Articolo

Olio di ginepro per i dolori muscolari

I dolori muscolari dovuti a contratture e infiammazioni possono essere leniti con olio essenziale di ginepro opportunamente diluito.

olio-di-ginepro

Credit foto
©joannawnuk / 123rf.com

L’olio di ginepro si ricava per distillazione in corrente di vapore dalle bacche. Possiede un profumo, forte erbaceo, dalle tonalità balsamiche. 

 

Si presenta di colore giallo, verdognolo ed è indicato per vari disturbi come reumatismi, cellulite, gotta, obesità, acne, seborrea, caduta dei capelli, raffreddore, cistite, dismenorrea, stress, ansia.  

 

Proprietà dell’olio di Ginepro

L’olio di ginepro possiede proprietà antireumatiche, antiartritiche, diuretiche, antisettiche, toniche del sistema nervoso, antispasmodiche, cicatrizzanti, astringenti, depurative.

 

L’olio di Ginepro è efficace per i dolori muscolari proprio per le sue proprietà depurative e drenanti. Infatti è utile per l’eliminazione dei tossine, compreso l’accumulo di acido urico che provoca dolori reumatici, dolori muscolari e contratture. 

 

Esercita azione riscaldante sulla muscolatura, miorilassante e decontratturante.

 

Si applica per unzione, diluito in un olio vettore vegetale per effettuare un massaggio sulle fasce muscolari che presentano mialgie.  

 

Il suo effetto distensivo è ben apprezzato nel massaggio sportivo dopo l’attività fisica.

 

Può essere anche impiegato per praticare bagni aromatici dall’effetto drenante e rilassante, indicati per la stasi linfatica, per contratture muscolari, per insufficienza circolatoria agli arti inferiori.

 

Dolori muscolari e olio di ginepro

Cosa si intende per dolori muscolari? Sono condizioni che vanno dal fastidio al dolore più forte e che coinvolgono le fasce muscolari di braccia, gambe, schiena, collo e spalle.

 

Possono essere la conseguenza di traumi, lavori pesanti, attività fisica troppo intensa, posture errate, ma anche stress.

 

Le cause dei dolori muscolari possono essere anche di natura patologica: artrite, fibromialgia, lupus eritematoso, mononucleosi, diabete, sindrome premestruale, malattie degenerative. 

 

Per questo è sempre consigliabile rivolgersi al medico per indagare la causa prima di mettere a tacere il sintomo con qualche antidolorifico o antinfiammatorio.

 

Accertata la causa scatenante con il medico, si possono utilizzare vari rimedi naturali tra i quali massaggi decontratturanti o miorilassanti con l’olio essenziale di ginepro veicolato in un olio vegetale o in una pomata per trattamenti muscolari. 

 

Come già indicato, l’olio di ginepro possiede proprietà circolatorie, riscaldanti, drenanti che aiutano a defaticare la muscolatura, a sciogliere contratture, a smuovere ristagni linfatici e a eliminare cataboliti causa di infiammazioni.

 

Controindicazioni dell’olio di ginepro

L’olio di ginepro è indicato solo per uso esterno. E’ consigliabile diluirlo in un olio vettore e non utilizzarlo puro direttamente sulla pelle perché potrebbe causare irritazioni.

 

In gravidanza, durante l’allattamento e in caso di malattie renali, se ne sconsiglia l’impiego

 

La magia dell’olio di ginepro

L’olio essenziale di ginepro è da sempre considerato un distillato dalle proprietà magiche perché utilizzato dalle civiltà antiche in riti propiziatori oltre che a scopo terapeutico. 

 

I rami di ginepro venivano bruciati per fumigazioni che si credeva tenessero a distanza gli spiriti maligni e le malattie.

 

Le stesse bacche venivano utilizzate presso gli egizi per la preparazione di miscele per conservare i cadaveri.

 

Presso i Greci, il ginepro era consacrato alle Erinni, divinità che rappresentavano la personificazione dei rimorsi che tormentavano le cattive coscienze, per salvarle dalle forze del male. Il Ginepro veniva impiegato anche in riti propiziatori per incantesimi d’amore

 

Anche nella tradizione cristiana la pianta di ginepro possiede proprietà simboliche: si narra che avesse protetto la Sacra Famiglia nascondendola ai soldati di Erode, e fosse stata così benedetta dalla Madonna come pianta protettiva.