Articolo

I migliori abbinamenti con le erbe aromatiche

Il sale alla lavanda con l'ananas, il prezzemolo e lo zenzero tritati insieme, il rosmarino si unisce al cioccolato bianco: non serve essere degli chef stellati, basta poco per creare nuove abitudini in cucina e scegliere tra i migliori abbinamenti - e a volte anche i più insoliti ed apprezzati - tra il cibo e le erbe aromatiche

I migliori abbinamenti con le erbe aromatiche

Erbe aromatiche speciali

Passiamo in rassegna le erbe aromatiche più usate in cucina (cucina mediterranea e altre ispirazioni per restringere il campo, perchè se ne potrebbe scrivere un libro!) e vediamo quali sono gli abbinamenti migliori con i cibi, primi, secondi piatti e dolci, tralasciando quelli ovvi.

Sì, perché le erbe aromatiche sono doni speciali della natura che, soprattutto se usate fresche, regalano quel tocco in più a un piatto semplice, esaltano i sapori e spesso creano un contrasto unico al palato. Vediamo insieme come combinare: prezzemolo, basilico, mentuccia, timo, salvia, rosmarino e lavanda

 

Il prezzemolo si sposa con lo zenzero

Da usarsi a crudo o solo in fine cottura, a fuoco spento, il prezzemolo è un’aromatica eccezionale per primi, secondi e contorni. Al di là del suo abbinamento classico con il pesce o con i funghetti e le verdure trifolate, si può usare anche per i primi piatti o contorni più original

Esempio? Una minestrina semplice di riso e prezzemolo preparata con dado naturale e, solo alla fine, arricchita con un trito di prezzemolo fresco e un mini spicchio d’aglio. Mescolare, coprire per un paio di minuti aggiungendo del parmigiano e un filo d’olio extravergine d’oliva.

Oppure si crea un condimento eccezionale tritando insieme prezzemolo, aglio e zenzero fresco, si aggiungono un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Ottimo per condire le fettine di sedano rapa al forno o altre verdure. 

 

Leggi anche Coltivare erbe aromatiche in casa >>

 

Basilico nella crema allo yogurt

Il basilico dà quel tocco in più a molti piatti dove la salsa di pomodoro è presente. Ma non limitiamoci a sughi, pesto e pizze: provate a usare il basilico per creare una soffice crema fresca, frullando con il frullatore a immersione una confezione di yogurt greco, mezzo succo di lime fresco, un poco di zucchero a velo o sciroppo d’agave o acero e tre o quattro foglie di basilico.

Una crema rinfrescante e delicata, che ben si accompagna a dolci al cioccolato o a frutta fresca, come fragole o pesche per esempio. 

 

Menta e mentuccia nella frittata

La menta, che passione! C’è chi anche d’inverno non ne può fare a meno e va alla ricerca della semplice e tonificante tisana menta e liquirizia, da sorseggiare la sera, in relax sul divano.

La menta o mentuccia fresca, dalle foglie ancora più piccine, è speciale sulle melanzane grigliate, nella frittata, nel ripieno delle zucchine al forno con la ricotta, tra la frutta della macedonia e anche nel tè verde. Insolita ma molto fresca, la troviamo nel condimento per i legumi, come ceci o fagioli cannellini, insieme a un buon olio e del succo di limone. 

 

Salvia e limone mon amour

La salvia la troviamo spesso in arrosti, polpette veg o no e pietanze a base di carne, oppure servita in antipasto come salvia fritta. Ma avete provato a usarla tritata insieme al limone?

Una ricetta semplice e sorprendente è proprio il risotto con salvia e limone, che si fa tritando le foglie fresche e facendole saltare con il riso e, solo verso la fine della cottura, si manteca con mezzo succo di limone, olio e parmigiano, oppure con poco “Derby”, se lo trovate, il famoso formaggio inglese alla salvia ed altre erbe. Altro abbinamento particolare, i finocchi stufati con la salvia. 

 

Timo e cucina araba

Dal profumo forte e invitante, queste piccole foglioline sono di casa con i secondi della cucina mediterranea a base di pesce. Si sposano benissimo anche con limone, accompagnando riso o pasta fresca. La cucina araba ama il timo, per esempio viene usato per preparare il labneh, uno yogurt compatto servito su deliziose focaccine della tradizione libanese. 

 

Rosmarino e cioccolato bianco

Oltre al solito uso per l’arrosto, ecco che il rosmarino è protagonista con gli impasti salati: la focaccia al rosmarino, la farinata di ceci al rosmarino, il pane al rosmarino e patate.

Abbinamenti speciali sono anche quelli con verdure come carote e zucca stufate, ceci e altri legumi. Se mettete una teglia in forno a 170°C per una decina di minuti con pomodorini siciliati tagliati a metà e cosparsi di sale e rosmarino, e poi ci condite la pasta ne resterete stupefatti. Vi sorprenderà anche l’abbinamento del rosmarino con il lime e il cioccolato bianco per realizzare stupendi dolcetti. 

 

Lavanda con ananas e salmone

La lavanda si usa tanto per arricchire lo zucchero quando si preparano biscottini, sablé francesi o frolle, ma anche per i secondi piatti. Come? Se durante una gita in Francia vi capitasse a portata di mano, acquistate un barattolo di favoloso sale alla lavanda e usatelo per insaporire il salmone.

Un abbinamento delicato e speciale, un tipo di sale che potete preparare anche voi. Una ricetta chic? Ecco l’ananas in crosta di sale alla lavanda.  

 

Leggi anche Virtù e proprietà curative delle erbe aromatiche >>


Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio