Articolo

Maca peruviana: proprietà, benefici e uso

Una super rapa, anzi superfood: scopriamo i benefici e le proprietà della maca peruviana, viagra naturale tra gli ingredienti di un pane più che afrodisiaco!

Maca peruviana: proprietà, benefici e uso

Praticamente è una rapa la maca delle Ande (bot. Lepidium meyenii), ma non una rapa qualsiasi, possiamo anzi definirla un superfood.

Anzitutto c'è da sapere che cresce in terreni ostili, ad altezze che vanno dai 2500 ai 5000 metri, lungo la Cordigliera Andina del Perù e della Bolivia, dove l'escursione termica estrema e la durezza del terreno la fanno da padrone.

Mentre le tribù precolombiane la consideravano un vero dono degli dei, da noi è poco nota: fa benissimo all'organismo, per rinvigorire e rinforzare, ma non solo.

La radice della maca è ricca di amminoacidi essenziali (10,2%), sali minerali (calcio, ferro, selenio, iodio, potassio, rame e zinco), vitamine (vitamina E, vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B), carboidrati, acidi grassi e fibre

 

I benefici della maca

Grazie ai suoi costituenti, la maca è una radice antistress e antifatica, ottima quando si devono affrontare periodi intensi di lavoro e di sforzo fisico. Si tratta infatti in primo luogo di una pianta energizzante, rinvigorente e in grado di fortificare l'organismo sottoposto a duri compiti o debilitato.

Proprio per la sua ricchezza, è una radice perfetta per chi soffre di carenza di ferro o anemia: aiuta infatti a regolarizzare il livello di emoglobina nel sangue.

Tonico per il sistema nervoso, la maca risulta anche benefica per il sistema immunitario, rinforzandolo e aiutandolo a combattere stati influenzali e febbrili, tosse e raffreddore.

I benefici della maca non si limitano però a questi: la pianta, grazie agli alcaloidi e agli steroli, ha anche una straordinaria azione equilibrante sul sistema ormonale (ipotalamo, ghiandole surrenali, pancreas) e pare essere in grado di favorire la fertilità sia femminile che maschile.

La presenza degli amminoacidi le conferiscono inoltre proprietà anabolizzanti, cioè aiutano e stimolano il metabolismo, in particolare nell'incremento della massa muscolare.

Afrodisiaco naturale, la maca è anche nota come viagra delle Ande o viagra peruviano: negli uomini favorisce un incremento del volume seminale, aumentando la quantità di sperma per eiaculazione, e migliora la motilità dello stesso; nelle donne agisce come stimolante della maturazione dei follicoli di Graff e dell’ingrossamento nell’endometrio.

È utilissima per tutte quelle donne che soffrono molto prima e durante il ciclo: riduce infatti la sindrome pre-mestruale, placa i dolori mestruali e regolarizza il ciclo.

Infine, ugualmente importante è il suo potere anti invecchiamento: la maca è considerata anche un integratore antiossidante e antiage.

 

La maca, una radice contro lo stress di primavera

 

Come si usa la maca

La maca è considerata un vero e proprio alimento, si vende essiccata o sotto forma di farina. La dose di maca da assumere giornalmente non è ancora stata standardizzata in modo rigoroso, e può variare in funzione delle esigenze personali. In media si consigliano da 5 a 20 grammi di radice essiccata o farina di maca o maca in polvere, al giorno.

La migliore qualità di maca in polvere in commercio è di tipo biologico, essiccata al sole e macinata a mano per preservarne la vitalità e la struttura nutrizionale.

Si può quindi consumare così, con acqua tiepida, calda o fredda, oppure aggiunta a yogurt, frullati e succhi naturali. Si può usare anche come ingrediente per i dolci o per il pane (a seguire vi proponiamo una ricetta di pane alla maca).

La maca viene venduta anche come integratore sotto forma di estratto secco, in parafarmacia o erboristeria si trova in compresse, capsule, polvere e si consiglia di assumere circa 800-1000 mg di estratto secco durante i pasti.

Anche se non vi sono controindicazioni particolari (se non in gravidanza e allattamento, - con pareri discordi a riguardo - per chi soffre di tiroide o per chi ha particolari allergie), è bene sempre sentire il parere dell'erborista di fiducia o di uno specialista.

 

Pane di farina di maca e kamut

Ingredienti per quattro persone/filoncini:
> 250 grammi di farina di kamut,
> 70 grammi di farina di maca,
> 1 cucchiaino di sale marino integrale,
> 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva,
> 1 cucchiaio di sciroppo d'acero o miele,
> 160 ml circa di acqua,
> 20 grammi di lievito di birra fresco,
> semi oleosi vari a piacere.

Procedimento: fare intiepidire l'acqua, controllando che non superi i 40°. Aggiungervi lo sciroppo o il miele e sciogliervi il lievito di birra fresco, mescolare il tutto.

A parte, sulla spianatoia, preparare le due farine e l'olio; versarvi quindi piano piano la parte liquida e impastare con le mani, aggiungendo il sale solo ora. Lavorate il tutto per almeno dieci minuti, fino a che si forma una palla dalla consistenza morbida, sulla quale inciderete una croce con il coltello e coprite con un telo inumidito e lasciare a riposo almeno tre ore.

Prendere quindi la pasta lievitata e lavorarla ancora per un po', unendovi a piacere semi oleosi, come i semi di lino, semi di chia o semi di sesamo. Create dei filoncini che inciderete con il coltello, lasciarli riposare una mezz'ora prima di infornare per circa 30 minuti in forno caldo (250°).

 

La maca tra i ricostituenti naturali, quali sono e a cosa servono

 

Per approfondire:

> La maca e gli integratori afrodisiaci, quali sono e quando assumerli

> La maca e gli integratori contro la stanchezza, quali sono e quando assumerli
> Maca come integratore: benefici, usi e controindicazioni