Articolo

3 ricette con l'acidulato di umeboshi

Dalla fermentazione delle prugne umeboshi, tradizionali nella cucina giapponese, si ottiene una salsa che può diventare un ottimo ingrediente per insalate, hummus e per realizzare un singolare pesto di ortiche.

ricette-con-acidulato-di-umeboshi

Credit foto
©kariphoto / 123rf.com

Caratteristiche e uso dell’acidulato di umeboshi

L’acidulato di umeboshi è un condimento che si ottiene dalla fermentazione delle prugne umeboshi, frutti molto utilizzati nella cucina giapponese

 

Le prugne umeboshi vengono raccolte quando sono ancora acerbe, fatte essiccare e messe sotto sale avvolte in foglie di Laminaria purpurea: si lasciano poi fermentare per un tempo che va dai sei mesi a un anno.   

 

L’acidulato ottenuto dalle prugne umeboshi è un liquido dal colore rosa e dal sapore caratteristico, salato e acidulo.

 

Questo condimento si utilizza in alternativa all’aceto, al sale e alla salsa di soia per insaporire insalate, salse, verdure, legumi e piatti salati in genere. 

 

Tra le proprietà, alle prugne umeboshi è riconosciuto un effetto disintossicante e di rafforzamento dell'organismo in caso di reflusso, diarrea, disturbi gastrici.

 

L’acidulato di umeboshi è generalmente reperibile nei negozi di alimentari biologici o online su siti specializzati in alimentazione naturale. 

 

Pesto con ortica e acidulato di umeboshi

Una salsa semplice e veloce da preparare e da utilizzare per condire la pasta o da spalmare su crostini di pane per un aperitivo.

Ingredienti
> 300 g di foglie di ortica;
> 2-4 pomodori secchi;
> un cucchiaio di acidulato di umeboshi;
> un cucchiaio di mandorle;
> due cucchiai di olio extravergine di oliva.

Procedimento
Indossando i guanti, lavate con cura l’ortica, sfogliatela e fatela cuocere per cinque minuti in acqua bollente salata.

 

Dopo aver scolato le foglie di ortica, sistematele nel robot da cucina, unite tutti gli ingredienti e frullate fino a ottenere una crema omogenea. Se necessario, aggiungete uno o due cucchiai di acqua.

 

Insalata con acidulato di umeboshi

L’acidulato di umeboshi si utilizza soprattutto per condire le insalate, in alternativa a sale e aceto.

Ingredienti
> insalata mista dolce;
> una pera, oppure una mela, oppure un kiwi;
> mezzo finocchio;
> un cucchiaio di semi misti (girasole, zucca, lino, sesamo);
> un cucchiaino di olio;
> un cucchiaino di acidulato di umeboshi.


Preparazione
Dopo aver lavato con cura l’insalata, andrà tagliata e sistemata in una ciotola. Aggiungete il finocchio tagliato sottile, la pera a dadini (o altro frutto a scelta tra mela e kiwi) e i semi.


A parte, mescolate l’olio con l’acidulato di umeboshi e versate sull’insalata il condimento prima di servire.

 

Hummus con barbabietola e adidulato di umeboshi

Una variante del classico hummus, con un colore e un sapore decisamente fuori dal comune, perfetto da spalmare su crostini di pane o per farcire panini. 

 

Ingredienti
> 200 g di ceci cotti;
> 100 g di barbabietola cotta;
> un cucchiaio di olio extravergine di oliva;
> un cucchiaio di salsa tahin;
> un cucchiaio di acidulato di umeboschi;
> mezza cipolla.

Preparazione
Sistemare nel robot da cucina i ceci, la barbabietola tagliata a dadini, la cipolla a fette e il resto degli ingredienti e frullare fino a ottenere una purea omogenea

 

Se la salsa dovesse essere troppo densa, è possibile aggiungere uno o due cucchiai di acqua.
 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio