Articolo

Contro i brufoli prova i rimedi naturali

I brufoli sono notoriamente considerati come il sintomo di una pelle impura, in realtà possono anche essere un segnale della necessità del nostro organismo di detossinarsi. Vediamo perciò con quali rimedi naturali possiamo prevenirli, agendo dall’esterno ma anche dall'interno.

rimedi-natural-brufoli

Credit foto
©lightfieldstudios/ 123rf.com

I rimedi naturali per i brufoli possono essere assunti sotto forma di integratori alimentari per uso interno o applicati direttamente sulla cute, con l’utilizzo di cosmetici naturali a base di piante ad azione astringente, purificante e seboequilibrante.

 

Più che muovere guerra contro gli antiestetici brufoli, dovremmo considerarli come un modo che il nostro organismo utilizza per eliminare scorie attraverso la pelle, uno degli “organi emuntori” insieme a polmoni, fegato, reni e intestino.

 

Questi organi hanno il compito di smaltire le tossine che si accumulano nel corpo a causa dell'inquinamento ambientale, dell'abuso di farmaci, dell'alimentazione scorretta o dell’esposizione a sostanze tossiche. La pelle, infatti interviene a sostegno dei reni e del fegato per favorire questo processo di depurazione. Ecco perché ascoltare il nostro corpo, anche quando produce i poco attraenti e sgradevoli brufoli, aiuta a scegliere il giusto rimedio.

 

I brufoli e le loro cause

Si pensa di solito che i brufoli affliggano principalmente gli adolescenti, ma i dati attestano che non discriminano per età né per sesso. Recenti studi scientifici hanno evidenziato che esiste una relazione tra la loro comparsa e le intolleranze alimentari, la disbiosi intestinale e gli squilibri ormonali femminili nella fase della pubertà, durante il ciclo mestruale o la gravidanza.

 

L’acne tipica dell’adolescenza, che si manifesta con pelle impura e foruncoli, è dovuta alle alterazioni del sistema ormonale proprie di quest’età. L'acne si manifesta con seborrea (l'aumento dell’untuosità della pelle), punti neri (quando i pori si dilatano diventando contenitori di impurità) e comedoni (i brufoli veri e propri, infiammati o con presenza di pus).

 

Ha un ruolo anche l’affaticamento del fegato dovuto a esposizione a tossine ambientali (inquinamento, fumo, solventi ecc.); uso di farmaci (ancor più se si tratta di pillola anticoncezionale o di antibiotici); carenze di vitamine e minerali; assunzione di alcol e droghe; cattiva funzionalità intestinale e alterazione della flora batterica.

 

I rimedi naturali cosmetici per eliminare i brufoli

I rimedi naturali per i brufoli cominciano dalla detersione. Per sbarazzarsi di foruncoli e punti neri è necessario prima di tutto valutare lo stato della propria pelle ed effettuare una corretta pulizia del viso.

 

Bisognerebbe detergere accuratamente il viso, al mattino e la sera, con un prodotto adatto al proprio tipo di pelle, senza mai dimenticare il tonico che riequilibra i pori con un’azione astringente. Questa semplice beauty routine aiuta a prevenire anche la formazione di brufoli sottopelle. 

 

Il sebo rappresenta per la cute una sorta di schermo di protezione contro gli agenti esterni: microrganismi (batteri, funghi), aria, acqua, smog, inquinamento, raggi solari, caldo, freddo. Quando la pelle cerca di difendersi in modo molto attivo e non viene abbastanza curata (anzi, magari maltrattata con detergenti troppo aggressivi), si infiamma e si ingrassa ancora di più.

 

Ecco di seguito alcuni rimedi naturali per lenire i brufoli infiammati e per contrastarne la formazione:

  • Olio di nocciola: vanta proprietà purificanti, ed è quindi indicato soprattutto a chi vive nelle città soggette a smog o usa il motorino; astringenti, perché aiuta a richiudere delicatamente i pori; riequilibrante, capace di regolare la produzione di sebo.
    Può essere usato sia un latte detergente per la pulizia quotidiana del viso sia come struccante delicatissimo e naturale.
  • Argilla: uno dei rimedi naturali per la pelle grassa più usati e conosciuti è la maschera all’argilla, ma va effettuata in maniera corretta.
    Un errore comune è quello di non prestare attenzione a mantenere la pelle idratata. Per effetto dell’osmosi (il principio della fisica per cui agiscono i fanghi anticellulite), il contatto della sostanza con la cute provoca disidratazione alla pelle. Si consiglia quindi l'applicazione su tutto il viso solo su pelli giovani soggette a pori dilatati o eccessiva produzione di sebo.
    In tutti gli altri casi sarebbe meglio applicare la maschera dll'argilla direttamente sul brufolo o sulle parti più impure come la zona T (fronte-naso-mento), per aiutare a seccare i brufoli in modo molto rapido.
    L'argilla consente la preparazione di maschere fai da te arricchite di oli essenziali, come il tea tree oil dall'azione antibatterica o l'olio essenziale di lavanda dall'azione purificante.
  • Olio essenziale di limone: è utile in caso comedoni, pelle grassa e impura. Possiede proprietà schiarenti, promuove la formazione di nuove cellule dell'epidermide e combatte i processi d’invecchiamento cellulare favorendo, al contempo, la cicatrizzazione.
    Per questa ragione l'olio essenziale di limone è indicato per le pelli che presentano macchie solari o di vecchiaia, rughe oppure smagliature e cicatrici lasciate dall’acne. Può essere miscelato al detergente o alla crema: 2 gocce per una noce di prodotto sono più che sufficienti.

 

In soggetti predisposti, l'utilizzo della mascherina spesso peggiora la situazione, perchè la difficile ossigenazione dei tessuti è un'ulteriore causa della formazione di brufoli e comedoni, a volte addirittura di acne. Il suggerimento è quello di cambiare spesso la mascherina e, al contempo, rinfrescare e detergere il più possibile la pelle.

 

Ci si può aiutare con la nebulizzazione di un'acqua rinfrescante, come per esempio l'acqua di rose, a cui mischiare qualche goccia di acido ialuronico per idratare in profondità la pelle.

 

I rimedi naturali per uso interno contro i brufoli

Contro i brufoli si può intervenire anche con alcuni rimedi naturali per uso interno. 

 

  • Olio di borragine: sotto forma di perle, viene impiegato con successo insieme al gemmoderivato del lampone per tutte le problematiche della pelle che derivano da squilibri del sistema ormonale femminile.
    L'acido alfa linoleico contenuto in queste piante, infatti migliora sensibilmente l'ossigenazione e la respirazione delle cellule, lubrifica i vasi sanguigni e tutti i tessuti del corpo migliorandone la permeabilità. Può essere impiegato anche sulla cute per combattere le infiammazioni cutanee come la dermatite seborroica, gli eczemi e i brufoli. 
  • Bardana: è un altro rimedio naturale che favorisce la corretta fisiologia della pelle, grazie alle sue proprietà depurative e decongestionanti. Da sempre conosciuta come la pianta dermopatica per eccellenza, è impiegata per la cura delle dermatosi di vario genere. È particolarmente valida nel trattamento di brufoli, dermatiti, eczema, seborrea, forfora e psoriasi.
    La presenza dell’inulina, che svolge un’azione drenante e purificante del sangue, favorisce l’eliminazione delle tossine, cioè i “rifiuti” delle diverse reazioni metaboliche dell’organismo. Il risultato di un buon drenaggio consiste in un potenziamento dell'attività epatica e biliare, della diuresi, del transito intestinale e della regolazione della secrezione sebacea. 
  • Chlorella: a volte l’intossicazione dei tessuti epidermici è dovuta a un’intossicazione più profonda dovuta ad una cattiva alimentazione, all’"avvelenamento" da metalli pesanti o all'infiammazione. In questi casi l’alga Chlorella è un rimedio efficace che disintossica l’organismo ed esercita un’azione chelante sui metalli pesanti. Risulta efficace sia a livello epatico sia a livello intestinale. Svolge attività alcalinizzante, proteggendo l’organismo da condizioni di acidosi che possono esplicarsi anche a livello cutaneo.
  • Vitamina E: detta anche tocoferolo, è un nutriente essenziale per il benessere della pelle. Si tratta di un antiossidante liposolubile che contrasta il danno ossidativo cellulare. Assumerla mediante l’alimentazione o gli integratori aiuta ad attivare sistemi di difesa della pelle e accelera il recupero in caso di trattamenti specifici, soprattutto in caso di eccessiva secchezza.

 

Come prevenire e curare l'acne con l'alimentazione

Contro brufoli e pelle impura prova anche la cipolla

 

Per approfondire

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio