Articolo

Olio di argan, proprietà e benefici

Utilizzato da sempre dalle popolazioni berbere per mantenere la pelle morbida, elastica e luminosa, l’olio di argan è anche un potente alleato per preservare la salute dell’organismo.

olio-argan

Credit foto
©Luisa Puccini / 123rf.com

L’olio di argan è un olio vegetale tra i più rari e preziosi del mondo. Vediamo quali cos'è, quali sono le sue proprietà, per cosa si usa l'olio di argan, come usare l'olio di argan per il viso, per il corpo e per i capelli.

 

Cos'è l'olio di argan

L'olio di argan è un olio vegetale estratto dai semi di Argania spinosa, albero appartenente alla famiglia delle Sapotaceae. Il nome "argan" con cui la pianta è conosciuta corrisponde al nome locale (in lingua berbera tashelhit) e significa “olio”.

 

L'argan, o argania, è un albero endemico, cioè cresce spontaneo esclusivamente nel territorio del Marocco, in particolare nelle sue zone sudoccidentali, nella pianura del Souss, dove forma un’immensa foresta (l’Arganeraie) divenuta patrimonio dell’Unesco.

 

Questa pianta è indispensabile per mantenere intatto il fragile ecosistema di questa regione dell’Africa atlantica, al confine con il deserto: le sue radici, penetrando nell’aridità del suolo pietroso, frenano l'erosione del terreno e rallentano la progressiva desertificazione del territorio. 

 

Nonostante sia una pianta sempreverde, perde le foglie in periodi di stress idrico, riuscendo così ad adattarsi perfettamente al clima secco e arido. Possiede rami spinosi (da cui l'epiteto spinosa) che possono raggiunge gli 8-10 metri, ed è assai resistente e longeva: può vivere anche 150-200 anni.

 

La chioma è ampia e arrotondata, il tronco nodoso, tortuoso e abbastanza corto, formato spesso da più parti intrecciate tra loro. Le foglie, verde scuro e coriacee, rappresentano una fonte di nutrimento per le capre che si arrampicano sui rami per brucarle e per i cammelli. I fiori compaiono a partire dal mese di maggio; inizialmente bianchi, assumono poi una colorazione giallo-verdastra.

 

Il frutto è una drupa carnosa simile all’oliva, ovale, fusiforme, lunga circa 30 mm, di colore giallo-bruno a maturazione. I frutto contengono una noce molto dura, che protegge tre "noccioli". Dalla spremitura dei semi si ottiene il prezioso olio di argan.

 

Come si ottiene l'olio di argan

I noccioli vengono lavorati in modo semiartigianale per preservarne tutte le caratteristiche organolettiche e garantire allo stesso tempo qualità e sicurezza. Spesso la raccolta e la lavorazione avviene grazie al lavoro di donne, per le quali costituisce un'importante fonte di reddito. 

 

Dopo la raccolta, i frutti vengono privati della polpa che diventerà mangime per il bestiame. Successivamente i semi vengono spremuti attraverso macine in pietra: per ottenere un litro di olio di argan sono necessari i frutti di almeno 8 alberi e circa quindici ore di lavoro. La bassa resa e il laborioso processo di lavorazione contribuiscono, infatti, a farne lievitare il prezzo.

 

Attualmente infatti il costo dell'olio di argan è nettamente superiore a quello dell'olio di oliva, tanto da raggiungere e superare i 50 euro al litro: non a caso è definito l’oro del deserto. Lo si trova in vendita in erboristeria e nei negozi specializzati in cosmesi naturale, anche online.

 

Proprietà e benefici dell'olio di argan

L'olio di argan contiene più dell'80% di acidi grassi insaturi (linoleico 34%, linolenico 0,1% e oleico 46%), mentre tra i saturi, i componenti maggiori sono l’acido palmitico 13% e stearico 5%.

 

Questo olio vegetale è ricco di tocoferoli (tra cui il più abbondante è il γ-tocoferolo), di flavonoidi, carotenoidi e xantofille, steroli e triterpeni. Si tratta di principi attivi che forniscono nutrimento ai tessuti e ne contrastano la perdita di elasticità, prevenendo l’insorgenza delle rughe.

 

La vitamina E inoltre contrasta l’ossidazione degli acidi grassi, prevenendo così il precoce invecchiamento cutaneo. Infine i fitosteroli (schottenolo e spinasterolo) quasi assenti negli altri semi oleosi, svolgono un’azione lenitiva su pelli irritate, arrossate e screpolate, riducendo la sensazione di prurito.

 

Uso interno

Se assunto per uso interno è fonte di nutrienti con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, tra cui vitamina E e acidi grassi essenziali della serie omega 3.

 

Questo prezioso olio contribuisce a tenere sotto controllo i livelli ematici di colesterolo (LDL), protegge l'organismo dall’azione dei radicali liberi che provocano invecchiamento cellulare. Inoltre, l’olio di argan svolge un’azione preventiva rispetto alle malattie reumatiche e cardiovascolari e stimola le capacità cerebrali. 

 

Può essere assunto per via orale sotto forma di perle, come integratore alimentare per i capelli, o impiegato nella dieta di tutti i giorni, per condire a crudo le insalate e altre pietanze. Unito alle mandorle e al miele è ingrediente dell'amlou beldi, la crema tradizionale marocchina, che ancora oggi si offre ai visitatori assieme al pane e al tè alla menta in segno di benvenuto.

 

Uso esterno dell'olio di argan

Applicato esternamente svolge invece un’azione emolliente, idratante e anti-age, e ciò lo rende un vero e proprio elisir di bellezza per la pelle, soprattutto quella secca. La pelle secca, infatti, è più sensibile e più soggetta alle screpolature, alle rughe, alle smagliature e alle irritazioni, in quanto il naturale equilibrio idrolipidico risulta alterato. Come conseguenza, il tessuto cutaneo perde elasticità, compattezza e tono.

 

L’olio di argan svolge un’azione protettiva sulla cute, preservandola dagli agenti esterni come il sole, il freddo e lo smog. Quest’olio vegetale è impiegato nella cosmesi naturale per la cura del viso e del corpo, in quanto nutre e idrata sia la pelle sia capelli secchi, fragili, sfibrati e privi di lucentezza. Bastano poche gocce applicate direttamente sulla pelle o, in alternativa, conviene inserirlo come prezioso ingrediente nelle creme fatta in casa

 

Le sue proprietà emollienti e tonificanti lo rendono il migliore olio con attività rassodante, adatto alla cura del rilassamento cutaneo. È fondamentale per contrastare la formazione delle smagliature, soprattutto in gravidanza, per combattere le rughe e per restituire elasticità e tensione alla pelle secca, sensibile e disidratata.

 

Migliorando l'idratazione della pelle, l'olio di argan è in grado anche di aumentare le difese dei tessuti, mitigare rossori ed eczemi e favorire i processi di guarigione delle bruciature o curare gli eritemi solari. La sua azione lenitiva è utile in caso di distorsioni e contusioni. Non meno importante è l’ulteriore proprietà antisettica nei confronti dei microrganismi che causano infezioni cutanee, dermatiti e psoriasi.

 

Essendo un olio a rapido assorbimento che non lascia untuosità e avendo un costo elevato, l’olio di argan non si presta particolarmente a essere utilizzato “assoluto” per i massaggi, ma può essere diluito per arricchire altri olii meno preziosi.

 

L'olio di argan tra i rimedi naturali per le occhiaie

Gli oli vegetali contro gli eritemi: argan, germe di grano e carota

 

Puoi approfondire

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio