Fanghi guam: proprietà, uso, controindicazioni

I fanghi provenienti dalle acque al largo dell'isola Guam possiedono particolari proprietà snellenti, drenanti, detossinanti. Possono essere applicati in vari modi con risultati incoraggianti.

fanghi-guam

Credit foto
©ferrerivideo / 123rf.com

I fanghi guam sono fanghi a base di alghe oceaniche particolari chiamate appunto alghe guam. Utili contro gli inestetismi della cellulite, conferiscono alla pelle morbidezza ed elasticità. Scopriamoli meglio.

 

 

 

Che cosa sono i fanghi guam

I fanghi guam si ricavano da alghe che si trovano prevalentemente negli oceani. Guam è un'isola dell'arcipelago delle Marianne, nel Pacifico, nei cui mari crescono queste particolari alghe.

 

Le alghe guam vengono sfruttate in campo cosmetico per le loro peculiari proprietà, raccolte durante il mese di maggio, in modo delicato per non rovinarle, vengono adagiate in ampie aree per l’essicazione e l’areazione.
Grazie al forte vento oceanico, le alghe guam perdono gran parte della componente idrica, circa l'80%, diventando praticamente secche e conservando tutte le loro particolarità.

 

Le alghe guam contengono infatti vitamine, metalli, protidi, grassi, glicidi, sali minerali (come cloro, zolfo, fosforo, iodio) e importanti micronutrienti, come il betacarotene e la vitamina C.

 

Proprietà e uso dei fanghi guam

Grazie a queste sostanze, i fanghi sarebbero in grado di conferire alla pelle particolari condizioni di morbidezza, compattezza, elasticità, levigando la cute e compattando i tessuti. Sono definiti fanghi anticellulite e agiscono anche come fanghi snellenti.

 

Istruzioni per l’uso 

Per l’applicazione dei fanghi guam è utile leggere attentamente le indicazioni che si trovano sulla scatola. Generalmente viene cosparso il prodotto sull'area interessata, con un massaggio delicato e fasciando con uno strato di pellicola da cucina per lasciare agire i fanghi guam almeno 45 minuti e infine risciacquare con cura la pelle.

 

Subito dopo è consigliabile applicare una crema gel, che integra l'azione dei fanghi, per rinfrescare e tonificare la zona. I fanghi guam vanno applicati con una frequenza particolare, a giorni alterni, a seconda di come indicato. L’operazione può essere ripetuta per circa 6 mesi.

 

Dopo l'applicazione dei fanghi guam, è abbastanza comune che il soggetto avverta una sorta di pizzicore unito a rossore. In alcuni casi, dopo diverse applicazioni, tali sensazioni tenderebbero a diminuire di intensità. I prodotti a base di alghe guam possono contenere anche altri elementi naturali in grado di rinforzare l’azione drenante e snellente, come fitoestratti di edera, fucus e ippocastano.

 

Come agiscono i fanghi guam?

I fanghi d'alga guam si possono applicare sia riscaldandoli sia a temperatura ambiente e la parte del corpo interessata, deve necessariamente essere coperta da una pellicola protettiva in plastica, perché grazie all'azione occlusiva della pellicola da cucina, i fanghi guam sfruttano il naturale calore della pelle per stimolare la microcircolazione. Sono la migliore soluzione come fanghi fai da te dimagranti. 

 

Il calore agevola l’assorbimento dei principi attivi nei tessuti cutanei, aumenta il metabolismo e l'ossigenazione e favorisce la mobilitazione dei grassi immagazzinati nel tessuto adiposo sottocutaneo.

 

Durante i tempi di posa si può avvertire un leggero riscaldamento a livello cutaneo e la sensazione di pizzicore sinonimi di riattivazione della microcircolazione cutanea. L'intensità di questi effetti è soggettiva e ascrivibile a vari fattori personali. Dopo il tempo di posa indicato, si sciacqua sotto la doccia con acqua tiepida.

 

Le alghe Guam funzionano perché sono in grado di fornire numerosi benefici già a partire dalle prime applicazioni, tra cui:

  • elasticità della pelle;
  • riduzione della parte adiposa;
  • riduzione della ritenzione idrica.

 

E’ consigliabile misurare l’effetto dei fanghi guam prima e dopo le diverse applicazioni, come per i fanghi dimagranti.

 

 

I fanghi tra i rimedi naturali per la cellulite

 

Dove acquistare i fanghi guam

I fanghi d’alga guam sono reperibili sia nelle erboristerie che nei negozi specializzati nella vendita di prodotti naturali, così come on line, in farmacia, parafarmacia e centri estetici. I fanghi guam sono privi di coloranti o sostanze chimiche e vengono venduti come prodotti naturali.

 

I migliori fanghi guam

In commercio si trovano numerose formulazioni, che rispondono alle diverse esigenze.

  • Fanghi a caldo: adatti a tutti i tipi di pelle, tranne a quelle sensibili o con i capillari fragili. Infondono una sensazione di calore gestibile e sono risultati efficaci già dalle prime applicazioni anche su forme di cellulite grave.
  • Fanghi a freddo: sono uguali a quelli tradizionali, ma donano una piacevole sensazione di freschezza. Sono indicati per chi presenta fragilità ai capillari, per chi soffre di gonfiore alle gambe e ritenzione idrica, e pelle sensibile.
  • Fanghi guam con alga artica: apportano una sensazione di freddo intenso, indicati a chi presenta gambe stanche e gonfie.

 

I fanghi Guam possono essere utilizzati durante la gravidanza e/o allattamento?

I fanghi d’alga in generale sono sconsigliati in gravidanza e durante l’allattamento, per il loro apporto iodato e per rispondere al principio di cautela che si applica in generale a molti farmaci e rimedi naturali quando si versa in una condizione così delicata.

 

Esistono in ogni caso fanghi alga guam privati di iodio e applicabili a freddo, ma è consigliato chiedere il parere del medico.

 

Controindicazioni ed effetti collaterali dei fanghi guam

I fanghi d’alga guam sono sconsigliati in caso di tiroiditi. La componente di iodio può interferire con terapie a base di L-tiroxina. I fanghi guam caldi non devono essere utilizzati da chi soffre di capillari fragili, vene varicose e pelle reattiva.

 

Leggi anche

Che cos'è e come funziona la fangoterapia