Articolo

Frullati post palestra: 5 ricette

I frullati sono una delle migliori opzioni per quando torniamo a casa dopo aver lavorato molto sul nostro corpo e non abbiamo fame. Capiamo questo fenomeno e proviamo 5 interessanti ricette

Frullati post palestra: 5 ricette

Tutti quelli che vanno regolarmente in palestra conoscono personalmente quella sensazione particolare per la quale il corpo è stanco, talvolta esausto, bisognoso di energie, ma allo stesso tempo privo di senso di fame e incapace di sedersi a tavola davanti ad una comune cena.

In palestra infatti diamo tutto, ci riscaldiamo, facciamo lavorare muscoli e legamenti, talvolta fino alla strenuo; sugli attrezzi o sui tappetini delle palestre lasciamo tutto il sudore fino all’ultima goccia, bruciamo calorie, grassi, consumiamo zuccheri e utilizziamo le scorte di proteine, trasudiamo i sali minerali.

Dopo una corretta sessione di intenso lavoro le endorfine rilasciate dal cervello danno una piacevole sensazione di soddisfazione, una sorta di soffusa euforia, amplificata dalla doccia che rilassa i muscoli e, prima ancora da una sessione di esercizi defaticanti.

Tornati a casa, ci sediamo a tavola e scopriamo che il corpo non è disposto, per via di questo complesso stato, a mettersi a masticare e digerire cibi solidi; abbiamo solo sete o, quella che potrebbe essere definite una sorta di fame di liquidi: il corpo ha bisogno di integrare quanto prima e con facilità possibilmente senza passare dalla digestione dei solidi.

Ecco che i frullati risultano uno strumento ideale per il post palestra: ecco 5 ricette.

 

Frullato post palestra con avocado e cacao

Cominciamo con un frullato ricco di grassi, per chi si allena quotidianamente o comunque regolarmente e parte con un fisico di base già molto asciutto.

Chi ha un fisico con questa caratteristica non può permettersi di perdere troppi grassi e deve reintegrare con grassi di buona qualità, meglio se vegetali.

Ingredienti:
> 1 avocado,
> 3 banane,
> foglie di stevia a piacere,
> 1 bicchiere o mezzo bicchiere di latte di mandorla.

L’avocado in questo è uno dei migliori ingredienti; lo renderemo dolce con un po' di stevia, e con 3 banane, ricche di minerali, soprattutto potassio.

Renderemo il tutto un po' più liquido col latte di mandorla, fonte di calcio e omega 3, e piacevole con del cacao in polvere, che, oltre a darci energia per riprenderci, ci fornirà della teobromina, in grado di rendere ancora più forte l’effetto delle endorfine.

 

Integratori di proteine vegetali per lo sport, quali scegliere?

 

Frullato post palestra barbabietole, spinaci e banane

Frullato non vuol dire solo frutta, vuol dire anche verdure. Questo è un frullato particolarmente usato da chi fa palestra, ideale per i muscoli e i tendini che hanno lavorato, ed è benissimo in grado di sostituire un pasto.

Ingredienti:
> 3 barbabietole
> qualche foglia di spinacio
> succo di aloe
> miele a piacere

Cominciamo con le barbabietole, che peleremo e frulleremo assieme alle banana, utili per apportare elementi diversi, dal ferro al boro, e per dare la giusta consistenza al frullato.

A tutto ciò aggiungeremo qualche foglia di spinacio a piacere, per dare la giusta quantità di fibra e per alzare la percentuale di ferro; ma anche succo di aloe, magari diluito in un po' di acqua, per ottimare la riparazione dei danni muscolari conseguenti agli allenamenti; e infine miele a piacere, per ridare energia fresca alle membra.

 

Frullato della famiglia Gracie

Uno dei segreti della famiglia Gracie, la famiglia di maggior successo nel mondo del Brazilian Jiu Jitsu, pare essere uno dei loro frullati, che tutti i membri consumano quotidianamente tra un allenamento e l’altro.

Ingredienti:
> anguria
> 5/6 banane mature
> ghiaccio
> succo di acai
> yogurt o ricotta

Si comincia col riempire mezzo frullatore di anguria, per poi filtrare il tutto attraverso un panno e tenere da parte solo il succo. Cosa vi aggiungeremo? 5 o 6 banane mature, ghiaccio, succo di acai (o acai in polvere o concentrato) e un latticino come yogurt o ricotta. Il succo di anguria è in grado di reidratare tutti i muscoli, rimpiazzando l’acqua cellulare persa tramite il sudore.

La bassa temperatura dovuta al ghiaccio entrerà nei muscoli con un effetto antitrauma; le banane sono lì per i minerali, l’acai per gli antiossidanti e lo yogurt o la ricotta per le proteine. Tutto in un colpo solo.

 

Frullato post palestra uva e melone

Andiamo con un frullato semplice, veloce, per chi ha davvero poco tempo.

Ingredienti:
> uva
> melone
> miele

Uva, meglio se rossa: ricca di acqua per reidratare i muscoli, di fruttosio, per alimentare il metabolismo e ridare energia, e di antociani per proteggere i muscoli dall’ossidazione.

Melone: si sposa bene con l’uva, ed è anch’esso ricco di zuccheri e acqua, oltre che di numerose vitamine, specie la A, importante per la pelle e quindi per un buon mantenimento del tessuto epidermico.

Infine un goccio di buon miele, che lenisce i problemi dovuti agli allenamenti intensi.

 

Frullato esotico con burro di arachidi

Chiudiamo con un frullato esotico, facile e completo.

Ingredienti:
> 1 Papaya
> yogurt
> burro di arachidi
> 1 banana
> succo di ananas

Frulleremo una papaya, gustosa e ottima per il buon mantenimento di muscoli e pelle, aggiungeremo dello yogurt in grado di apportare proteine, burro di arachidi a piacere per dare sostanza, grassi e minerali, e l’immancabile banana col suo tocco delicato. A rendere bevibile il tutto, un po' di succo di ananas.

 

Bagni caldi e freddi post allenamento: ecco i benefici

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio