Articolo

Papilloma virus: sintomi, diagnosi, cura e prevenzione

Il papilloma virus è una delle cause del tumore all’utero, quali sono i sintomi, come si diagnostica e, soprattutto, come si cura e previene.

Papilloma virus: sintomi, diagnosi, cura e prevenzione

L’HPV (Human Papilloma Virus, papillomavirus umano) è un virus piuttosto diffuso, soprattutto nelle donne sessualmente attive.

Esistono diversi ceppi di HPV, molti non causano problemi ma alcuni di essi sono responsabili di patologie neoplastiche, soprattutto a carico del collo dell’utero.

 

 

 

Sintomi del papilloma virus

 

La maggior parte delle persone affette da HPV è asintomatica. In alcuni casi, però, il papilloma virus può causare verruche agli organi genitali, sia nella donna sia nell’uomo;  più raramente si formano lesioni a carico della gola.

Le verruche possono comparire anche diverse settimane o addirittura mesi dopo aver contratto la malattia tramite un rapporto sessuale.

Alcuni tipi di HPV sono responsabili del tumore del collo dell’utero o di altre forme tumorali di vulva, vagina, ano, pene, lingua, tonsille e gola.

 

 

Diagnosi e terapia di papilloma virus

Gli esami più diffusi per le donne sono:

  • Pap test: è un importante esame per lo screening del collo dell’utero a cui tutte le donne dovrebbero sottoporsi periodicamente, a partire dai 25 anni d’età, anche se non hanno disturbi di alcun tipo. Durante questo test, il medico o l’ostetrica preleva un campione di cellule del collo dell’utero che vengono poi esaminate al microscopio per ricercare eventuali cellule sospette.
     
  • Colposcopia: solitamente questo test viene richiesto se il PAP-test risulta positivo. L’esame consiste nello studio della cervice uterina tramite uno strumento detto colposcopio.
     
  • Test DNA HPV: serve a ricercare direttamente il materiale genetico del papillomavirus in un campione di cellule.

Nel caso degli uomini, solo in alcuni casi viene consigliata la peniscopia, un esame non invasivo che serve a valutare eventuali anomalie cellulari.

Le infezioni da papillomavirus, nella maggior parte dei casi, guariscono spontaneamente.

La diagnosi precoce è importante per quelle forme che sono correlate al tumore del collo dell’utero o ad altre malattie tumorali, in quanto ci sono maggiori possibilità di guarigione se la neoplasia viene diagnosticata precocemente.

Le verruche genitali causate dall'HPV possono essere trattate o rimosse.

 

Prevenzione del papillomavirus

Il Papilloma virus si trasmette per via sessuale e il preservativo non garantisce una protezione completa.

Esiste un vaccino che protegge da alcuni ceppi di Papilloma virus e viene offerto gratuitamente a tutte le ragazze nel dodicesimo anno di vita.

Il vaccino è molto importante ma non copre contro tutte le forme di HPV reponsabili del tumore al collo dell’utero; di conseguenza, anche le donne vaccinate dovranno cominciare lo screening con il pap test a partire da 25 anni d’età.

In base alle conoscenze attuali, l’efficacia massima del vaccino si ottiene nelle donne giovani (fino a 26 anni) che non abbiano ancora avuto rapporti sessuali.

Il nuovo piano vaccinale prevede la vaccinazione anche per i maschi. In alcune regioni, in realtà, l’offerta del vaccino era stata estesa già precedentemente.

 

Leggi anche Prevenire il tumore al seno con screening e stile di vita >>