, come le mele, e frutta secca, come fichi secchi a pezzettini; un piccolo strato proteico veg, che non sia solo uovo sodo o mozzarella, ovvero 100 grammi circa di lenticchie, fagioli o altri legumi oppure fettine di tofu al naturale appena saltate con poca salsa di soia; e per finire una manciatina di semi oleosi misti (sesamo, chia, lino, zucca, girasole). 

> Puntare sempre su pane e cereali integrali, offrendo qualche volta il lusso di poter gustare una farinata di ceci; usare condimenti buoni, come olio evo spremuto a freddo 100% italiano, offrire sempre una fettina di limone (la vitamina C aiuta a fissare il ferro!), avere in casa anche l’aceto di mele o balsamico, oltre ai classici; lasciare la macedonia al naturale - le fragoline con dieci quintali di zucchero lasciatele alle nonne, meglio poco miele, limone e mentuccia! - potrebbero essere altre piccole attenzioni, punti di svolta che farebbero davvero felice un vegetariano, ma non solo!

 

Per ridere un po': "Non mangio carne, sono vegetariano", dal film "Ogni cosa è illuminata"; oppure "Ian è vegetariano" da "Il mio grasso grosso matrimonio greco". 


Leggi anche Sport e alimentazione per un vegetariano >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio